Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Il Milleproroghe è ora legge: la sintesi delle misure

Con la fiducia votata al Senato con 155 voti a favore, 122 contrari e nessun astenuto il decreto legge Milleproroghe è stato convertito in legge. Diverse le novità per rinnovabili ed energia in generale, compreso il controverso spostamento degli oneri di sistema che penalizza autoconsumo e generazione distribuita.

Con la fiducia votata al Senato, con 155 voti a favore, 122 contrari e nessun astenuto, il decreto legge Milleproroghe è stato convertito in legge. Diverse le novità che riguardano rinnovabili, efficienza energetica ed energia in generale, compreso il controverso spostamento degli oneri di sistema verso le componenti fisse nelle bollette degli utenti non domestici. Ricordiamo i punti più importanti per i nostri settori di riferimento.

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
NON sei abbonato?
Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati.
QualEnergia PRO





Commenti

@Giacomo Polemica inutile...

@Giacomo

Polemica inutile... fino a quando non si capisce con precisione come si vogliono rimodulare gli oneri (la A3 è il 90% del totale) è difficile esprimersi.
Se la rimodulazione verrà fatta con criterio ragionevole e cost-reflective per un sistema FV+accumulo la tariffa potrebbe essere più favorevole di quella attuale.

superinterrompibilità elettrica per Sardegna e Sicilia

Alla fine è fatta, dopo tante polemiche ...tutto come prima anzi, peggio di prima: l'interrompibilità da Terna dichiarata non più necessaria per la Sardegna (credo anche per la Sicilia) è stata riconfermata dopo averla fatta diventare super!
Non so che fine ha fatto il problema della "non essenzialità" di alcune centrali termiche (Fiume Santo e Portovesme a carbone): revocata?
Sindacati, Enti Locali continuano a reclamare il terzo gruppo a carbone per Fiume Santo che faceva parte di piani industriali di dieci anni fa. Autorizziamo anche quello invece di fermare i due esistenti?
Tanto rispetto per i posti di lavoro, ma aiuti alle aziende energivore, problemi occupazionali devono essere messi in bolletta come costi dell'energia e come oneri di rete? Oneri di che?
Non si tratta di fiscalità ordinaria?
Quando la "bolletta" della luce diventerà "fattura di acquisto" di un servizio e di una merce chiamata energia?

gb e la sua tesi ripetitiva

Ciao gb,

possibile che in ogni tua contorsione scritta vai a ricadere sempre su questa componente A3? Sei monotono all'ennesima potenza. Il costo dell'energia si è dimezzato in 3 anni grazia anche alle rinnovabili, le stesse hanno già pagato l'aumento, appunto in soli 3 anni.

Il futuro è rinnovabile comunque , tutte queste manovre saranno cancellate da ricorsi e dal futuro.

Ciao
Giacomo

Oneri di sistema

Difficile interpretare il provvedimento per quanto riguarda gli oneri di sistema [art 3.2 b)]...

Applicando pedissequamente quanto scritto nel testo modificato alla Camera bisognerebbe far pagare alle utenze non domestiche oneri più pesanti in quota fissa e quota potenza e con effetto retroattivo dal primo di gennaio 2016.
Cosa francamente improponibile per i venditori che avrebbero bisogno di almeno 6 mesi per adeguare sistemi di fatturazione.

Comunque bisogna farsi due calcoli, utenze in bassa tensione pagano già quasi 150 € in quota fissa per la sola A3, con una rimodulazione potrebbe esserci in alcuni casi una riduzione della quota fissa....

Da vedere in ultimo se una spalmatura degli oneri di sistema sulla quota potenza non possa rendere invece PIU' convenienti gli investimenti in autoproduzione ed efficienza energetica.