Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Geotermia, come accelerarne la diffusione? Un convegno internazionale a Firenze

Si riunisce l'11 settembre l'Alleanza per la Geotermia, nata durante la COP21. L'appuntamento, che vedrà la partecipazione di oltre 25 governi, sarà animato dal dibattito su come accelerare la diffusione a livello globale dell'energia geotermica.

Oltre 25 governi rappresentati da primi Ministri, vice Presidenti e Ministri, si incontreranno a Firenze (Palazzo Vecchio) lunedì 11 settembre per accelerare la diffusione a livello globale dell'energia geotermica. Il meeting della Global Geothermal Alliance (GGA), nata in occasione della COP21, rappresenta la più grande Conferenza ministeriale dedicata allo sviluppo di questa fonte energetica.

"Lavorare insieme per promuovere l'energia geotermica verso un futuro di energia sostenibile" è il nome della conferenza, che riunirà rappresentanti del settore pubblico e privato per superare le barriere che hanno limitato la diffusione della geotermia, nonostante il suo vasto potenziale.

L'evento è organizzato dal governo italiano, dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dal ministero dello Sviluppo Economico e da quello dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, assieme ad IRENA, Agenzia internazionale per le energie rinnovabili.

Apriranno i lavori (inizio ore 9,30) il Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, il viceministro allo Sviluppo Economico Teresa Bellanova, il sindaco di Firenze Dario Nardella. Partecipa per la Regione Toscana l'assessore regionale per l'Ambiente e l'Energia Federica Fratoni. Apriranno le quattro sessioni di lavoro i discorsi introduttivi del direttore generale di IRENA Adnan Amin, del primo ministro di Saint Vincent e the Grenadines Ralph Goncalves, dell'ex Presidente dell'Islanda Olafur Grìssom.

"A livello globale l'energia geotermica resta in gran parte inutilizzata, nonostante il suo enorme potenziale per la generazione di energia a basse emissioni di carbonio e l'uso diretto in riscaldamento e raffreddamento" - afferma Adnan Z. Amin, direttore generale di IRENA.

"In questo momento possiamo sfruttare solo il 6% del potenziale geotermico accertato - prosegue Amin - ciò vuol dire che il settore rappresenta opportunità significative per decarbonizzare il sistema energetico e favorire la crescita economica in 90 paesi con risorse acclarate".

"Questa conferenza dell'Alleanza Globale per la Geotermia è una pietra miliare che, con fermezza, dimostra una rinnovata volontà di sbloccare il potenziale di geotermia e rafforzare l'importanza di un suo impiego a favore della transizione energetica globale", conclude Amin.

Il Viceministro allo sviluppo economico, Teresa Bellanova ha poi commentato "la scuola geotermica italiana, rinomata eccellenza a livello internazionale, può dare contributi importanti per il successo dell'Alleanza nell'ambizioso obiettivo di sbloccare il consistente potenziale inespresso a livello globale".