Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

MSD: è il momento delle rinnovabili non programmabili

Le energie rinnovabili non programmabili potrebbero contribuire a stabilizzare la rete elettrica partecipando al Mercato dei Servizi di Dispacciamento (MSD). RSE (Ricerca sul Sistema Energetico) spiega in che modo si potrebbe riformare il sistema elettrico in tal senso, modificando una cornice regolatoria ormai obsoleta.

Oggi la generazione distribuita e le fonti rinnovabili non programmabili, come solare, eolico e idroelettrico ad acqua fluente, non possono contribuire al Mercato dei Servizi di Dispacciamento (MSD), il mercato grazie a cui Terna risolve le congestioni intrazonali, si garantisce l’approvvigionamento della riserva e riesce a bilanciare in tempo reale immissioni e prelievi sulla rete ...

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO