Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Toscana: incentivi per l'efficientamento energetico immobili delle imprese

È attivo il bando "Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili" per le Aziende toscane. La Regione Toscana in questa tranche ha messo a disposizione 3 milioni di euro, di cui 1,9 mld di € per quelle colpite dalle calamità naturali del luglio 2015. Le domande entro febbraio 2016.

È attivo il bando regionale "Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili" per le Aziende toscane che rientra tra i finanziamenti europei del POR FESR 2014-2020, Asse 4.

La Regione Toscana in questa tranche ha messo a disposizione 3 milioni di euro (nella prima tranche messi a disposizione 3 mln di € che hanno permesso di finanziare 51 progetti). Possono accedevi tutte le Aziende con codice ATECO principale (1,9 mld di € per quelle colpite dalle calamità naturali avvenute dal luglio 2015) afferenti i due seguenti raggruppamenti di settori: industria, artigianato, cooperazione e altri settori e turismo, commercio e cultura.

I progetti finanziabili:

  • isolamento termico di strutture orizzontali e verticali
  • sostituzione di serramenti e infissi
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con:
    • impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione
    • impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, integrati o meno nel sistema di riscaldamento dell’immobile
  • impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento
  • sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione e la climatizzazione interna sempreché utilizzanti sensori di luminosità, presenza, movimento, concentrazione di umidità, CO2 o inquinanti
  • sistemi di climatizzazione passiva (sistemi di ombreggiatura, filtraggio dell’irradiazione solare
  • sistemi di accumulo, serre solari, ecc.

Potranno essere attivabili anche interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili quali solare, aerotermica, geotermica, idrotermica senza eccedere i limiti dell'autoconsumo ovvero a titolo esemplificativo:

  • impianti solari termici
  • impianti geotermici a bassa e media entalpia
  • pompe di calore
  • impianti di teleriscaldamento/teleraffrescamento energeticamente efficienti.

Il finanziamento avviene in conto capitale delle spese ammissibili

  • 40% Micro-Piccola Impresa
  • 30% Media Impresa
  • 20% Grande Impresa

Le spese ammissibili devono essere di almeno 20.000 €, fino ad un massimo di 200.000 €. Il finanziamento avviene in regime di "de minimis" e non è cumulabile con altri incentivi di carattere regionali, nazionali o comunitari.

La Regione ha stabilito, con delibera di Giunta n.1040/2015, gli elementi essenziali che il bando dovrà contenere, e in particolare che quota parte delle risorse può essere allocata "in via prioritaria a favore di progetti di efficientamento energetico delle imprese colpite da calamità naturali" (vedi "Criterio di priorità" negli Elementi essenziali).

Il bando sarà infatti diviso in due graduatorie da approvare entro maggio 2016: una per l'erogazione di 1 milione e 900mila euro destinati alle imprese danneggiate dalle calamità; un'altra, da 1 milione e 100mila per i progetti di tutte le altre imprese.

La presentazione delle domande deve avvenire entro febbraio 2016. Entro maggio 2016 verranno stilate le graduatorie, in base ad un sistema di punteggio oggettivo da assegnare al progetto.

Per ulteriori informazioni:
Rosalba Leoni - rosalba.leoni@regione.toscana.it - tel. 055 4384369
Barbara Codacci -barbara.codacci@regione.toscana.it  -  tel. 055 4385304