Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Rinnovabili al 38% della domanda elettrica. Fotovoltaico all'8,3%

Buon contribuito in Italia ad ottobre di eolico e fotovoltaico. La produzione da FV supera quella di tutto il 2013 e va a coprire finora l’8,3% del fabbisogno di energia elettrica e il 9,5% della produzione nazionale. Le rinnovabili, con quasi 98 TWh, contribuiscono al 37,9% di una domanda elettrica in sensibile calo (-2,9%) rispetto al 2013.

A ottobre fotovoltaico ed eolico, a differenza di quanto accaduto in Germania (Qualenergia.it) hanno registrato in Italia una produzione significativa, rispettivamente +33,8% e 30,9% sullo stesso mese di un anno fa. I dati sono desunti dal rapporto mensile di Terna (pdf).

Con 1,8 TWh generati ad ottobre, la produzione solare fotovoltaica nell’anno in corso supera quella di tutto il 2013: 21,4 contro 21,2 TWh (e 2 TWh in più nei primi 10 mesi). Contrariamente a quanto si è visto nei mesi scorsi la produzione idroelettrica del mese è in calo su ottobre 2013: -13,3%. Insieme le rinnovabili nel mese di ottobre coprono circa il 29% della richiesta elettrica. Diminuisce, ma questa non è una novità, anche se in modo meno vistoso rispetto ai mesi precedenti, la produzione termoelettrica (-4,7%).

Nel mese di ottobre 2014 la domanda di elettricità è stata pari a quasi 26,4 TWh, in diminuzione dell’1,4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. In leggero aumento l’import.

Nei primi 10 mesi dell’anno, invece, il calo della domanda (258,1 TWh) è del 2,9%. Mentre la produzione netta nazionale (224,7 TWh) diminuisce del 3,7% sullo stesso periodo 2013.

Nel complesso (incluse biomasse dentro alla voce termoelettrico), da gennaio a ottobre 2014, le fonti rinnovabili generano quasi 98 TWh (oltre 6 TWh in più del 2013), pari al 37,9% della domanda elettrica e al 43,6% della produzione nazionale. Nello stesso periodo dello scorso anno le rinnovabili elettriche contribuivano per il 34,6% della richiesta.

Il fotovoltaico arriva a coprire finora l’8,3% del fabbisogno di energia elettrica (9,5% sulla produzione). Nel periodo gennaio-ottobre 2013, invece, la quota coperta dal fotovoltaico sul totale della domanda era del 7,3%.

In riferimento alla domanda la situazione resta stazionaria: il valore  destagionalizzato a  ottobre  2014  ha  fatto  registrare una variazione negativa pari a -0,3% rispetto a settembre. 

E’ significativo il dato della domanda elettrica del Nord Italia: il decremento è del 4% circa sul periodo. Il calo più vistoso è in Lombardia (-6,2%).





Commenti

Ti risposi. Non venne

Ti risposi. Non venne pubblicato.
Diciamo che apprendo con favore che hai capito che le rinnovabili vadano tutte calcolate, mentre prima ogni mese rompevi dicendo che no doveva considerarsi l idro.
Tralascio i tuoi insulti, hai sbagliato i calcoli del 40% ...dimenticando DUE fonti...peraltro sarebbe meglio che iniziassi a guardare il trend, non le differenze mese con mese....
Strano che i premi nobel sullenergia non la pensino come te, ma come me....dormi bene troll.
https://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/nucleare/2014/10...

@Smarronator Enry "Enry -

@Smarronator Enry

"Enry - 13/11/2014 - 07:52
e non hai dimenticato nessuna fonte?
riprova tu patatino, anziché insultare me."

... sara' la quarta volta che dici che ho dimenticato qualcosa... le prime tre volte ti ho confermato che NON ho dimenticato nulla, ... FV, eolico e idroelettrico... ho copiato i numeri dalla tabella di Terna e ho fatto quella cosa a te cosi' ostica... somme e sottrazioni (sono quelle cose con i simboli "+ e "-", le farai fra poco a squola)... vediamo quante volte me lo chiedi ancora... se arrivi a 10 vinci il premio PPOP, Primate Piu' Ottuso del Pianeta.

Scusa, enrichetto... ma non faresti prima a SCRIVERE TU i numeri giusti, dato che io li avrei scritti sbagliati? Hai il classico comportamento del troll adolescente.

Comunque, ripeto che non ho DIMENTICATO nulla... al massimo ho volontariamente lasciato fuori il geotermico, dato che si vede dalla tabella del rapporto mensile di Terna, che e' costante, a meno di fluttuazioni insignificanti, mensili, da anni...

Un saluto agli altri primati... vi mandero' un paio di banane.

R.

calculator K

e non hai dimenticato nessuna fonte?
riprova tu patatino, anziché insultare me.

si troll...però il mese

si troll...però il mese scorso, dicevi che non doveva essere conteggiato.
ad agosto scrivevi: "mi raccomando... "in generale"!... cioe' includendo l'idroelettrico"...perché dicevi che essendo baseload...bo, non si capisce cosa dicevi...se secondo te l'idroelettrico non è rinnovabile o cosa....

In ogni caso...hai controllato i tuoi calcoletti...anziché fare l'arrabbiato?

hahaha
dai dai, fai la somma...
sbagli di brutto un'operazione con la calcolatrice...e parli ancora?

ripeto, quasi il 40%, nonostante l'idro in calo, ottimo risultato, perché le rinnovabili vanno conteggiate tutte!

la forza di un troll, la sicurezza dell'errore

hahaha, a proposito di neuroni...
per una volta mi son preso la briga di verificare il tuo dato...ma ti sei accorto quanto diventi divertente?
nemmeno i calcoletti della serva sai fare, e vieni qui a fare il saputello...hahaha, chissà tutte le altre cose che hai detto quanto sono supportate da "dati"...hahaha, riverifica troll, riconta...hahaha

Ma caro roberto, anche se

Ma caro roberto, anche se insulti, non dimentico che tu eri quello che hai sempre detto...che idroelettrico non andava conteggiato....
Nonostante il calo dell idro, sei stato smentito....le rinnovabili che tu chiami farlocche son cresciute ancora e ti hanno smentito.
Improvvisamente ora conti lidroelettrico....per dire che il fotovoltaico non é cresciuto.
Sempre più in difficoltá, sempre piú simpatico...

Arieccotelo

Invece sbagli come sempre prospettiva.
Solo che lo fai in mala fede, per questo alla lunga stanchi e ti rendi ridicolo.
Al di la del dato dellidro, quel che conta é il risultato complessivo, quasi il 40% anche sto mese....che poi eri tu che dicevi che non doveva considerarsi l idroelettrico....mr contraddizione.
Sei fantastico....riesci sempre a dire tutto ed il contrario di tutto, tipico di chi in realtá non ha piu argomenti

Cassandra e i suoi amici

A settembre, qualcuno parlava di ottobre mese orribile per le rinnovabili....e come sempre si é sbagliato.