Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Eolico, il mercato globale è in ottima salute: quasi 500 GW a fine 2016

Nel 2016 il mercato globale dell'eolico ha fatto registrare un installato superiore ai 54 GW per un totale cumulativo che ha sfiorato i 500 GW a fine anno. In sei anni la potenza è raddoppiata. La Cina copre il 35% del totale. L'Italia ancora nel top ten mondiale. Dati e grafici del GWEC.

L’eolico a livello mondiale continua ad avere tassi di crescita a due cifre, anche se non può sempre esserci un record ogni anno.

Nel 2016 il mercato ha registrato comunque un installato superiore ai 54 GW (secondo anno record per potenza in rete), per un totale cumulativo che ha sfiorato quota 500 GW a fine anno, per la precisione quasi 487 GW, con un +12,5% sul cumulato dell'anno precedente. Si è raddoppiato l'installato mondiale in circa 6 anni.

Questi i dati mondiali dell’energia dal vento presentati da GWEC, Global Wind Energy Council che qui sintetizziamo con alcuni grafici (cliccare per ingrandire).

Nel 2016 i paesi leader delle realizzazioni eoliche sono stati Cina (23,3 GW, anche se meno dei 30 GW del 2015 anche per il calo delle tariffe incentivanti), seguiti da Stati Uniti (8,2 GW), Germania e India, ma buoni i numeri anche di Francia, Turchia e Olanda (vedi tabella analitica in fondo all'articolo).

L’Europa dei 28 ha fatto un buon risultato nel 2016 con 12,5 GW circa, nonostante le politiche piuttosto incerte nei diversi Stati Membri. Lo scorso anno la Germania con i suoi 5.443 MW ha superato quota 50 GW, il terzo paese al mondo a raggiungere questo livello di potenza installata totale.

L'Italia è ancora nella top ten dei paesi che hanno installato di più nel mondo finora, con 9,3 GW circa. La Cina detiene ormai quasi il 35% del totale eolico mondiale.

I mercati emergenti, come quelli sudamericani, sono molto dinamici e lo saranno soprattutto per gli anni a venire. In particolare in Brasile dove si è superata la soglia di 10 GW eolici in totale.

L’Africa è ancora alla finestra, ad eccezione dei mercati del Sud Africa e del Marocco, ma il potenziale è elevatissimo, anche alla luce della continua riduzione dei costi. Nel grafico qui sotto i dati di installato annuale per aree.

Sull’offshore si può notare che quest'anno la Cina ha scavalcato la Danimarca. La leadership in questo ambito resta della Gran Bretagna.

La tabella dettagliata con l'installato mondiale di eolico nel 2016 e a livello cumulativo.