Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Anche a gennaio in calo la produzione idroelettrica: -46% rispetto a due anni fa

Ancora in diminuzione la produzione idroelettrica: -29,2% sul gennaio 2015 e -46% rispetto al gennaio 2014. Diminuisce sensibilmente la produzione da fotovoltaico. La domanda del mese è -1,7% rispetto ad un anno fa, ma in diminuzione anche la quota delle rinnovabili sulla domanda del mese.

Continua il calo della produzione da idroelettrico, anche in maniera preoccupante: appena 2,2 TWh a gennaio, con un decremento del 29,2% sul gennaio 2015 e di oltre il 46% rispetto al gennaio 2014 (4,2 TWh), quasi la metà. Nel mese scorso le rinnovabili si attestano su una produzione di circa 7,3 TWh, con il fotovoltaico che perde il 10,5% sullo stesso mese dell’anno precedente (circa 1 TWh generato). Questi alcuni dati elaborati in base al rapporto mensile di Terna (pdf).

L'effetto del decremento della produzione da idroelettrico sulla quota delle rinnovabili si è fatto sentire molto nel 2015: 14,8 TWh in meno rispetto al 2014, cioè -25%. Nel 2015 ha contribuito per il 14,2% al fabbisogno elettrico, mentre la sua quota nel 2014 era del 19,2%; ha inoltre costituito il 40,7% di tutta la produzione da rinnovabili, ma era al 49,3% nel 2014.

Nel complesso la produzione di rinnovabili, che non cresce in modo significativo, arretra rispetto ai due anni passati. Anche la quota delle fonti pulite sulla domanda elettrica del mese è così in diminuzione (pari al 27,9%) nonostante il fabbisogno elettrico di 26,2 TWh sia inferiore (-1,7%) rispetto a quello di un anno fa (-1% è il dato rettificato, per una giornata lavorativa in meno; la temperatura è in linea con gennaio 2015).

La produzione termoelettrica del mese (che include anche la quota delle biomasse) aumenta invece dell’8,9%.

A livello territoriale la variazione su gennaio 2015 è stata ovunque negativa: al Nord -1,2%, al Centro -1,1%, al Sud -3%. La potenza massima richiesta  è stata di 51.551 MW, registrata martedì 19 gennaio alle ore 18.

La domanda nazionale di energia elettrica è stata soddisfatta per l’84,9% del totale attraverso fonti di produzione interna e per la parte rimanente dal saldo con l’estero (il saldo con l’estero è di -16,9% su gennaio 2015).

Come si vede dal grafico di Terna qui in basso, il trend della domanda dal 2012 si mantiene su un andamento sostanzialmente negativo.

Ricordiamo che, soprattutto per il minore impatto dell'idroelettrico, nel 2015 la produzione elettrica da rinnovabili è calata di circa 11,6 TWh rispetto al 2014 (-9,6% circa), passando da 120,8 a 109,1 TWh. Il decremento è anche in confronto all'anno 2013. Lo scorso anno le rinnovabili hanno coperto il 35% del fabbisogno di energia elettrica (QualEnergia.it).





Commenti

Va bene va bene le

Va bene va bene le rinnovabili non sono mai aumentate in questi anni e stanno diminuendo, anzi in tutto il mondo le stanno smantellando.....hai ragione troll hahaha

@enrichetto "Ora, la

@enrichetto

"Ora, la crescita delle rinnovabili a questo ha portato, 11000 GWh di produzione termica in meno in solo 8 anni, e tu godi di una inezia di calo....quando cmq il solo fv produce più di quello che produceva eolico e geotermico qualche anno fa."

No, cicciobello. La tua interpretazione dei dati terna e' carente e completamente sbagliata.
Il crollo del termoelettrico ha poco a che fare con le rinnovabili. Principalmente e' crollato dopo la crisi del 2008, i dati sono scritti chiari e netti.
Le rinnovabili farlocche che citi e che ti ingrassano il conto in banca non servono a nulla.
Il FV "incentivato" produce meno dell'8% di quanto consumato dagli italiani... e tutto questo e' costato piu' di 50 miliardi in pannellini e costera' altri 130 e passa miliardi in "incentivi" nei 20 anni di Conto Energia.... siamo a quasi 200 miliardi di Euro in 20 anni per produrre 440 miliardi di kWh...
Questi sono FATTI; non opinioni mie.

Ma anche credendo alla tua storiella farlocca... se ci sono voluti 8 anni e 200 miliardi di Euro per far diminuire il termoelettrico di 11 TWh quanti anni ci vorranno, e quante centinaia di miliardi?... per rimpiazzare i 150 TWh che restano? Domanda facile, e' matematica elementare... chiedi alla maestra di aiutarti.

Come e' un fatto che da quando sono finiti gli "incentivi" nessuno sano di mente ha piu' installato pannellini... nel 2015 un totale di MENO di 300 MWp, a fronte di piu' di 9500 nel 2011 (picco di assalto alla diligenza... a proposito, tu quando li hai installati?... prima?... quando il kWh costava ancora di piu'?... dai, elabora... se non e' un segreto, sia chiaro).

"Il mondo va avanti trollo"

Eh... e non lo so? Sei tu che sei rimasto fermo... io sono a bordo da un pezzo.

Riprova, trollino.

oppure guarda il cambio di

oppure guarda il cambio di paradigma così caro trollo.
Nel gennaio 2008 (non una vita fa), il periodo più vecchio che si può osservare da terna (era interessante vedere i dieci anni di differenza....
Il fotovoltaico neppure era nominato.
l'eolico era sostanzialmente pari al geotermico
le termoelettriche producevano 11000 Gwh circa in più.
Ora, la crescita delle rinnovabili a questo ha portato, 11000 GWh di produzione termica in meno in solo 8 anni, e tu godi di una inezia di calo....quando cmq il solo fv produce più di quello che produceva eolico e geotermico qualche anno fa.
Il mondo va avanti trollo

http://download.terna.it/terna/0000/0118/68.pdf

hahaha

wow di che inezia di differenza ci stai parlando trollo?
La tua vittoria è su quanto? 60 Gwh? wow, dopo anni e anni, un successone il tuo.
Mi spiace, ma il futuro va da una altra parte.
sai, non un secolo fa, ma 5 ani fa, fv+eolico insieme producevano nemmeno 900Gwh....lo scenario è GIA' cambiato, nello stesso periodo le rinnovabili hanno scalato le percentuali di produzione del mix elettrico italiano e mondiale. Sei tu che non te ne rendi conto.
E mentre aumentano i costi delle fonti tradizionali, quelle rinnovabili calano, ed alla fine, nonostante la politica, aumenteranno sempre.

@enrichetto "Enry -

@enrichetto

"Enry - 18/02/2016 - 21:34
ha ma caro troll io infatti mi riferivo a questo mese...

i dati sono oggettivi, ma li giri come ti capita!

Mi aspettavo una risposta del genere...del resto...come avevo scritto poco sotto, passi da considerare il singolo mese a diversi anni...a seconda di come ti gira!"

Ahahaah... ma guarda che SEI TU che citi sempre "le rinnovabili" in toto... adesso che sono in calo ti attacchi alla somma FV+eolico... oltre che tonto sei pure patetico! Dai! Abbi un po' di dignita'!

"Visto che sei passato "dal fallimento del fv dimostrato dal calo di gennaio 2016" .... più che compensato dall'eolico"

Ripeto per i minus habens che non sanno fare le somme e le sottrazioni: l'eolico a gennaio NON ha "piu' che compensato", le due tecnologie farlocche assieme hanno prodotto MENO di quanto avevano prodotto a gennaio 2015... sei mai riuscito ad avere il diploma di licenza elementare?... guarda che sei GRAVE!

"....parlaci del cambio di mix energetico italiano, europeo e mondiale in atto....a scusa no fa niente dai... sennò devi citare i quasi 12 GW di nucleare in meno solo a livello europeo dal 2000 al 2015."

Eh!... il mix energetico Europeo te l'ho gia' indicato piu' volte... prima fonte era ed e' ancora il nucleare. Le rinnovabili intermittenti scandalosamente "incentivate" (per dare soldi a gente come te che non sa fare le sottrazioni) non servono a nulla, solo a far spendere 10 miliardi in Italia e molti di piu' in Germania, per produrre quantita' di elettricita' aneddotiche.... guarda le percentuali, non credere alle mie parole!... 8 percento scarso per il FV.

"Piuttosto, io fossi in te farei un cenno sull'elevato calo dell'idroelettrico,"
Ma io sono ANNI che dico che le rinnovabili intemittenti e stagionali NON possono ne' potranno MAI essere utilizzate su larga scala... ma cosa dici???
Sei tu e quelli come te che non ci arrivate... per me e' lapalissiano da anni e anni.

"su quanta strada c'é ancora da fare nella decarbonizzazione della produzione (anche se tu sei climascettico quindi...) e quant'altro."
La decarbonizzazione come?... come passare da zero a piu' di 50 GW elettrici 24h/24 365gg/anno in 13 anni, come ha fatto la francia negli anni 80-90?... cosa che gli permette 25 e piu' anni dopo di generare tanta elettricita' (parte di quella che stai consumando tu adesso che sono le 8 di sera) emettendo 45 g di CO2/kWh?... ma cosa dici, bambin mio???

"Ma procedi pure dicendo "qualunque cosa pur di dirla".
Salutone!"

A dire il vero io riporto solo dati e fatti noti... chi non sa neanche calcolare la differenza di due numeri interi sei solo tu.

Domanda: hanno prodotto di piu' FV e eolico assieme nel 2016 o nel 2015? Dai, vediamo se riesci a sbagliare per 3 volte di fila.

Dormi bene, non dimenticare l'orsacchiotto.

passi dal singolo mese a svariate annualità come ti capita

ha ma caro troll io infatti mi riferivo a questo mese...

i dati sono oggettivi, ma li giri come ti capita!

Mi aspettavo una risposta del genere...del resto...come avevo scritto poco sotto, passi da considerare il singolo mese a diversi anni...a seconda di come ti gira!

Visto che sei passato "dal fallimento del fv dimostrato dal calo di gennaio 2016" .... più che compensato dall'eolico....parlaci del cambio di mix energetico italiano, europeo e mondiale in atto....a scusa no fa niente dai... sennò devi citare i quasi 12 GW di nucleare in meno solo a livello europeo dal 2000 al 2015.

Piuttosto, io fossi in te farei un cenno sull'elevato calo dell'idroelettrico, su quanta strada c'é ancora da fare nella decarbonizzazione della produzione (anche se tu sei climascettico quindi...) e quant'altro.
Ma procedi pure dicendo "qualunque cosa pur di dirla".
Salutone!

@enrichetto"Strano che le

@enrichetto

"Strano che le importazioni siano calate troll...
Si vede che non abbiamo bisogno di san tricastin.
Meglio così, e avanti con le rinnovabili."

Saldo import-export 2015? 46381 GWh (quasi IL DOPPIO di quanto prodotto solo di giorno dai pannellini trollini)

Saldo import-export 2014? 43716 GWh

Differenza? 2665 GW IN PIU' nel 2015 rispetto al 2014, pari a due mesi e mezzo interi della produzione dei pannellini farlocchi fra novembre e febbraio.

Strano che le importazioni

Strano che le importazioni siano calate troll...
Si vede che non abbiamo bisogno di san tricastin.
Meglio così, e avanti con le rinnovabili.

@pescespada trafitto

@pescespada trafitto

"Chissà se i progetti del megadeposito nazionale delle scorie nucleari contemplano un impianto di illuminazione di backup ad acido stearico!"

In che senso "mega"?... per quel che riguarda il nucleare civile italiano, fermato nell'87, sara' si e no l'equivalente di un paio di palestre... o la tua fobia anti-nucleare ti spinge al punto di voler rinunciare anche alla medicina nucleare e alla diagnostica non distruttiva industriale?

Lo so che i dati a quelli come te fanno sempre male... ma, carta canta amico!... 1012 GWh da 18,7 GWp in 24x31=744 ore del mese di gennaio... equivalgono al 7,3% di fattore di capacita' medio... capisci perche' la chiamo una tecnologia farlocca o non ancora?

Riprova.

e non solo compensa robi!

ma fv + eolico ... +61 GWh

...

Ma oramai siamo abituati alle tue uscite argute, pacate e razionali no?

tipo "non si parla di energia riferendosi ad un solo mese e ad un solo paese" ... e "tutti al buio perchè a gennaio 2016 il fv ha prodotto qualche Gw in meno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

La logica, la razionalità, la coerenza...di uno che difende il nucleare per prevenire le emissioni climaalteranti, ed è negazionista climatico.

Buon proseguimento di crociata, nell'europa che nel solo 2015 ha chiuso 1,8 GW di nucleare, che diventano 11,8 fra il 2000 ed il 2015.........di sto passo, aspettando flamanville, si che resteremmo al buio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

a presto.

@robertok06

Qualche tecnologia farlocca, quando saremo costretti a lasciare il petrolio che rimane là dove la natura l'ha messo, per fortuna consentirà ai sopravvissuti (in apnea), scampati a inondazioni e catastrofi climatiche, di accendere qualche lampada, tecnologia farlocca degli accumuli permettendo.
Chissà se i progetti del megadeposito nazionale delle scorie nucleari contemplano un impianto di illuminazione di backup ad acido stearico!

@robertok06 : impossibile! A

@robertok06 : impossibile! A me avevano giurato che quando il solare non produce, l'eolico compensa.

Curioso, Gennaio 2016 più

Curioso,
Gennaio 2016 più assolato degli ultimi 200 anni (motivo dell'idro in calo) e il FV ha prodotto il 10% in meno ....

il mio impianto al nord, per esempio, ha prodotto oltre il 30% in più di gennaio 2015....

..qualche impianto FV è stato spento o ha smesso di funzionare?

"Nel mese scorso le

"Nel mese scorso le rinnovabili si attestano su una produzione di circa 7,3 TWh, con il fotovoltaico che perde il 10,5% sullo stesso mese dell’anno precedente (circa 1 TWh generato)."

Diamine!... ma come e' potuto succedere?... non e' possibile!...

Meno male che il futuro e' roseo... al tasso di nuove installazioni il gap creatosi adesso verra' ripianato in una decina di anni, bastera' aspettare.

Italiani!... tenete duro!... e comprate candele.

Chi e' che parlava di tecnologia farlocca?... ah, si... ero io. :-)