Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Obiettivi 2030. Manifestazione e appello al governo italiano ed europeo

Un appello di Legambiente, WWF, Greenpeace, Kyoto Club, Coordinamento Free, SI alle Energie Rinnovabili per la manifestazione che si terrà a Roma, venerdì 28 febbraio, davanti a Piazza Montecitorio alle ore 11,30. Per un ruolo forte dell'Italia nella politica europea che dovrà affrontare l'emergenza climatica e la questione energetica.

"SOS Clima. Europa rispondi" è il titolo di un manifesto che Legambiente, WWF, Greenpeace, Kyoto Club, Coordinamento Free, SI alle Energie Rinnovabili hanno realizzato per la manifestazione che si terrà a Roma, venerdì 28 febbraio, davanti a Piazza Montecitorio alle ore 11,30.

Il manifesto è anche una sorta di appello al Governo che verrà e per il ruolo dell'Italia nella politica europea che dovrà affrontare l'emergenza climatica e la questione energetica. Lo scopo della manifestazione è richiedere obiettivi UE al 2030 più ambiziosi sulla riduzione delle emissioni, per le rinnovabili e l'efficienza energetica rispetto a quelli indicati dalla Commissione (sotto il manifesto delle associazioni, clicca per ingrandire).





Commenti

Rinnovabili 50%,gas 50% e +stoccaggi e syngas

Plaudo all'iniziativa che va ascritta come risposta della battaglia gas contro rinnovabili patrocinata da Scaroni e Conti,dinosauri fossili che farrebbero fuori le rinnovabili.Non dimentichiamoci gli stoccaggi acqua o mare e mandiamo in naftalina il capacity payments gas e l'orrenda idea della bad energy gas,portata avanti da De benedetti,Assoelettrica,Eni,Enel cioe' di come rifilare per 1 miliardo 28 GW di centrali gas dicendo che sono riserve strategiche,ovviamente care e pagate dallo Stato cioe' noi.L'acqua puo' offrire in riserva strategica 200 GW facendo assumere 720.000 giovani per 125 miliardi di fatturato annuo ma ai gasisti interessa solo difendere bollette care e riserve gas,senza mai efficientare nulla e ridurre le bollette.A questo proposito i gasisti condotti da Conti e Scaroni,non vogliono pagare la carbon tax perchè secondo loro non inquinano ed hanno il diritto di ammorbarci in smog e malattie.

"Gli obiettivi vincolanti al

"Gli obiettivi vincolanti al 2030 non consentiranno all'Europa di sostenere in modo adeguato la lotta ai cambiamenti climatici..."
È il MONDO intero che deve lottare per i cambiamenti climatici, non solo il nostro continente. Se l'accordo non è globale non ha alcun senso che l'Europa metta in campo altri target più stringenti di quelli presi 1 mese fa.
Abbiamo già dato molto come esempio per il mondo (unico continente ad avere un meccanismo di scambio quote CO2)... È ora che Cina e USA facciano la loro parte adeguatamente, no?

Poi quello che vogliamo è ridurre le emissioni, giusto?
Allora come mai non potrei decidere io come ridurle, bilanciando adeguatamente produzione FER, nucleare ed efficienza energetica?
Se la difficoltà realizzativa del nucleare si fa molto complessa, pazienza. Installerò più rinnovabili. Lo stesso dicasi per il caso contrario: prediligerò le centrali atomiche oppure spingerò molto sull'efficienza.

Ciò che va capito è che obiettivi vincolanti su FER, efficienza, oltre a quelli sacrosanti sulla CO2 da prendere collettivamente, comportano un costo maggiore rispetto ad una scelta indotta dall'evoluzione delle varie tecnologie che permetterebbero un mix variabile in funzione dei costi futuri

Legambiente e compagnia bella avranno forse paura di non vedere realizzata la loro ideologia 100% FER al 2050?

" Lo scopo della

" Lo scopo della manifestazione è richiedere obiettivi UE al 2030 più ambiziosi sulla riduzione delle emissioni, per le rinnovabili e l'efficienza energetica rispetto a quelli indicati dalla Commissione (sotto il manifesto delle associazioni, clicca per ingrandire). "

Se Legambiente, WWF, Greenpeace, Kyoto Club, Coordinamento Free tenessero veramente all'ambiente, andrebbero a manifestare nei paesi che hanno avuto un incremento di emissioni 10 volte superiore ai risparmi di tutta l'EU.

In realtà mi sa che è solo un palcoscenico dove esibirsi e far vedere di essere i primi della classe.

"L’Unione Europea potrà

"L’Unione Europea potrà svolgere un ruolo decisivo nella trattativa internazionale (prossimo appuntamento la Conferenza delle Nazioni Unite a Parigi nel 2015), solo se avrà definito obiettivi più ambiziosi per la riduzione dei gas-serra......"

Perchè mai l'Europa dovrebbe arrivare a Parigi già con obiettivi già fissati e vincolanti? Cosa mai dovrebbe trattare a Parigi... solo gli obiettivi degli altri paesi?.
Si presenterebbe dicendo "io ho già fatto così, adesso vediamo cosa potete fare voi"... ottima premessa direi.... perchè vada a finire male per l'Europa.