Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Algoritmi e reti neurali, così manterremo efficienti i piccoli impianti FV

Metodi di analisi statistica sempre più avanzati consentono di ottimizzare l'efficienza delle installazioni FV su tetto, individuando guasti e malfunzionamenti. Una panoramica delle soluzioni più innovative, semplici e poco invasive, perché non richiedono sensori, in un documento IEA.

Monitorare l’andamento delle prestazioni dei moduli FV è impresa tutt’altro che semplice, soprattutto se parliamo di piccoli impianti residenziali.

Partendo da questo presupposto, il programma speciale della IEA (International Energy Agency) dedicato alle attività di ricerca e sviluppo nel campo del fotovoltaico, IEA PVPS (Photovoltaic Power Systems Programme), di recente ha pubblicato uno studio che presenta quattro nuovi metodi di monitoraggio statistico per incrementare l’efficienza delle installazioni private su tetto ...

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO