Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

CPEM: “L’ultimo regalo di Calenda: la rottamazione del minieolico”

Critica dell’associazione del mini eolico CPEM all’impostazione del decreto FER che rende impossibile la sostenibilità economica delle nuove macchine fino a 60 kW di potenza. Si favoriscono di più turbine rigenerate. Nessuna sanatoria per gli impianti non ancora allacciati a fine 2017.

Con questo articolo iniziamo a pubblicare le reazioni al decreto FER (pdf) che abbiamo pubblicato in anteprima venerdì 9 marzo.

La bozza del tanto atteso nuovo decreto FER, sbandierata in pieno clima elettorale dal ministro Calenda dopo un colpevole ritardo di quasi un anno, è un deludente documento partorito fra le mura del MiSE in solitudine, avulso dalla realtà del nostro paese, soprattutto per quanto riguarda la generazione distribuita di energia che rischia di uscire definitivamente dalla scena delle rinnovabili.

Di questo indirizzo strategico ...

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO