Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Biogas in agricoltura, il CIB inaugura la prima certificazione

Il primo impianto biogas certificato, secondo il disciplinare del marchio biogasfattobene®, è quello della cooperativa agricola CAT di Correggio (RE). L’obiettivo del nuovo disciplinare è promuovere la cultura della qualità, dell'ambiente e della sicurezza nelle aziende, dimostrarla e certificarla.

Il CIB, Consorzio Italiano Biogas, ha inaugurato la prima certificazione in Italia per impianti a biogas in agricoltura, secondo il disciplinare del marchio biogasfattobene® (allegato in basso).

Il primo impianto biogas certificato è quello della cooperativa agricola CAT di Correggio (RE), azienda socia del CIB (vedi foto a sinistra). La cooperativa emiliana ha ricevuto il marchio oggi, 21 settembre, nel corso di una cerimonia pubblica a cui ha preso parte anche Giuseppe Castiglione, sottosegretario al Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali. Nel corso dell’evento sono stati illustrati i dettagli del nuovo disciplinare.

L’obiettivo del nuovo disciplinare, a cui è connesso il marchio biogasfattobene®, sostenuto da CIB ed Enama (Ente nazionale per la meccanizzazione agricola), è promuovere la cultura della qualità, dell'ambiente e della sicurezza nelle aziende, dimostrarla e certificarla, accrescendo il favore dell’opinione pubblica verso la digestione anaerobica.

Le imprese che vorranno sottoporsi alla valutazione dell’ente certificatore e ottenere l’utilizzo del marchio biogasfattobene® dovranno dotarsi di un sistema di gestione aziendale, basato su regole che impongono la trascrizione dei principali processi e la registrazione dei risultati ai fini della trasparenza: dalla fase di acquisizione e utilizzo delle biomasse fino all’utilizzo agronomico del digestato.

Il disciplinare rappresenta un sistema a cui possono aderire volontariamente le aziende produttrici di biogas che, consapevoli della complessità di gestione di un impianto, intendono impegnarsi nel valutare le ricadute della loro attività e sentono la necessità di aderire a un sistema che aumenta la consapevolezza della gestione dell’impianto e ne migliora l’efficienza.

Il testo del disciplinare è stato elaborato dal CIB, supportato dall’attività tecnica di CIB Service, mentre la conformità al disciplinare verrà verificata di volta in volta da un organismo terzo qualificato, Enama.