Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Commissione Europea: aperta consultazione pubblica sulle bioenergie

Entro il 10 maggio, i cittadini europei e gli stakeholder coinvolti sono chiamati dalla Commissione Europea a inviare i propri commenti sul consumo di bioenergie in vista dell’imminente revisione della Direttiva EU sulle fonti rinnovabili

Entro la fine del 2016 la Direttiva Europea sulle fonti rinnovabili verrà rivista per prendere in considerazione il periodo successivo al 2020 e in vista di tale scadenza la Commissione Europea ha promosso una nuova consultazione pubblica sulle bioenergie. Gli stakeholder coinvolti sono: le Autorità degli Stati membri, le associazioni, le piccole e medie imprese, i consumatori di energia, le Ong, i cittadini e tutte le parti interessate.

In particolare, la Commissione Europea desidera focalizzarsi sull’analisi dei rischi ambientali indotti dall’uso delle bionenergie: le emissioni, l’impatto dell’intero ciclo di vita, gli impatti sulle riserve di carbonio delle foreste, gli impatti su biodiversità, gli impatti su suolo e acqua, la concorrenza tra i diversi settori di utilizzo (energia, usi industriali, alimentari). Le bioenergie sono le forme di energia, termica e/o elettrica, ottenute da biomasse e, a livello di Unione Europea, le biomasse rappresentano all’incirca i due terzi dei consumi energetici da fonti rinnovabili. Come recita la Direttiva europea 2009/28/CE, le biomasse sono “la frazione biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui di origine biologica provenienti dall’agricoltura (comprendente sostanze vegetali e animali), dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, comprese la pesca e l’acquacoltura, nonché la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani”.

Il periodo di consultazione si concluderà il prossimo 10 maggio 2016 e lo scorso novembre la Commissione Europea aveva promosso una consultazione pubblica tra gli stakeholder su efficienza energetica e fonti rinnovabili (questa consultazione si è conclusa il 10 febbraio).

Il collegamento alla pagina della consultazione pubblica: link.