Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

In Germania parte la prima asta “neutra” delle rinnovabili. Intanto il FV tocca prezzi record

L'agenzia federale delle reti ha lanciato un bando per una gara "mista" che mette in competizione diretta diverse tecnologie, con un totale di 200 MW di capacità disponibile. I risultati delle ultime aste per l'eolico a terra e il fotovoltaico.

La Germania ha lanciato la sua prima asta “neutra”, aperta a diverse fonti rinnovabili in competizione diretta tra loro per aggiudicarsi la nuova capacità da installare.

Così l’agenzia federale per le reti (Bundesnetzagentur) si aspetta di assegnare 200 MW di potenza a progetti per parchi eolici sulla terraferma e per impianti solari FV utility-scale, nell’ambito di una stessa gara; le aziende interessate potranno presentare le loro offerte fino all’inizio di aprile, come spiega la nota dell’agenzia (qui in tedesco).

La neutralità tecnologica è un requisito previsto dalla Commissione europea: diversi paesi hanno già predisposto, o stanno per farlo, dei bandi per le rinnovabili con questa caratteristica (vedi QualEnergia.it: Rinnovabili e aste “neutre”, l’annuncio della Francia e le prospettive in Italia).

Per gli impianti eolici a terra il bando tedesco non prevede limitazioni di potenza massima. Le installazioni fotovoltaiche, al contrario, dovranno stare entro 10 MW di capacità, con l’eccezione dei distretti regionali che dipendono ...

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO