Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Top Utility Awards 2016, RSE premia ricerca e innovazione nelle utility

Il premio assegnato riconosce l’attenzione, l’impegno e i risultati ottenuti in termini di evoluzione dei processi e utilizzo di tecnologie di frontiera in settori di pubblico interesse come acqua, energia e servizi ambientali cruciali per e le comunità e il loro territori. Quest'anno ha vinto ACEA.

Il 28 gennaio a Roma, durante la presentazione della IV edizione dell’indagine sulle prime 100 utility italiane realizzata da Althesys, sono stati consegnati i Top Utility Awards 2016. Fra questi, il premio dedicato alla ricerca&innovazione è stato per la prima volta patrocinato da RSE – Ricerca sul Sistema Energetico – che ha collaborato con gli organizzatori nella selezione e nella valutazione delle performance dei candidati.

Il premio, assegnato quest’anno ad ACEA, riconosce i casi di eccellenza nell’innovazione tecnica e gestionale, esaminando gli investimenti in R&D, in progetti e attività di innovazione nei processi e nei servizi e le tecnologie, materiali e soluzioni gestionali innovative applicate nei propri processi.

“Abbiamo deciso di dare vita a questo collaborazione con Top Utility - commenta Stefano Besseghini, Amministratore Delegato di RSE – in un momento particolarmente rilevante per il mondo delle utility, in particolare per quelle pubbliche. La richiesta del Governo di dare vita ad aggregazioni e razionalizzazioni può, a mio avviso, permettere anche alla tecnologia e all’innovazione di essere collanti per l’integrazione operativa di soggetti che operano nei servizi energetici o, più in generale, in quelli di pubblica utilità. RSE può contribuire, grazie al suo knowhow e alla sua visione dell’innovazione e alla sua capacità di guardare al 'sistema', alla creazione di piattaforme comuni, ad esempio per i sistemi di processo, di interoperabilità e di comunicazione, che possono semplificare e ottimizzare le fusioni e le aggregazioni delle utility”.

RSE da tempo recita, come centro di ricerca terzo e indipendente, un ruolo di osservatore e interlocutore per il mondo delle imprese, rispetto alle esigenze di innovazione e di revamping tecnologico. Il settore delle utility, caratterizzato da una grande poliedricità rispetto a dimensioni e tipologie di attività, necessita, in questo particolare momento evolutivo, di strumenti di ascolto, analisi e progettualità che RSE è in grado di proporre applicando una metodologia già collaudata nei suoi progetti di ricerca in Italia e in Europa.

Il premio assegnato ad ACEA va proprio in questa direzione perché riconosce l’attenzione, l’impegno e i risultati ottenuti in termini di evoluzione dei processi e utilizzo di tecnologie di frontiera in settori di pubblico interesse come acqua, energia e servizi ambientali cruciali per e le comunità e il loro territori.