Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Fotovoltaico e modello unico: quando la semplificazione non funziona

Con il decreto ministeriale 19 maggio 2015 si è introdotto uno snellimento burocratico per l'installazione del fotovoltaico fino ai 20 kWp e il cosiddetto modello unico. Ma la semplificazione non è sempre applicata e a volte fare un piccolo impianto FV resta un'odissea burocratica. Perché?

Dal primo gennaio 2016 è partita la procedura semplificata per installare pannelli fotovoltaici sui tetti degli edifici. Lo scorso maggio, presentando il decreto di semplificazione, il Ministero dello Sviluppo Economico aveva dichiarato che il nuovo Modello Unico avrebbe consentito di realizzare e connettere alla rete un impianto “in due soli click”. Perché sarebbero bastate due Comunicazioni telematiche (inizio e fine lavori) per mettersi al riparo dalla burocrazia. La realtà, però, è molto diversa, stando ad alcune segnalazioni pervenute a QualEnergia.it da operatori del settore.

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO





Commenti

Due quesiti: 1- progetto

Due quesiti:
1- progetto linea vita da presentare all'ente?
2- in caso di casa accatastata con u qualcosa di abusivo, come si comporta il comune dopo la comunicazione pec di enel.