Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Trenta milioni di € per innovazione tecnologica. Firenze, Bristol e San Sebastian le città 'faro'

I fondi verranno stanziati all'interno del progetto REPLICATE, parte del programma Horizon 2020, e verranno messi a disposizione dalla Commissione europea e da partner privati. A Firenze, nei prossimi 5 anni, investimenti per 10 milioni di euro.

A febbraio 2016 è ufficialmente partito il progetto REPLICATE (REnaissance of PLaces with Innovative Citizenship And Technology) finanziato nell'ambito del Programma HORIZON 2020 - SCC1 Smart Cities and Communities.

Il progetto, primo classificato nel Bando 2015, svilupperà misure innovative nelle città di San Sebastian (Spagna), Bristol (Gran Bretagna – green capital 2015) e Firenze, che già hanno collaborato proficuamente nell’ultimo triennio per la stesura dei rispettivi Smart City Plan; le municipalità follower di Essen (Germania – green capital 2017), Losanna (Svizzera) e Nilüfer (Turchia) si sono impegnate nella seconda metà del progetto a replicare le iniziative delle tre città "faro" che verranno osservate anche da partner oltreoceano (America latina, Cina, ecc.) e da reti di comuni (Eurocities, European Energy Award, ecc.).

Il progetto REPLICATE prevede investimenti per oltre 30 milioni di euro nelle tre città pilota, di cui 25 milioni finanziati dalla Commissione europea ed il rimanente dai partner privati. Il parternariato italiano che accompagna il comune di Firenze è composto daimportanti player nel campo dell’innovazione tecnologica e della ricerca quali CNR, ENEL, Mathema, Spes Consulting, Telecom, Thales e Università di Firenze.

Nella città di Firenze verranno realizzati nei prossimi 5 anni investimenti per 10 milioni di euro nel quartiere di Novoli/piagge/cascine (guarda il video), realizzando un’azione complessa e integrata mirata a migliorare l’efficienza energetica (Smart grid, smartlighting, teleriscaldamento per oltre 700 utenti con seasonalstorage solare, 600 dispositivi smart info, ecc.), la mobilità sostenibile (100 taxi elettrici, ampliamento rete ricarica elettrica con servizio fast recharge, app per i cittadini ed i turisti, ecc. ), lo sviluppo dell’ICT e dell’internet of things – IoT (urban control center con piattaforma comune alle tre città pilota, panchine smart, smartwaste, ecc.), la resilienza e la sicurezza (smartgrid, videosorveglianza, SOS, ecc.).

La società SPES Consulting, che già da tempo lavora con le tre città nelle attività di pianificazione, ha elaborato la proposta di finanziamento e ora supporterà il Comune di Firenze nell’attuazione dell’azione pilota ma soprattutto avrà un ruolo determinante per la replicabilità delle soluzioni innovative delle tre città che potrebbero trovare applicazioni in molte altre realtà a livello internazionale. Una società molto piccola ma altrettanto dinamica e innovativa che sperimenta metodologie e tecnologie smart a supporto delle pubbliche amministrazioni per migliorare la qualità della vita dei cittadini.