Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

La cogenerazione tra riforma degli oneri, consumatori collettivi e apertura del MSD

Se la riforma delle tariffe elettriche dei clienti non domestici renderà meno conveniente la cogenerazione, per questa tecnologia sono comunque in arrivo anche novità promettenti, come la possibilità di costituire reti private con più utenti e di partecipare al mercato dei servizi di rete.

Sul breve termine, la cogenerazione in Italia deve affrontare la novità, mal vista dagli operatori, della riforma della tariffa elettrica dei clienti non domestici, che entrerà in vigore dal prossimo primo gennaio.

Su un orizzonte solo di poco più lontano, invece, si aprono diverse prospettive interessanti, come la possibilità fare autoconsumo con più utenze e quella di partecipare al mercato dei servizi di dispacciamento (MSD).

Questo il panorama che il settore si trova davanti e del quale si è parlato venerdì scorso, il 10 novembre, in un incontro organizzato dall’Enea nell’ambito di KeyEnergy, alla fiera di Rimini.

Situazione e potenziale

Fino a pochi anni fa ...

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO