Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Primo quadrimestre: rinnovabili al 35,8% della domanda elettrica

Ad aprile, grazie anche al buon apporto dell'energia idraulica, le fonti rinnovabili in Italia hanno contribuito per il 49,1% alla produzione totale di elettricità e per il 43,7% alla domanda. Nel primo quadrimestre la domanda di energia elettrica cala del 3,5% rispetto al 2013. FV più eolico coprono il 12,2% della richiesta. I dati dal report di Terna.

Ad aprile, grazie soprattutto all’ottima produzione da idroelettrico, le energie rinnovabili in Italia hanno contribuito per il 49,1% alla produzione totale netta di elettricità e per il 43,7% alla domanda. Più della metà dei 10,5 TWh da energie pulite sono stati appunto prodotti dalla fonte idraulica (+12,1% su aprile 2013).

Nel mese l’energia elettrica richiesta dal Paese (23,9 GWh) è stata inferiore del 2,9% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Questi i dati in Italia che emergono dall'ultimo report mensile di Terna (pdf).

Buona la crescita dell’eolico (+9,2%) su aprile 2013. Il fotovoltaico, seconda fonte rinnovabile per produzione, è cresciuto del 2,3%. Ancora in calo il termoelettrico: -10,2% in confronto al mese di aprile di un anno fa.Il ‘valore destagionalizzato’ dell’energia elettrica richiesta ad aprile 2014 ha fatto registrare una variazione positiva pari a +1,5% rispetto a marzo 2014, ma il trend ha ancora un andamento negativo.

Vediamo i dati su produzione e domanda elettrica del primo quadrimestre 2014. La domanda è diminuita del 3,5% rispetto al 2013 (in termini decalendarizzati la variazione è 3,4%): 102 TWh contro 105,8 del 2013. Il valore cumulato della produzione netta (86,8 TWh) è in calo del 5,1% rispetto allo stesso periodo del 2013. Il saldo estero è positivo: +7,6%.

Le fonti rinnovabili elettriche hanno coperto nel primi quattro mesi dell’anno il 42% della produzione nazionale e il 35,8% della richiesta di elettricità. Idroelettrico (+26,6%) e fotovoltaico (+11%) hanno fornito un contributo in crescita rispetto allo stesso periodo del 2013. In deciso calo la produzione da termoelettrico (-14,2%)

Il fotovoltaico copre il 6,1% della domanda elettrica del quadrimestre, mentre eolico e FV insieme contribuiscono al fabbisogno elettrico per circa il 12,2%.     

La difficile congiuntura economica anche di questi primi mesi dell’anno è dimostrata dalla richiesta di elettricità suddivisa per aree territoriali. Dal grafico si può notare il segno negativo in tutte le aree del paese.

La potenza massima richiesta ad aprile 2014 è stata di 44.736 MW registrata giovedì 17 aprile alle ore 11 con una diminuzione dell’1,3% sul valore registrato nel corrispondente mese dell’anno precedente. Rispetto alla potena massima dell'aprile 2013 (5 aprile, ore 11), il contributo del termoelettrico è passato dal 53,6% al 39,2%.

Dall'inizio dell'anno l’energia elettrica richiesta in Italia è stata coperta per il 84,1% da produzione nazionale (52,2% da termoelettrico che include anche le centrali a biomasse) e per la quota restante, 15,9%, da importazioni.

facebook


Commenti

Roberto Kersevan chief troll's

Io saro' illogico ma tu sei in ritardo con lo sviluppo cognitivo!

RILEGGI IL TITOLO di questo articoloooo!!!

C'e' scritto 49,1% o 35,8% accanto a QUADRIMESTRE?
------------
Kersevan, pagato dai finanziamenti europei per disegnare pompe a vuoto e sedicente superesperto di enegia, non ne azzecchi una neppure per sbaglio, e guardando le tue foto si capisce perché.
Se fossi minimamente onesto, a questo punto, ti azzittiresti per sempre.
Dici le stesse cose da tre anni a questa parte, da quando commentavi il "solo 15% di energia da rinnovabili" ad adesso, quando commenti le rinnovabili quasi alla metà della produzione.
Quindi....o non ragioni, o c'è qualcosa che non va.

@enri "Vatti a guardare i

@enri

"Vatti a guardare i bilanci energetici di qualche anno fa...le cose sono radicalmente cambiate: le rinnovabili nel 2007 coprivano circa il 15% della produzione, mentre adesso per il primo quadrimestre siamo a circa il 50% (49,1%). Questa è la direzione, ostacolata in mille modi, ma è l'ineludibile evidenza."

Eh!... nel 2014 siete al 36%... vi resta il 64% da colmare... peccato che per arrivare al 36% avete obbligato gli italiani a foraggiare impianti FV ridicoli come il tuo per un totale di 6,7 MILIARDI DI EURO/anno per i prossimi 20 anni!... oppps...piccolo dettaglio che dimentichi sempre...(ma non dimentichi di controllare il conto in banca per vedere se ti accreditano gli scandalosi 40 cEuro/kWh, sono sicuro!).
Altra cosa, i pazzoidi miei amici sono nulla rispetto a te che non ti sei ancora accorto che da quando l'assalto alla diligenza degli "incentivi" e' finito (luglio 2013) le installazioni sono praticamente assenti!...leggi i numerosi articoli qui su QE, non credere al sottoscritto troll nuclearista!...
Nel 2020 se vanno avanti le cose come adesso, ed andranno peggio mi sa..., avrete installato si e no 7 GWp di piu'... per un totale di 25 GWp... che produrranno 33 TWh/anno... a costi astronomici, perche' i 30 cEuro/kWh di adesso saranno solo marginalmente annacquati dalla produzione del FV post-Conto Energia.
Con 33 TWh/anno l'erosione dei 180 TWh che ha prodotto il termoelettrico nel 2013 sara' impossibile, per non parlare se ci aggiungiamo i 40 e passa TWh/anno di import!... te l'ho gia' detto, gli italiani dovranno sperare che Saint Tricastin duri a lungo!...
I numeri ed i DATI, al contrario di te, sono im...pietosi.

Ciao bello, sogni d'oro.

R.

@enri Io saro' illogico ma

@enri

Io saro' illogico ma tu sei in ritardo con lo sviluppo cognitivo!

RILEGGI IL TITOLO di questo articoloooo!!!

C'e' scritto 49,1% o 35,8% accanto a QUADRIMESTRE?

E sarei io il troll?

Pascolare, pascolare!

R.

@nuclearista Mi hai fatto

@nuclearista
Mi hai fatto sorridere!... grazie... come lo fate voi 'ambientalisti' il cabaret non lo fa nessuno.
Salutami grillo e il guru.

R.

disco rotto, hai rotto, il

disco rotto, hai rotto, il 49,1% del primo quadrimestre...davvero, non se ne può più, sei sempre più illogico!

Hai francamente rotto le scatole

robertonno, sotto vari nomi, sei sempre tu, e francamente hai stracciato gli zebedei, continuando con i soliti nulla cosmici.

Dimostri che il nucleare è forte nel mondo, parlando dell'europa, in realtà sai bene che produce meno che gli anni scorsi.

Ma non è questo il punto, negare il progressivo aumento delle rinnovabili, ormai stabilmente lanciate ad oltre 1/3 della produzione, è ridicolo.

Vatti a guardare i bilanci energetici di qualche anno fa...le cose sono radicalmente cambiate: le rinnovabili nel 2007 coprivano circa il 15% della produzione, mentre adesso per il primo quadrimestre siamo a circa il 50% (49,1%). Questa è la direzione, ostacolata in mille modi, ma è l'ineludibile evidenza.

Se non sei d'accordo, visto che sempre più persone si prendono la briga di ridicolizzarti, ti consiglio di scriverle in altri blog dove altri pazzoidi sognano il fracking gas e la rinascita nucleare, condita dal clima governato dall'astrologia.
Salutami peakoil......e ricordati, è 5 anni che dici le stesse cose...non è ora di finirla?

Si? No? Forse? Prova!... 1 2

Si? No? Forse?
Prova!... 1 2 3 Prova!

ha ragione robertok06 le

ha ragione robertok06 le rinnovabili sono una colossale frode.
non fatevi fregare funziona solo l'idroelettrico perché nel fiume c'è già la corrente è per questo che i pesci hanno le spine.
non fatevi fregare da chi ne sa più di voi perché il nucleare è la forma di energia di produzione più sicura di tutte i bambini di ciernobil camminano meglio con tre gambe e comunque un pannello fotovoltaico fermo è molto più pericoloso ci possono andare a sbattere i bambini con la bici.
negli ospedali le usano le radiazioni per la terapia quindi se in ospedale ne usano poche una centrale nucleare che ne fa mille volte di più fa mille volte meglio.
chiedete alle persone serie come berlusconi e non a i verdi che sono tutti indagati per prostituzione minorile e mafia.
il nucleare nel mondo, cari ambientalisti, incide per il dodicimila percento sulla produzione elettrica mentre il fotovoltaico incide solo con un misero meno zero virgola tre percento e non capisco come fate a dire che questi dati non sono verosimili, non vi capisco.
non capisco come fate a pensare che quello che dice robertok06 non sia vero, non so se pensate alle emergenze se per caso un giorno gli italiani decidono di lavarsi tutti le ascelle con vapore a tremila gradi tutti insieme quanta energia serve e l'italia è piena di casi come questo.
le pale eoliche poi uccidono gli uccelli mentre le petroliere li dipingono solo di nero, tutti gli uccelli vorrebbero essere neri, abbiamo coronato un loro sogno.
non fatevi fregare da questi ambientalisti che sono arrivati appena al 49,1% e pensano di aver coperto metà fabbisognio.
anche il riscaldamento globale è una colossale frode. dobbiamo produrre più CO2 perché le piante la usano per respirare e poi se non la produciamo muoiono.
e non è finita qui!!!

@redazione Ripeto la

@redazione

Ripeto la domanda... qual'e' il problema?
Posso scrivere messaggi su questo sito o sono stato bannato?
Se avete deciso che non posso scrivere piu' almeno abbiate la decenza di dirmelo... bastano due righe, no?

Grazie.

R.

@orifizio "ma caro troll mi

@orifizio

"ma caro troll mi spieghi perchè se la produzione industriale è leggermente aumentata (anche se di poco) in questo quarto è calata la richiesta?"

Parecchie industrie energivore che hanno chiuso e/o hanno ridotto la loro produzione?
Alcoa in Sardegna? Chiusa. Dai un'occhiata al trend dei consumi in Sardegna sui rapporti mensili di Terna degli ultimi mesi/1 anno... e poi torna a discutere, OK?
ILVA Taranto e tutto l'indotto del gruppo in Liguria e altre regioni? Chiuso o quasi.
Prossimamente: chiusura stabilimento Electrolux vicino a Pordenone.... vedremo i consumi nel triveneto dove andranno.

Buona continuazione di gita su Marte, evidentemente da quelle parti non ti passano i telegiornali.

R.

P.S.: quanto alle bugie che io direi... per favore... FV e eolico ASSIEME hanno generato da gennaio ad aprile 2014 12427 GWh, nel 2013 ne avevano generati 12067... quindi in un anno l'aumento di produzione delle due fonti farlocche e' stato di 360 GWh... a fronte dei piu' di 54MILA GWh prodotti dal termoelettrico nello stesso periodo del 2014... solo questo dato dovrebbe convincere chiunque, che e' una MISSION IMPOSSIBLE quella di sostituire il termoelettrico con due fonti che in un anno hanno aumentato la loro produzione di un fattore che e' 1/150 di quello del termoelettrico.
Basta poi guardare il profilo di produzione nel giorno di massimo consumo... pag.12... dalle 7 di sera alle 7 di mattina il FV produce strettamente ed esattamente ZERO WATTORA... quindi resta l'eolico, che in media produce 1,7 GW scarsi di potenza, cioe' 20 GWh/giorno (dalle 19 alle 7)...
Continua pure a non guardare i dati e prendertela con me!... e' piu' facile no? Che pena!

@stefano "...pensa che il

@stefano

"...pensa che il nucleare è in picchiata mondiale nonostante i sostanziosi aiuti statali..."

Picchiata mondiale?... l'Europa, l'ultima volta che ho guardato un atlante geografico, faceva parte del mondo... e in Europa il nucleare e' ancora adesso la fonte di produzione di energia elettrica piu' importante...

Fattene TU una ragione, amico mio.

Ad ogni modo... si arriva sempre li con voi antinucleari... questo articolo di QE che stiamo commentando NON parla di nucleare, parla di produzione e consumi elettrici in Italia, che non ha neanche un reattore in funzione (in compenso ne abbiamo 3~4 in funzione all'estero permanentemente per noi)... quindi non si capisce proprio perche' tu e gli altri troll (scusa, ma ti aggiungo alla lista immediatamente) dobbiate immediatamente cominciare a parlare di nucleare anche quando non c'entra nulla!!...
La mia brevissima analisi dei numeri del rapporto di Terna di Aprile e' corretta, e non si scappa da li: la diminuzione dei consumi e' elevata, e le rinnovabili non c'entrano nulla, e' la crisi... la diminuzione della produzione da termoelettrico e' intaccata marginalmente dalle due rinnovabili farlocche intermittenti... che SOMMATE assieme hanno generato qualche centinaio di GWh in piu' rispetto all'aprile di un anno prima, l'eolico addirittura di meno!... l'idroelettrico che e' in massima parte baseload ha generato di piu' solo perche' ha piovuto tanto... fra 6 mesi o un anno probabilmente (inevitabilmente!) produrra' di meno. Le installazioni di nuovo idroelettrico su larga scala sono sature... tanto ne abbiamo e tanto ne avremo fra un paio di anni...
La conclusione logica per i troll nucleari che sanno fare i conti e non hanno paraocchi ideologici spessi 1 cm come voi troll antinucleari che non sapete fare i conti e' che E' IMPOSSIBILE sostituire il termoelettrico con le rinnovabili!... cosa che il sottoscritto va dicendo DA ANNI, e non perche' io abbia proprieta' divinatorie, ma semplicemente perche' ragiono sui numeri e non sulle leggende metropolitane farlocche!

Accodati pure al nutrito numero di zappatori di terra, vai!

R.

P.S.: cosa fara' il FV in futuro???... invertira' l'export/import con la francia???? ahaahahaha.... ahahaahaha... ahahahaah... ma cosa fumi? Dammene un po'!... subito!... ahahaahahah.... magari di notte o da novembre a febbraio?... ahahaahaha....miiinchia se siete forti voi!... ahahaahah....

@quello che non conosce la

@quello che non conosce la matematica elementare...

"e già, le rinnovabili solo a poco meno della metà della produzione di aprile........"

Ciccio!... il 35,8% e' POCO PIU' DI 1/3, non "poco meno della meta'"!

Riprova dopo aver ottenuto la licenza elementare.

R.

Lasciando

perdere il solito troll ROBERTOK06 e le sue disperate sparate,ormai è alla frutta da tempo,il dato più bello è l'ulteriore calo del termoelettrico, che ci fà solo bene in termini salutistici,se abbiamo comprato di più dall'estero lo dobbiamo domandare ai nostri gestori di rete che preferiscono comprare piuttosto che produrre,questo significa che siamo nella strada giusta ,bisogna affossare le fonti convenzionali ed aumentare sempre di più le fonti rinnovabili,il fv nonostante le bugie del troll continua a crescere e i prossimi dati che arriveranno dal Gse vi sorprenderanno,ora avanti tutta con le rinnovabili ,oltre il 35% nel primo quarto è ottimo,considerando i mesi di gennaio e febbraio ,il prossimo quarto ci darà nuovi record di energia rinnovabile.....
ma caro troll mi spieghi perchè se la produzione industriale è leggermente aumentata (anche se di poco) in questo quarto è calata la richiesta?

@ robertok06 > l'inutile FV

@ robertok06

> l'inutile FV SI E' FERMATO perche' subito dopo aprile 2013
> gli "incentivi" sono finiti e non se lo installa piu' nessuno???

...pensa che il nucleare è in picchiata mondiale nonostante i sostanziosi aiuti statali...

Caro roberto, fattene una ragione.
Lo dico per te, negare l'evidenza è veramente così poco edificante agli occhi di chi legge.
Non ci sono argomenti che tengano. Ormai in maniera consolidata 1/3 della produzione elettrica nazionale è rinnovabile, alla faccia di quelli che volevano imporci la rinascita nucleare solo per succhieare altri soldi pubblici. Poi un anno va meglio l'idroelettrico, un altro l'eolico, è normale che sia variabile, ma in media la tendenza è stupefacente.

L'import, come detto e ripetuto decine di volte in varie discussioni, non sarebbe necessario. Esiste solo per convenienza privata (e immagino mantenuto anche per accordi politici, ma è solo una forte sensazione personale).
Tenderà a sparire a breve non appena i francesi avrannno da utilizzare la loro energia che oggi svendono perchè in eccesso, ad esempio nel momento in cui il mercato delle auto elettriche prenderà piede (n.b. il gruppo Renault - Nissan è in prima fila in questo tipo di mercato).
Nello stesso tempo l'energia rinnovabile da PV scenderà ulteriormente di costo e surclasserà qualsiasi attuale convenienza dello scambio con l'estero in essere. Forse saremo noi a potere/dovere esposrtare il nostro picco durante il giorno.

L'efficienza energetica e l'elettettrificazione dei consumi finali faranno il resto per arrivare al 100% rinnovabili, nonostante chi si sussegue nei posti decisionali operi sistematicamente e anacronisticamente all'opposto.

ripetizioni...

e già, le rinnovabili solo a poco meno della metà della produzione di aprile........

Yawwwwn!... che noia!... 1)

Yawwwwn!... che noia!...

1) Eolico in calo rispetto ad aprile 2013;
2) FV in aumento ANEDDOTICO rispetto ad aprile 2013;
3) 1 + 2 in aumento MENO che adeddotico rispetto ad aprile 2013... chissa' perche'?... chi risponde giusto vince una pizza (virtuale, prima che il solito non-habens ne reclami una)... forse ha a che fare col fatto che l'eolico e' altamente intermittente e variabile nel tempo/stagioni e l'inutile FV SI E' FERMATO perche' subito dopo aprile 2013 gli "incentivi" sono finiti e non se lo installa piu' nessuno???... e cosa va dicendo da anni il sottoscritto troll nucleare? ahahaah...
4) Vincitori sono, in ordine decrescente:
4a) La crisi economica che attanaglia il paese e fa calare i consumi generali... viva la "decrescita felice"!!! :-(
4b) L'idroelettrico, che e' rinnovabile MA NON E' intermittente come i farlocchi eolico e fotovoltaico;
4c) L'import, in gran parte da elettronucleare francese, svizzero, sloveno.

Voila' un riassunto per punti (senza paraocchi ideologici)... commenti benvenuti, troll sotutto astenersi, bitte!

R.

WOW... non si riesce a

WOW... non si riesce a postare senza moderazione?... per aver scritto questo????
https://dl.dropboxusercontent.com/u/104842596/QE_rapportoTERNAaprile2014...

Ci diamo un taglio, redazione?

R.