Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Fotovoltaico, per il target 2030 iniziamo a risolvere i problemi del parco esistente

In Italia, di default, perdiamo ogni anno una produzione pari ad una potenza di 150-200 MW. Ma con i problemi tecnici e tecnologici degli impianti in funzione può essere anche di più. Il ruolo cruciale della manutenzione e della scelta di materiali di qualità, essenziale anche per un basso livello di LCOE.

Come è possibile mantenere in efficienza un parco fotovoltaico, come quello italiano, da oltre 19 GW su cui si investito moltissimo in questi anni e che oggi genera circa 22 miliardi di chilowattora all’anno?

Bisognerà continuare a valutare con attenzione la parte tecnica e tecnologica di questi impianti che hanno ancora parecchi problemi di rendimento. E se, come spiega la SEN, al 2030 dobbiamo arrivare a oltre 60 TWh da fotovoltaico non possiamo prescindere da questo zoccolo duro di impianti realizzati specialmente subito dopo il 2010 ...

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO