Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Diagnosi energetiche, le FAQ di MiSE ed Enea

Nelle FAQ tra gli argomenti di maggior rilievo: la definizione della data ultima per l’invio all’ENEA delle diagnosi, maggiori chiarimenti sull’ambito di applicazione dell’obbligo e sulle sanzioni previste dalla legge.

Per agevolare le imprese nell'adempimento dell'obbligo di esecuzione delle diagnosi energetiche, il cui termine è previsto per il 5 dicembre 2015 dal decreto legislativo 102/2014, il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato un elenco di FAQ, raccolte con il supporto dell'Enea (vedi allegato in basso).

Le FAQ arrivano in risposta alle numerose richieste di chiarimento e precisano ulteriormente alcuni aspetti già affrontati nel documento di chiarimenti pubblicato sul sito del Ministero dello sviluppo economico nel maggio scorso (si veda anche Diagnosi energetica imprese, ecco le linee guida MiSE).

Tra gli argomenti di maggior rilievo - spiega il MiSE sul sito ufficiale - la definizione della data ultima per l’invio all’ENEA delle diagnosi, maggiori chiarimenti sull’ambito di applicazione dell’obbligo e sulle sanzioni previste dalla legge.

Oltre all’esigenza di adempiere alle disposizioni dell’Unione Europea, il MiSE ribadisce che le diagnosi rappresentano un’opportunità per le imprese in quanto permettono di individuare i margini di miglioramento negli usi energetici e di intervenire per contenere i consumi, accrescendo il proprio vantaggio competitivo (si veda in proposito l'intervento di Dario Di Santo, FIRE, su QE.it - La diagnosi energetica tra obbligo e opportunità).

L'audit - lo ricordiamo - oltre a riportare la situazione dei consumi energetici, dovrà fornire indicazioni sugli interventi possibili per ridurli, con tanto di valutazioni economiche, in modo da fornire agli interessati gli elementi necessari a valutare e favorire l'implementazione di azioni volte all'efficientamento energetico.

Per chiarire i vostri dubbi su modalità operative di applicazione dell'obbligo vi rimandiamo, oltre che alle FAQ MiSE ed ENEA, ad alcuni documenti allegati ad un articolo che abbiamo pubblicato di recente: Diagnosi energetica obbligatoria entro il 5 dicembre: come scegliere l'offerta giusta.

Le FAQ (pdf)