Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Germania, a marzo nuovi incentivi per gli accumuli del fotovoltaico

In Germania il primo marzo partirà il nuovo programma di incentivi allo storage per impianti fotovoltaici. L’incentivazione, inizialmente un rimborso del 25% sul suo costo, durerà fino al termine del 2018 e prevede un fondo pari a 30 milioni di euro.

In Germania il primo marzo partirà il nuovo programma di incentivi agli accumuli per impiati fotovoltaici. L’incentivazione, come ha annunciato il Ministero dell’Economia e dell’Energia (BMWi) tedesco, durerà fino al termine del 2018 e prevede un budget di 30 milioni di euro.

Secondo un documento del BMWi (in lingua tedesca), fino a 30 giugno 2016 il rimborso sul costo delle batterie sarà del 25%, per poi scendere fino al 10% negli ultimi sei mesi di operatività del programma.

In attesa dei dettagli ufficiali del nuovo programma e della sua pubblicazione, va ricordato che il precedente schema di incentivo (Erneuerbare Energien – Speicher) per gli accumuli del FV si era concluso a fine 2015 e aveva consentito, grazie alla disponibilità di 60 milioni di € di fondi, di installare circa 19mila sistemi solari FV con batterie, con un rimborso del 30% sul costo dell’accumulo e bassi tassi di interesse per il finanziamento del suo acquisto da parte di KfW (Kreditanstalt fuer Wiederaufbau), Ente di Credito per la Ricostruzione Nazionale (QualEnergia.it).

Questo programma doveva continuare fino al 2016, ma avendo consentito il raggiungimento dell’obiettivo atteso di riduzione dei costi, ora il governo ha deciso di riproporlo, come detto, con alcuni adeguamenti. Alcune critiche sono state fatte tuttavia per il ritardo con cui è stato presentato.





Commenti

... Paesi evidentemente

... Paesi evidentemente dotati di governo (sostantivo non Istituzione).
Quancuno nel mondo a noi vicino capisce che se vuoi introdurre tecnologie ci devi mettere qualche soldo. Nel nostro paese continuiamo a piangere per gli incentivi del fotovoltaico. Forse è perchè in questo caso i soldi sono stati distribuiti anche a gente comune.