Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Rinnovabili, sentenza Tar: amministrazioni devono garantire tempi per autorizzazioni

Il Tar Calabria ha accolto il ricorso di un'azienda contro l'amministrazione regionale che non si è pronunciata nei tempi previsti su una richiesta di autorizzazione. Illegittimo il silenzio della Regione, che dovrà ora pronunciarsi entro 90 giorni. In allegato la sentenza.

Per l’amministrazione preposta, l'obbligo di pronunciarsi “entro termini perentori” sulle istanze di compatibilità ambientale degli impianti a fonti rinnovabili “costituisce principio fondamentale della materia non derogabile dalle regioni e dagli enti delegati”. A ciò consegue che “l’inutile decorso del termine comporta la violazione dell’obbligo di conclusione del procedimento nel termine di legge”.

A ribadirlo è una sentenza del Tar Calabria che ha dato ragione ad un operatore ricorso contro la Regione che ...

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO