Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Qualità dell'aria e riscaldamento a biomasse, evento inaugurale di Progetto Fuoco 2018

L'evento inaugurale di “Progetto Fuoco 2018” alla Fiera di Verona è un convegno dedicato alle politiche, alle azioni e alle tecnologie per ridurre le emissioni del riscaldamento domestico a biomasse. L'evento, che si svolgerà il 21 febbraio, è organizzato da AIEL nell'ambito dei "wood energy days".

Progetto Fuoco 2018 alla Fiera di Verona si aprirà mercoledì 21 febbraio con un convegno dedicato al tema della qualità dell'aria, dal titolo "Aria, bene comune. Politiche, azioni, tecnologie per ridurre le emissioni del riscaldamento domestico a biomasse" .

L'evento inaugurale avrà luogo alle ore 10,30 nell'Arena del Padiglione 7 della Fiera. Nel corso della dell'intera giornata si avrà un confronto di alto livello sui temi della qualità dell'aria suddivisa in due momenti, il primo di carattere politico e il secondo con un focus sullo stato dell'arte e i nuovi scenari dell'innovazione tecnologica.

Promosso e organizzato da AIEL, lAssociazione italiana energie agroforestali, partner tecnico di Progetto Fuoco, l'incontro dà avvio ai wood energy days, fino a domenica 25 febbraio, il nuovo format ideato da AIEL che propone incontri, workshop, focus tecnici dedicati alle più attuali tematiche della filiera legno-energia.

Nel corso della prima sessione (ore 10.30) del convegno, moderata dal giornalista Antonio Cianciullo de La Repubblica, sarà proposto un quadro aggiornato delle politiche europee, nazionali e regionali per la riduzione delle emissioni atmosferiche e saranno approfonditi i criteri di classificazione ambientale dei generatori di calore a biomasse alla luce anche della revisione dei limiti di emissione nella legislazione nazionale e dell'applicazione del nuovo Accordo del Bacino Padano per il settore delle biomasse.

AIEL, in rappresentanza di oltre 500 imprese della filiera legno-energia, presenterà le sue proposte per ridurre del 70% le emissioni del riscaldamento domestico a biomasse entro il 2030 e l'evoluzione del progresso tecnologico.

Sarà inoltre illustrato il nuovo protocollo d'intesa tra il Ministero dell'Ambiente e AIEL, premessa per una collaborazione più stretta con le istituzioni che porti a definire un progetto a lungo termine per una significativa riduzione delle emissioni derivanti dalla combustione delle biomasse per il riscaldamento domestico. Concluderanno i lavori della prima sessione gli interventi di Giuseppe Castiglione, Sottosegretario Ministero delle Politiche Agricole, Agroalimentari e Forestali e di Barbara Degani, Sottosegretario Ministero dell'Ambiente, del Territorio e del Mare.

La sessione pomeridiana, "Riduzione delle emissioni nei piccoli impianti a biomasse: linee guida" (ore 14,30 Arena Padiglione 7), offrirà una panoramica a 360° sull'innovazione tecnologica: oggi l'industria produttrice è in grado di offrire una serie di soluzioni per migliorare l'efficienza degli impianti, aumentarne il rendimento e conseguentemente ridurre le emissioni. Le attività di ricerca e sviluppo svolte da università, centri di ricerca, aziende sono continue e questa seconda parte dell'incontro sarà l'occasione per fare il punto sulle novità più importanti.