Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Governare la domanda termica ed elettrica da rinnovabili, il caso della Danimarca

La Danimarca è un paese pioniere nello sviluppo di un sistema energetico 100% a rinnovabili: notevole produzione elettrica da eolico e di calore da biomassa. Manca però un'equilibrata sinergia tra questi vettori e fonti che potrebbe essere favorita mettendo mano agli schemi di tassazione.

Il settore dell’energia termica da rinnovabili avrà certamente un peso significativo per far raggiungere alla Danimarca il suo obiettivo del 2050, cioè la completa indipendenza dalle fonti fossili. Ma dovrà essere meglio bilanciato con la generazione elettrica da fonti pulite.

Il piccolo paese scandinavo punta ad arrivare almeno al 50% di rinnovabili sull’offerta di energia primaria entro i prossimi dieci anni. Oggi è già al 32,4% (vedi “La Danimarca punta al 50% di rinnovabili sul totale dell’energia al 2030”).

In questi anni sono stati fatti ingenti investimenti sulle tecnologie rinnovabili da utilizzare nei sistemi di district heating per i quartieri e per il settore commerciale, così come per le singole abitazioni. Attualmente ...

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO