Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Domanda elettrica nel 2013 -3,4%. Un terzo è da fonti rinnovabili

Rispetto al 2012 mancano 11 TWh di consumi. La generazione termoelettrica perde circa 25 TWh, pari ad almeno 7 centrali a cicli combinati. Fonti rinnovabili a oltre 106 TWh/anno di produzione: idroelettrico, fotovoltaico ed eolico crescono in doppia cifra. Il FV copre il 7% della domanda annuale. I dati elaborati sul rapporto Terna.

Inizio dell’anno e tempo di consuntivi, anche nel campo dell’energia. Con i dati dell’ultimo rapporto mensile del 2013 di Terna (pdf) possiamo dimensionare consumi e produzione di energia elettrica in Italia, che come sappiamo sono da tempo in netta diminuzione. Rispetto al 2012 mancano 11 TWh di consumi: la domanda elettrica annuale è stata di 317,1 TWh contro i 328,2 dell’anno passato, con una riduzione del 3,4% (che diventa del 3,1% se consideriamo che il 2012 era stato anno bisestile). Nel 2012 il calo della domanda sul 2011 fu del 2,8%. Dal 2011 (334,6 TWh è stata la domanda) la richiesta di elettricità in Italia è calata del 5,2%.

Un calo importante quello nel 2013 visto che dicembre è stato il sedicesimo mese consecutivo in cui si è registrata una diminuzione dei consumi elettrici mese su mese (vedi grafico sulla variazione percentuale della richiesta mensile di energia elettrica per il 2013 e 2012).

Sempre dall’inizio del 2013 la produzione netta, pari a 277,4 TWh, è risultata in calo del 3,6% rispetto al 2012. Anche il saldo di energia con estero risulta negativo: -2,2% (42,1 contro 43,1 TWh del 2012).

La crisi economica e lo stallo produttivo del paese sono sintetizzati anche dai dati della domanda di energia elettrica secondo le diverse aree territoriali prese in considerazione da Terna. Ebbene, delle otto macro aree, sette hanno registrato nel 2013 una variazione negativa nella richiesta elettrica; importante quella del Piemonte e del Centro Italia, per non parlare della Sardegna (-16,4% sul 2012). L’unico segno ‘non negativo’, come si può osservare dal grafico, è per la Lombardia.

L’elemento che più sottolinea e evidenzia il calo della domanda elettrica annuale è nel crollo della produzione da termoelettrico che quest’anno è stato del 12% sul 2012, circa 25 TWh in meno, cioè come se venissero chiuse contemporaneamente almeno 7 centrali a cicli combinati con taglie da 700-800 MW.

A parte la produzione piuttosto stabile del geotermoelettrico, le altre tecnologie crescono a doppia cifra: +21,4% l’idroelettrico, +18,9 il fotovoltaico, +11,6% l’eolico (vedi tabella).

Tutta la generazione italiana da rinnovabili (inclusi circa 12 TWh da biomasse, inserite nel termoelettrico), circa 106,8 TWh, risulta pari al 38,5% della produzione nazionale e al 33,7% della domanda nazionale. Quindi più di un chilowattora su tre richiesto in Italia oggi è prodotto da fonti pulite. Il fotovoltaico con i suoi 22,1 TWh prodotti copre il 7% della domanda (record mondiale) e l’8% della produzione. Le rinnovabili elettriche nel complesso sono aumentate di circa 15,5% rispetto al 2012.

Va ricordato che, mentre i bilanci elettrici 2012 di Terna sono definitivi, quelli relativi all’anno 2013, elaborati alla fine di ogni mese utilizzando gli archivi di esercizio, sono soggetti a ulteriore e puntuale verifica nei mesi seguenti sulla base di informazioni aggiuntive.

facebook

Commenti

@Troll

LA spiegazione è più che chiara....se hai letto bene ho fatto i calcoli abbassando tutte le percentuali oltre il 10% della convenienza reale,anche se un cliente non ha cash e fà il prestito al tasso del 6% le cose non cambiano ,la convenienza è reale ,non sono certo io a dirlo.....lasciare i soldi in banca...ahahahaahahahahah....lo so bene personalmente...ci perdi e basta !! qualsiasi investimento è sempre più conveniente di lasciarli in banca !!
( io parlo di cifre piccole....6000/11000€)
Enri...che dici ,il nostro caro Troll ne ha abbastanza ,se no inizio a pubblicare i dati reali e lo faccio piangere....

Dai roberto

Non arrampicarti sugli specchi. Conviene finanziariamente ed energeticamente.punto. Gia spiegato, già dimostrato.

Troll

Troll, basta
Leggere a volte per non perdere una occasione.

@orifiz' "RIEPILOGO PERIODO

@orifiz'

"RIEPILOGO PERIODO DI CALCOLO PRIMI 10 ANNI"

Caro orifizio... come ho gia' detto in precedenza a tuo cuggggino "enri"...

"SE vogliamo confrontare mele con mele e determinare la convenienza ECONOMICA di una certa tecnologia di produzione di elettricita' rispetto ad altre, si devono fare le stesse ipotesi di partenza, almeno sui finanziamenti.
Se non vuoi fare un prestito e metti giu' contante DEVI aggiungere al costo totale l'interesse PERSO sul capitale che NON frutta in banca."

Riformula tutto, magari facendo le moltiplicazioni giuste stavolta (hai sbagliato di nuovo!) aggiungendo l'INDISPENSABILE tasso di interesse sul prestito per l'acquisto dell'impianto... sei del settore, quindi sai quale interesse personale applicare no?... come dici?... interesse tuo personale?... nooo!... non parlavo di quello, parlavo dell'interesse bancario.... ahahahaah...
Dai, genio incompreso... riformula senza fare errori stavolta...

Fatte ripija' quanto prima.

R.

@Robè TROLL

Ps. :
nei calcoli precedenti non ho considerato (mi son dimenticato)l'energia in eccedenza.....cioè quella che và in rete e non viene scambiata...7200-(2520+3480)=1200*0,08=96 € di guadagno....
(0,08€ prezzo medio di mercato attuale netto,cioè le tasse sul reddito le ho già tolte)

@RobertsupermegaTROLL

Dimezzo i costi (a te la correzione, tu "che sai")... 209 Euro/anno
***********+
quanto sei ridicolo da uno a 10? 10000......
dimezzi i costi chiaro ,se consideri 2700 €/anno ( che è la media) che cax...
c'entra? io consideravo un consumo di 6000, se considero 2700 ,mi basta installare un 3 kWp ,un 6 non ha senso,quindi dimmezza anche i costi dell'impianto FV...è inutile che continui a basarti su dati statistici ,sei il solito laureato col culo sulla sedia che parla con i numeri scritti da altri come te che fanno 1+1=2 ma di che stiamo parlando? Alza i c..lo ed esci dall'ufficio e osserva i dati reali sul posto, sei patetico ,fazioso e sopratutto ipocrita...ne vuoi ancora ....( a parte che sei simpatico...come un gatto attaccato alle p..le)...

@RobertsupersempredipiuTROLL

Autoconsumo 35% = risparmio = 648 € (2160*0,3)" <--- conto leggermente sbagliato!... come sotto... 0.35x6000=2100, non 2160...
Circa la meta'... 315 Euro
"Energia scambiata = (prelievo3840*0.3)-(immissione3840*0.14)= costi energia 614 € - Eccedenze 7200-(2160+3840)=1200kWh*0.08(energia venduta)=96 €
Costi con Fv= 518€"
Dimezzo i costi (a te la correzione, tu "che sai")... 209 Euro/anno
********
EEEEEHHHHHH!!! COSA???? ahahahaahah ADESSO TI SISTEMO BENE X LE FESTE!!!
AUTOCONSUMO 35% è chiaramente riferito al tot.prodotto dal FV (non del suo fabbisogno) ,quindi rimetti le cifre come prima,che sono state ribassate in negativo sul costo energia (cioè un'utenza 6kw attualmente paga circa 32/34 c€ al kWh,occhio che ho messo la k piccola,questo è importante quando ti arrampichi negli specchi,se vuoi ti posto una bolletta attuale ut.dom.6kw)
poi non ti ho parlato di ammortamento dell'impianto ma solo della percentuale di taglio dei costi simulando le situazioni prima e dopo,mi dispiace per te ma ho una montagna di dati che prova questo,ma tu continui a sparare cifre a CASACCIO, me lo vuoi insegnare a me asino!!!(senza nessuna offesa per l'asino)....
Parliamo dio costi di ammortamento ,in più vado ancora al ribasso ,ammettiamo che il hWh risparmiato valga 20 c€ (un valore molto ribassato in realtà attualmente in Italia è circa un 30% in più quindi circa 30 c€.
Fabbisogno iniziale/a =6000 kWh ( 1800 €)
Energia autoconsumata da FV (35%su tot prod)2520x0,2= 504€ +
Energia scambiata ,corrispettivi di scambio=3480x0,14= 487€ +
Energia prelevata dalla rete(e poi scambiata)=3480x0,30=1044€ -
Costo tot.impianto iva compresa 10500/10800€ (con materiale europeo non cinese) prezzi reali attuali in Italia (fatti un giro sul web)
Detrazione annua ( x 10 anni) ipotizziamo 10800/10=1080€ all'anno
RIEPILOGO PERIODO DI CALCOLO PRIMI 10 ANNI
Investimento:10800€
Ricavi :(risparmio + scambio sul posto+detrazione)(504+487)=2071 +
Spese :(energia prelev)1044 -
Saldo: + 1027€
Ammortamento :10,5 anni
Conclusioni: in realtà si ammortizza mediamente in 8 anni perchè il valore dell'energia risparmiata è più alto di 0,2 c€, poi i realtà da me per produrre 7200kWh bastano 5,1kWp (quindi investim.9200 €,non 10800...)
poi non ho considerato l'aumento del costo dell'energia perchè la sua percentuale si azzera considerando l'inflazione.
VEDIAMO caro Enrico cos'ha da dire ora il nostro Robertroll!!
Portiamogli uno SPECCHIO grande grande!!

@enri " Enrico - 16/01/2014

@enri

" Enrico - 16/01/2014 - 21:22

eccolo di nuovo. Tra l'altro io non credo si debba fare per forza un prestito per installare un impianto."

Geniale come risposta! ahahaahahah...

...

Giovane, ingenuo ed inesperto amico mio... SE vogliamo confrontare mele con mele e determinare la convenienza ECONOMICA di una certa tecnologia di produzione di elettricita' rispetto ad altre, si devono fare le stesse ipotesi di partenza, almeno sui finanziamenti.
Se non vuoi fare un prestito e metti giu' contante DEVI aggiungere al costo totale l'interesse PERSO sul capitale che NON frutta in banca... oddio!.... adesso mi risponderai che non e' detto che i soldi debbano essere in banca, si potrebbe trattare di rotoli di banconote nascosti nel materasso.

Vai... pascola.

R.

eccolo di nuovo. Tra l'altro

eccolo di nuovo. Tra l'altro io non credo si debba fare per forza un prestito per installare un impianto.
quanto al resto...bah, se lo dici tu roberto.....ma TU allora, cosa proponi, visto che tutto il mondo sta sbagliando strada secondo TE?

@orifiz' "... OK.Mettiamo

@orifiz'

"...
OK.Mettiamo la media di 1200Kwh x kwp ( dove vendiamo noi c'è una media di 1400/1500) -Impianto 6kWP -7200 kWh -anno
Consumo cliente = 6000 KWh/anno -bolletta =1800 €
---------------
Nice try, orifiz'!... :-)

... pero'... la famiglia media italiana consuma 2700 kWh/anno, te ne accordo il 10% in piu', perche' la famiglia che hai scelto che ha 40metri quadrati di tetto per installarci 6kWp possiede un'abitazione individuale/villetta, quindi consumeranno un po' di piu'.

3000 kWh/anno (la "k" va minuscola!) = 900 Euro/anno

"Autoconsumo 35% = risparmio = 648 € (2160*0,3)" <--- conto leggermente sbagliato!... come sotto... 0.35x6000=2100, non 2160...

Circa la meta'... 315 Euro

"Energia scambiata = (prelievo3840*0.3)-(immissione3840*0.14)= costi energia 614 € - Eccedenze 7200-(2160+3840)=1200kWh*0.08(energia venduta)=96 €

Costi con Fv= 518€"

Dimezzo i costi (a te la correzione, tu "che sai")... 209 Euro/anno

- Senza Fv=1800€ - circa 69% IN MENO ( ti ricordo che la media 1200 kWh/Kwp prodotti è una media del NORD NORD NORD ITALIA)"

... applico circa lo stesso risparmio percentuale (in realta' un po' meno, perche' i costi di abbonamento alla rete sono fissi all'interno di una certa fascia di consumo, non proporzionali al consumo).

Risparmio annuale in bolletta: 0.69x900=621 Euro

Costo dell'impianto? 12mila euro ben che vada... 12000/621=19.3 anni...

... non troverai tanti malati di mente che sborseranno 12mila Euro per rientrare dal prestito in 20 anni (a tasso zero!).... adesso chiedi all'economista "enrico" che ti faccia la tabella di ammortamento con un tasso d'interesse bancario tipico sul prestito iniziale di 12mila Euro...dai, fateme ride!... ahahaahah...

Vai, pascola.

R.

"VAI A GIOCARE A MOSCA CIECA IN AUTOSTRADA"
Solo dopo che avrai giocato a flipper con le tue p.... :-)

@enri " Enrico - 15/01/2014 -

@enri
" Enrico - 15/01/2014 - 22:59

mizzica, Patrizio, secondo me ha avuto un crollo....lui che ha impostato la sua fede sull'IM-pos-si-bi-li-tà del fv.....tu gli posti un link su scoperte nei sistemi di immagazzinare energia lo intristisci!
------------
La"scoperta" di cosa? Ahahaahaha...le batterie esistono dai tempi di Alessandro Voltahahahahaah... che piccione che sei! ahaahahaah...

"del resto lui è fisico, i fisici sono tutte persone razionali, fanno ricerche importanti....tipo...queste.....è in caso di ascoltarli ciecamente.......
http://www.repubblica.it/tecnologia/2014/01/14/news/viaggiatori_del_temp..."
Ah!... comincio a capire... la tua fonte di informazioni in campo scientifico e tecnologico sono i messaggi di "orifiz'" e gli articoli di "rosita"... ahaahahaah...

Vai, pascola... ahaahahaha...

R.

@orifiz' "Falso.....perchè

@orifiz'

"Falso.....perchè i watt prodotti dal mio fv in loco li posso usare prendendoli dalle mie batterie che il loro costo e efficienza avrà un futuro migliore:
https://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/rinnovabili/2014...
-------------
Nessuno li usa i watt stoccati con le batterie, ne' li usera' nel futuro prossimo... il tuo/vostro problema e' che dite di avere installato valanghe di W (peccato siano i W di serie B, quelli con la "p" attaccata)... ed al tempo stesso NON avete una soluzione di stoccaggio con batterie che possa garantire lo stoccaggio anche di solo una piccola frazione dell'energia generata.
Riprova con una risposta nella quale tu non sia obbligato a utilizzare un verbo coniugato al futuro... "ha" invece di "avra'"... che con i sogni e le finte scoperte ci hanno riempito libri di fantascienza.
Vai, pascola.

"l'importante è non prenderli più dalle tue centrali"
Eh!... e purtroppo per te e per fortuna per me continuerete a prenderli ancora a lungo... l'import decresce in maniera aneddotica, e solo a causa della crisi economica e dell'aumento del costo dell'energia elettrica in italia... in realta' le fascie orarie di import dall'estero sono cambiate per l'Italia negli ultimi anni, piu'import di giorno rispetto a quello di notte... pare che le maggggiche rinnovabili intermittenti, il farlocchissimo FV e il leggermente meno farlocco eolico, non abbiano un grande effetto... salvo in pochissime ore di pochissimi giorni festivi d'estate.
Carta (dati di terna) canta, amico mio.

" ( o dei tuoi capi)"
I miei capi si occupano, come me, di altro... non mi occupo di energia... in che lingua devo scrivertelo? Comprendi la lingua italiana?

"( quando ammetterai di essere pagato per sostenere l'ormai fuso nuke ?)"
Non tutti applicano i dubbi standard etici che applichi tu: esistono anche persone come me che parlano ed esprimono un'opinione senza bisogna di farsi pagare da qualcuno, per il solo piacere di applicare il libero arbititrio e la liberta' d'espressione.
Vai, pascola.

R.

P.S.: piccolo reminder di import elettrico odierno: dalle ore 00:00 alle 17:00, minimo import 1385 MWh (dall'1 alle 2) e massimo di 2667 MWh (dalle 16 alle 17). Voila' il grande effetto del FV... sul picco... ahaahahaah...

@ Patrizio - 15/01/2014 -

@ Patrizio - 15/01/2014 - 11:07

sulla tua affermazione che ne sai 1000 volte più di me.....
non ti risp neanche fai solo pena...
----------------
Testinaaaa!!!!... vai a leggere meglio A CHI ho detto quella cosa!... testina!

-----------
....vorrei vederti in faccia anche se me la immagino ,basta guardare un qualsiasi didietro maschile
-----------
Eh!...possibile... come sono sicuro che per immaginare la tua basta guardare dall'altra parte del didietro maschile, quella cosa a forma di Florida.

Ciao bello,

R.

@Patrizio

mizzica, Patrizio, secondo me ha avuto un crollo....lui che ha impostato la sua fede sull'IM-pos-si-bi-li-tà del fv.....tu gli posti un link su scoperte nei sistemi di immagazzinare energia lo intristisci!
del resto lui è fisico, i fisici sono tutte persone razionali, fanno ricerche importanti....tipo...queste.....è in caso di ascoltarli ciecamente.......
http://www.repubblica.it/tecnologia/2014/01/14/news/viaggiatori_del_temp...

@Robertok06

'impianto FV che hai installato oggi ne' i 1000 che ti auguro di installare prossimamente generera' MAI un solo Watt di potenza alle 18:30 di un 14 gennaio.
*********
Falso.....perchè i watt prodotti dal mio fv in loco li posso usare prendendoli dalle mie batterie che il loro costo e efficienza avrà un futuro migliore:
https://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/rinnovabili/2014...
l'importante è non prenderli più dalle tue centrali ( o dei tuoi capi)
( quando ammetterai di essere pagato per sostenere l'ormai fuso nuke ?)

@Robertok06

sulla tua affermazione che ne sai 1000 volte più di me.....
non ti risp neanche fai solo pena.......vorrei vederti in faccia anche se me la immagino ,basta guardare un qualsiasi didietro maschile

@Robertok06

o lo so. Quanto alla riduzione delle bollette del 70%, permettimi di DUBITARE, a meno che tu non venda solo in provincia di Ragusa... fammi il calcolo/studio per il cliente quadratico medio in provincia di bergamo, o udine e poi vediamo, che dici?
OK.Mettiamo la media di 1200Kwh x kwp ( dove vendiamo noi c'è una media di 1400/1500) -Impianto 6kWP -7200 kWh -anno
Consumo cliente = 6000 KWh/anno -bolletta =1800 €
Autoconsumo 35% = risparmio = 648 € (2160*0,3)
Energia scambiata = (prelievo3840*0.3)-(immissione3840*0.14)= costi energia 614 € - Eccedenze 7200-(2160+3840)=1200kWh*0.08(energia venduta)=96 €
Costi con Fv= 518€ - Senza Fv=1800€ - circa 69% IN MENO ( ti ricordo che la media 1200 kWh/Kwp prodotti è una media del NORD NORD NORD ITALIA)
VAI A GIOCARE A MOSCA CIECA IN AUTOSTRADA

rob.Tr.

haha, beh, con lo stradivari mi hai strappato una risata!
anche se, alla fine, anche oggi si sono installati 120MWp, e così domani...e dopodomani....compreso l'impianto di Patrizio, e mwp dopo mwp, le rinnovabili si faranno strada. Nonostante quelli che vedono sempre il bicchiere mezzo vuoto....quello che puoi dire non muta il fatto che in un paese europeo l'eolico ha superato il nuke....e in italia sono cresciute del 15,5% quest'anno. ALTRO che kaputt...

@ En - 14/01/2014 - 16:32 la

@ En - 14/01/2014 - 16:32

la dispensa pag.16 del tuo lo spiega bene.....mister acchiappa granchi
----------------
1) La "dispensa"????? E' una presentazione di scienziati qualificati ad una conferenza del settore, che e' stata pubblicata in seguito su una rivista internazionale "peer reviewed"... e tu la chiami "dispensa"????
Ahaahahaah... ahaahahaahah... della serie "passami quel pezzo di legno"... disse il primo violino indicando lo Stradivari al collega!... ahahaahahah....
Magico enri!... ahahaahahaah.... la "dispensahahaahahaahaahah"....

2) "dispensa" a parte... ahahaah... scusa... ma e' impossibile resistere... dispensa a parte... pag.16 neanche esiste nella "dispensa"... ha 14 pagine... e se e' al "short term transition" mi dispiace informarti che NON e' il "short term" che speravi tu... l'ultima frase dell'ultima pagina, che dice...
"Short term transition runs will increase system costs"

... significa semplicemente che i costi delle VRE sono destinati ad AUMENTARE i costi di sistema, cioe' l'esatto opposto di quello che il delirio "ambientalista" recita da anni, e cioe' che con le rinnovabili intermittenti FV e eolico i costi magicamente scenderanno perche' "il combustibile e' gratis"...
Una volta di piu' hai cannato... e lo sai perche'? Perche' Dunning e Kruger ti hanno beccato in pieno, hanno descritto esattamente il tuo tipo di persona: non sai nulla, e proprio dal basso di questo non non sapiens ti ergi a profondo esperto della materia, qualsiasi materia, poco importa.
La buona notizia e' che su queste pagine sei in buona compagnia!... ahaahahah.... siete in tanti, non preoccuparti.

Ciao, e ti raccomando... studia le "dispense" del Potsdam Institute che domani ti interrogo.

R.

P.S.:ovviamente, nel caso ti sembri che io abbia travisato la tua interpretazione del "short term", non esitare a spiegarmela per bene... io sono disposto ad imparare cose nuove DA CHIUNQUE, al contrario di te che non sei disposto ad imparare nulla anche da chi ne sa mille volte piu' di te.

@ Patrizio - 14/01/2014 -

@ Patrizio - 14/01/2014 - 17:49

Buona installazione di impianto...non servira' a nulla a livello energetico per il paese (dati Terna docent) ma se ti riempie le tasche buon pro per te...

ahahahahhahahahahaha, non servirà a nulla ahahahahahha ,le persone hanno soldi da buttare ? vero?
-----------------
Fin'ora, con il kWh "incentivato"piu'che altro le persone avevano soldi DA FARE... sulle spalle degli altri abbonati elettrici.

-----------------
al cliente servirà parecchio , ridurrà le sue bollette del 70% e un domani chissà se dirà addio alla rete
-----------------
Io lo so. Quanto alla riduzione delle bollette del 70%, permettimi di DUBITARE, a meno che tu non venda solo in provincia di Ragusa... fammi il calcolo/studio per il cliente quadratico medio in provincia di bergamo, o udine e poi vediamo, che dici?

-----------------
...aiuta l'ambiente e le sue tasche, le mie relativamente ,alcolta bene : SENZA INCENTIVI !! (ti è chiaro?)
-----------------
Mi e' chiaro, mi e' chiaro... io sono fisico, come ben saprai a questo punto ed ho dimestichezza con i calcoli... e' per quello che ho difficolta' a capire come fino a pochi mesi fa, con gli SCANDALOSI livelli di "incentivazione" solo 176 mila dei quasi 23 MILIONI di famiglie italiane (cioe' 1 su 130) si sono dotate di impianti FV, mentre adesso che gli "incentivi" non ci sono piu' ci sarebbero orde di famiglie che assediano il tuo ufficio per ordinare impianti...
Dai, elabora, fatti anche tu un'arrampicatina su 'sto specchio.

-------------------
vai a pulire i piazzali delle centrali con i pentoloni...
-----------------
Alla tua tristissima battuta rispondo con un DATO inoppugnabile... sito entsoe.net... in questo esatto momento l'Italia sta importando 2.3 GWe dalla Francia direttamente, piu' una quantita' paragonabile dalla Svizzera (il sito non indica il dato in questo momento, ma certamente non e' zero)... mentre ne' l'impianto FV che hai installato oggi ne' i 1000 che ti auguro di installare prossimamente generera' MAI un solo Watt di potenza alle 18:30 di un 14 gennaio.
Alla luce di tutto questo, direi che i pentoloni danno 10 a 0 ai tuoi pannellini farlocchi ad occhi chiusi...

Vai, pascola.

R.

@TROLL delle mie scarpe BUUUUU

Buona installazione di impianto...non servira' a nulla a livello energetico per il paese (dati Terna docent) ma se ti riempie le tasche buon pro per te...

ahahahahhahahahahaha, non servirà a nulla ahahahahahha ,le persone hanno soldi da buttare ? vero? al cliente servirà parecchio , ridurrà le sue bollette del 70% e un domani chissà se dirà addio alla rete...aiuta l'ambiente e le sue tasche, le mie relativamente ,alcolta bene : SENZA INCENTIVI !! (ti è chiaro?)
vai a pulire i piazzali delle centrali con i pentoloni...

buuuu

ecco qui, mister genio....short term...me parla lo studio DA TE postato ieri con dispense...(del 2012...)vedi tu quanto sei brillante, riguardo al resto, non vedo proposte, ma inutile polemica....come sempre individui il punto focale delle risposte che la gente ti fornisce....................

la dispensa pag.16 del tuo lo

la dispensa pag.16 del tuo lo spiega bene.....mister acchiappa granchi

@enri "Se poi anche i tuoi

@enri

"Se poi anche i tuoi studi parlano di un aumento di costi solo nel short term transition, mi spiace, ma non devi arrabbiarti con me."

Dai,minus, vediamo le tue carte: quali "studi" (plurale) e dove lo dicono (numero di pagina). E magari anche quento "short" sarebbe il term.

In assenza di risposte PRECISE dedurro' che hai sparato l'ennesima stupidaggine,per non dire altro?

R.

@orifiz' "Vai sull'articolo

@orifiz'

"Vai sull'articolo sulla nuova tariffa sulle pompe di calore e prova a rispondere....o ad ammettere lo stato delle cose....
io vado ad installare un'altro FV...."

Vado di corrrrssaaaa!.... ma promettimi di non farmi perdere tempo per nulla, ok?
Buona installazione di impianto...non servira' a nulla a livello energetico per il paese (dati Terna docent) ma se ti riempie le tasche buon pro per te...

R.

no caro mio...non è questione

no caro mio...non è questione di prendersi sul serio, è che a volte sembra solo che rispondi per rispondere, perchè non sembra proprio che avevi capito.

Lo studio di db parla di un lcoe del fv molto più basso rispetto alla media, in molti paesi, anche con il nuke. La stessa solfa la ripeti tu....fra l'altro smentita, tipo...mercato fv kaputt...
Ad ogni modo, per tornare sull'argomento principale, stiamo commentando un aumento delle rinnovabili rispetto 15,5% rispetto all'anno passato, ovvero un settore che, nella generale crisi economica, è stato anticiclico.

Se poi anche i tuoi studi parlano di un aumento di costi solo nel short term transition, mi spiace, ma non devi arrabbiarti con me.

Gli incentivi sono serviti a creare un mercato che adesso va da solo, non diverso dagli incentivi alla ricerca e agli aiuti diversi che ci sono stati e ci saranno in molti altri settori, per la cronaca, anche nella ricerca nucleare. Ora, il costo degli incentivi dovrai dividerlo fra tutta la potenza installata, anche quella non incentivata del futuro (secondo me), oltre a tutti gli altri benefici tipo tasse lavoro occupazione minor inquinamento. Ribadisco, preferisco pagare qualche euro di più per l'elettricità verde, che lasciare le cose come sono. Il vero problema è che è facile trovare uno studio che evidenzia un aspetto critico delle rinnovabili (ma superabile), come è facilissimo trovarne altri a favore, solo che tu salti sempre il passaggio di dire poi -dopo la critica- la tua idea. Ricordo che anche tu, a questa domanda, hai risposto "fv su tutti i tetti". Quindi, anzichè scaldarti sul 2050, dove anche io credo NON si avrà il 100% di energia rinnovabile, comincia a dire che ADESSO è utile muovere dei passi per aumentare la quota di energia rinnovabile nel mix elettrico, cosa che avviene pur con l'ostilità di grandi lobby energetiche e molti governi. Io credo che questo settore sia una opportunità unica in molti campi, specie in un momento di crisi. A te, se non sei d'accordo, il compito di indicarmi una differente via per diminuire l'inquinamento da generazione di elettricità ed i rischi collegati.

Ah Robè

Vai sull'articolo sulla nuova tariffa sulle pompe di calore e prova a rispondere....o ad ammettere lo stato delle cose....
io vado ad installare un'altro FV....

@ Enrico - 13/01/2014 -

@ Enrico - 13/01/2014 - 20:24
...
capisci che è un modo di dire?
-------------------
Ma certo che no!... non lo conoscevo questo modo di dire, sono nato ieri, come te...grazie di avermelo spiegato!... ahahaahh...
Dimmi una cosa, ma ti prendi veramente sul serio fino a questo punto, tu?

-------------
...non so, se vuoi continuiamo, ma questo alto livello del confronto su cui porti sempre le cose mi infastidisce.
-------------
Quale livello? Sei tu che abbassi il livello: citi uno studio dicendo che parla principalmente degli USA, quando NON e' vero, cita DECINE di altri paesi, fra i quali l'Italia... te lo faccio notare e continui a ripetere la stessa solfa all'infinito... e sarei io ad abbassare il livello?
Vai, pascola.

---------------
mi godo la mia GROSSA FETTA di energia rinnovabile, quasi il 40%,
---------------
Eh!...puoi certo godertela e farti anche un brindisi con lo spumante... tanto te lo pagano gli italiani con gli "incentivi", no?
CLAP! CLAP!...

---------------
e ti faccio una sonora pernacchia, con uno specchio riflesso sugli insulti. Ti consiglio di leggere l'art. 594cp., prima di rispondere, perchè non tutti sono poco permalosi come me.
---------------
Io ti qualifico in base alle stupidaggini che scrivi... non e' colpa mia se praticamente ogni tuo intervento applica il modo di dire "quando il dito indica la luna l'imbecille guarda il dito".

Ciao bello, salutami Dunning e Kruger quando li vedi.

R.

P.S.: tanto per non scrivere un messaggio di sola aria fritta, propongo questo ennesimo studio/esempio del perche' la penetrazione massima di rinnovabili intermittenti sia un problema invalicabile per la germania (simili ragionamenti si applicano all'Italia e/o altro paese):

http://epjwoc.epj.org/articles/epjconf/pdf/2013/15/epjconf_lnes2012_0100...

tanto per la

tanto per la cronaca....italia d'egitto è un modo di dire: ripeto: lo studio parla dell'lcoe dell'america, mica come dici tu esclusivamente dell'italia.......america, altro che italia ed italia d'egitto....

capisci che è un modo di dire? come dire...ma vai a quel paese (e non è quel paese)...oppure...bravo roberto che obiezione arguta.....oppure....che risposta d'egitto roberto.....hai come sempre colto nel segno roberto......che discorso brillante.....capisci, non è che un modo di dire....ma ovviamente tu capisci tutto, anziché dare del demente agli altri.......rifletti! per finire...chi si loda si imbroda.....non so, se vuoi continuiamo, ma questo alto livello del confronto su cui porti sempre le cose mi infastidisce. peraltro....dove vuoi andare?da dove vieni?dove sei....con le tue elucubrazioni...non si capisce cosa vorresti dimostrare.....mi godo la mia GROSSA FETTA di energia rinnovabile, quasi il 40%, e ti faccio una sonora pernacchia, con uno specchio riflesso sugli insulti. Ti consiglio di leggere l'art. 594cp., prima di rispondere, perchè non tutti sono poco permalosi come me.

@ En - 13/01/2014 - 14:09 se

@ En - 13/01/2014 - 14:09

se non che il rapporto di db parlava dell'america..... dello sviluppo a livello mondiale....che italia d'egitto verrebbe da dire
-----------------
Ma tu sei demente!... cosa vorrebbe dire "che italia d'egitto"?...parlava o no dell'italia?

-----------------
....cmq il tuo vecchiotto studio parla solo di short term transition...........no, tanto per smentirti.
-----------------
vecchiotto???? Settembre 2012? Come li vuoi gli studi tu?... freschi di frantoio?
E dove avresti letto "short term transition"??? Io questi termini non li ho trovati ne' nell'articolo di Energy ne' tantomeno nella presentazione ppt... TU DE-LI-RI! DE-LI-RI! DE-LI-RI!

Ma vai a farti uno sciampo, va!.... ed io che continuo a perder tempo con te.

R.

aridaje

se non che il rapporto di db parlava dell'america..... dello sviluppo a livello mondiale....che italia d'egitto verrebbe da dire....cmq il tuo vecchiotto studio parla solo di short term transition...........no, tanto per smentirti.

@en Toh... ti faccio un

@en

Toh... ti faccio un cadeau... presentazione di uno degli autori dell'articolo di Energy Policy che ho appena citato... senza bisogno di comprarti l'articolo stesso...

http://www.iaeeu2012.it/pdf/Ueckerdtppt.pdf

In particolare, punto 4 delle conclusioni... al crescere della menetrazione di rinnovabili intermittenti cresce il System LCOE, nel caso della Germania al 30% di penetrazione di FV bisogna aggiungere piu' di 7 cEuro ad ogni kWh all'LCOE "normale", per l'eolico piu' di 5...

CVD.

R.

@en " Se adesso, dopo anni

@en

" Se adesso, dopo anni che usi lcoe per dire che il fv non ti va bene,quando improvvisamente diventa competitivo non ti va più bene lcoe....dimostri chiaramente la tua faziosità (sono d'accordo con te, non va bene, perchè non considera gli ulteriori vantaggi -ad esempio sanitari- del fv)."

A dire il vero e' stato l'esatto contrario!... piu' volte ti ho detto di calcolare l'LCOE del FV utilizzando il sito dell'NREL e mi hai detto che non andava fatto (salvo che a fianco c'era l'ennesimo articolo di QE che lo faceva...)... quello che dico nel caso del rapporto DB e' che NON HA SENSO dire "in Italia l'LCOE del FV e' sotto al costo dell'elettricita' di rete" perche' sarebbe valido solo per sistemi off-grid, quando ti generi tutta l'elettricita' col FV, nel qual caso devi aggiungerci gli enormi costi del sistema d'accumulo.

Comunque, anche se so che citare studi scientific seri a te e' come dare perle ai porci... ecco qui un articolo scintifico recentissimo che parla proprio di questo...

http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0360544213009390

Se non ci arrivi te lo spiego volentieri.... OK... te lo spiego!

R.

@marcello "Io mi tengo dei

@marcello

"Io mi tengo dei dubbi e vorrei vederlo "nero su bianco""

Basta che tu scarichi un rapporto del GSE... e' scritto nero su bianco, come piace agli juventini... :-)

R.

Marcello

anche io me lo sono domandato, Alsarago mi ha detto (senza metterci la mano sul fuoco) che se ne tiene conto.Io mi tengo dei dubbi e vorrei vederlo "nero su bianco"

troll's

mah, a questo punto, direi che è inutile.
Già altre volte mi sono sentito di insistere....alla fine la pazienza è stata coronata dal successo, quando mi hai scritto "ho preso un grosso granchio".
Sinceramente questa volta non ne vale la pena. Se adesso, dopo anni che usi lcoe per dire che il fv non ti va bene,quando improvvisamente diventa competitivo non ti va più bene lcoe....dimostri chiaramente la tua faziosità (sono d'accordo con te, non va bene, perchè non considera gli ulteriori vantaggi -ad esempio sanitari- del fv).
Se difendi a spada tratta una tecnologia che non sfonda per tua stessa ammissione, contro una che si installa a volontà.....che senso ha insistere? evidentemente se si facesse come dici tu dovrebbe restare tutto così com'è.
La marcegaglia c'entrava, perchè dice le tue stesse cose in audizione nella commissione europea, a difesa delle industrie inquinanti..........................................un caso?
intanto, mi godo il fatto che 106Twh sono il 15%in più dell'anno scorso, meno dell'anno prossimo.....

@evgalois Oltre ai grafici

@evgalois

Oltre ai grafici da te citati, ti consiglio di cercare "HDI vs electricity consumption", dove HDI sta per human development index, che tiene conto dell'aspettativa di vita, il GDP (normalizzato PPP) e la scolarita'... si vede che l'Italia e' molto vicina al punto in cui la crescita lineare dell'HDI rispetto al consumo di elettricita' diventa piatta.
I paesi che sono sulla parte lineare sono quelli per i quali una regressione nei consumi elettrici porta ad un peggioramento dell'indice HDI, cioe' gli abitanti di quei paesi vivono di meno, studiano di meno, guadagnano di meno (una combinazione delle tre cose)...

Adesso non ho tempo di cercare e postare i links, ma si trovano facilmente.

R.

@Alberto: grazie per il

@Alberto: grazie per il documento.

Anche se su scale graficamente scomode da comparare, il documento riporta un grafico "total energy consumption" e un grafico "GDP" chiaramente correlati (la buca del 2009 è palese). E tutto questo con "aumento di efficienza incluso".

Dovrei aver trovato il grafico italiano "energy vs gdp":
http://1.bp.blogspot.com/-lwDa7zrF1qs/UO_fO07joII/AAAAAAAABMo/NoDTAxSZbs...

In questo grafico mostra le variazioni percentuali associate di energy e gdp per i PIIGS. Penso che questo grafico sia eclatante.
http://www.financialsense.com/sites/default/files/users/u673/images/2012...

PS: io sono contento dell'aumento di efficienza ed è imperativo perseguirla in tutti i campi, ma non usiamola come "scusa" per giustificare il crollo dei consumi energetici.

autoconsumo fotovoltaico e non solo.

Davanti a questi dati mi domando sempre se si tiene conto degli autoconsumi soprattutto del ftv che, a memoria, si aggira sul 20% del ftv stesso e andrebbe ad aumentare il consumo totale.

@Enrico - 13/01/2014 -

@Enrico - 13/01/2014 - 07:52

no, caro mio.
1) se fai finta di nulla sul fatto che in molti paesi lcoe del fv è inferiore al costo dell'elettricità, è un problema tuo.
---------------
Io non faccio finta di niente!... ho solo specificato cosa voglia dire "costo LCOE", tutto li... ed infatti non conta nulla per una tecnologia intermittente come il FV, perche' devi comunque integrarne la produzione con altre centrali/fonti che NON sono incluse nel costo LCOE... infatti la metodologia da adottare per le intermittenti dovrebbe essere un'altra, non la LCOE.
Riprova.

---------------
2)su assocarboni, intanto tu dicevi che nel mondo c'era più nuke che in europa, basta guardarlo per capire che ti sei sbagliato.
---------------
Tu hai veramente dei gravi problemi cognitivi, amico mio!
Nel mio messaggio qui sotto ho CHIARAMENTE scritto proprio il contrario di quanto tu mi metti in bocca...
------------
robertok06 - 12/01/2014 - 20:12
@enri
...
"La media mondiale, ed europea in particolare, è molto più bassa."
Casomai e' il contrario... la media mondiale e' piu' bassa di quella europea.
------------
... perche' menti come un bambino? Sai leggere?

------------
3) sei verameente insopportabile. perchè siamo arrivati a parlare di questo? perchè tu ritorni sempre sullo stesso tasto.......rotto. allora è chiaro che se negli ultimi sei anni il nuke ha perso il 12%, si capisce il tuo nervosismo.....per la cronaca, adesso a livello mondiale è circa al 10%. E' un dato di fatto che l'industria nucleare non sta "sfondando".
http://www.qualenergia.it/sites/default/files/articolo-doc/produzione-nu...
------------
E chi avrebbe mai detto che ha sfondato, sta sfondando o sfondera' mai?
L'unica cosa sfondata e' il tuo cervello, fatti curare. Non ne azzecchi una.

------------
4) poi ancora con questo impossibile impossibile....mi sembri l'emma marcegaglia in commissione europea........e cmq non c'entrava, sei sempre off topic.
------------
E meno male che sarei io sempre off topic... la marcegaglia che c'entra?... curati!

------------
Io mi godo i miei 100Twh rinnovabili, me li godo tutti, il tuo nervosismo non mi tocca, mi commuove.
------------
A parte che l'unica vera cosa che ti godi sono i soldini che ti entrano sul conto in banca grazie agli "incentivi" ai pannelli che hai sul tetto... ma VISTI I DATI di Terna, direi che le lacrime sul tuo viso non sono dovute alla commozione, ma al 57% di elettricita' da carbone/gas!... cough!... cough!...

------------
Più ti innervosisci, più mi diverti, significa che siamo sulla strada giusta, conta la media capisci? 38,8% non è forse una grossa fetta di produzione?il 15,5% dell'anno scorso....e l'anno prossimo sarà di più. vai, rosica.
------------
Ti diverti con poco.

R.

no, caro mio. 1) se fai finta

no, caro mio.
1) se fai finta di nulla sul fatto che in molti paesi lcoe del fv è inferiore al costo dell'elettricità, è un problema tuo.

2)su assocarboni, intanto tu dicevi che nel mondo c'era più nuke che in europa, basta guardarlo per capire che ti sei sbagliato. Poi c'era un altro link....che ovviamente non hai visto.

3) sei verameente insopportabile. perchè siamo arrivati a parlare di questo? perchè tu ritorni sempre sullo stesso tasto.......rotto. allora è chiaro che se negli ultimi sei anni il nuke ha perso il 12%, si capisce il tuo nervosismo.....per la cronaca, adesso a livello mondiale è circa al 10%. E' un dato di fatto che l'industria nucleare non sta "sfondando".
http://www.qualenergia.it/sites/default/files/articolo-doc/produzione-nu...

4) poi ancora con questo impossibile impossibile....mi sembri l'emma marcegaglia in commissione europea........e cmq non c'entrava, sei sempre off topic.

Io mi godo i miei 100Twh rinnovabili, me li godo tutti, il tuo nervosismo non mi tocca, mi commuove. Più ti innervosisci, più mi diverti, significa che siamo sulla strada giusta, conta la media capisci? 38,8% non è forse una grossa fetta di produzione?il 15,5% dell'anno scorso....e l'anno prossimo sarà di più. vai, rosica.

@enri "In europa in pochi

@enri

"In europa in pochi anni è passata dal 20 al 15%,"

Ahaahahah... due righe sopra a questa demenzialita' che hai scritto c'e' il link dell'assocarboni dove mostrano il nucleare europeo sopra al 30%... ahaahaha.... nota che e' sbagliato pure quel dato, non riesci neanche a trovare un link corretto.

Vai, pascola.

R.

@enrico " al contrario di

@enrico

" al contrario di quello che dici tu nel mondo la percentuale di nucleare è inferiore che in europa."

Ma tu sei FUORI DI TESTA!... fatti vedere da uno bravo!... sei TU che ha detto che in Europa ce n'e' di meno che nel resto del mondo... hai scritto questo...

" esiste un solo paese al mondo in cui il nucleare produce più della metà dell'elettricità (per ora, fra un po scenderà....) col nucleare.
La media mondiale, ed europea in particolare, è molto più bassa."

... cosa vuol dire "la media mondiale, ED EUROPEA IN PARTICOLARE, e' molto piu' bassa"?

... "europea in particolare" vuol dire che l'europa ha piu' o meno nucleare in percentuale del resto del mondo?

Oltre che ignorante in scienza e tecnologia sei anche ignorante nella tua lingua madre... ben messo sei.

Fine del discorso, non ho tempo da perdere a fare supporto psicologico.

R.

@enri "ps. sei talmente

@enri

"ps. sei talmente ridicolo!!!io ti ho postato un documento di dbank, tratto da qe, che parla del lcoe in vari paesi del mondo, dove è inferiore al nucleare....che c'entra che mi rispondi dell'italia?ridicolo."

Il ridicolo sei tu, io ti ho risposto a proposito del LCOE del FV italiano citato nel documento di Deutsche Bank... sei talmente indietro con le carte che non te ne sei nemmeno reso conto!... ahahaahh...

Vai, pascola.

R.

http://www.assocarboni.it/ind

http://www.assocarboni.it/index.php/it/il-carbone/energia-elettrica-e-ca...

comunque, piccolo troll, al contrario di quello che dici tu nel mondo la percentuale di nucleare è inferiore che in europa.

In europa in pochi anni è passata dal 20 al 15%, sempre aspettando flaman "piano piano" ville. io, nel bel paese del sole, mi godo i miei 100Twh italiani, mentre il nuke nel mondo fra il 2005 ed oggi ha perso 300Twh e ti lascio volentieri le tue scorie ed i tuoi patetici schizzi di veleno.

per finire, riporto la memorabile frase che incornicia un successo lungo quasi 60anni:
Dal 17% del 1993, la quota di energia atomica nel mix elettrico mondiale è scesa al 10% nel 2012 e probabilmente è destinata a scendere ancora
http://qualenergia.it/articoli/20130712-rinascita-nucleare-da-questi-dat...

le tue idee non decollano, anzi!
peccato, una mente così brillante....

ma qualcuno, onestamente,

ma qualcuno, onestamente, riesce ad arrivare fino in fondo alle sparate del troll quando ci si mette e parte con i suoi pipponi chilometrici sul supernucleare?
è una pippa, non se lo ca.. nessuno, sta lentamente andando sulla strada del tramonto, ancora illuminato dalle glorie degli anni 80, finanziato dalle tasche dei contribuenti che -bontà loro- ancora non sanno quanto dovranno spendere per smantellarli (corte francese docet).
caro mio, intanto io credo che una progressiva decarbonizzazione dell'energia passi da un progressivo aumento delle rinnovabili. l'obiettivo è il 100%, intanto se 100TWh provengono dalle rinnovabili anzichè dal carbone, solo tu dici che è una cosa sbagliata.
Parliamo veramente due lingue diverse. L'anno prossimo in italia si installerà un altro Gwp di solare, senza incentivi, grazie agli incentivi precedenti, quindi, dovrai ogni anno inserire nel costo del solare TUTTO il solare.....del resto, non hai alternativa: se non vuoi inquinamento, DEVI installare rinnovabili. FORSE è questo il tuo problema.TU VUOI fossile.tra due anni, le rinnovabili produrranno il doppio di quella tecnologia caxuta che tu ami tanto, che attualmente fornisce il 2,5% dell'energia primaria mondiale.

ps. sei talmente ridicolo!!!io ti ho postato un documento di dbank, tratto da qe, che parla del lcoe in vari paesi del mondo, dove è inferiore al nucleare....che c'entra che mi rispondi dell'italia?ridicolo.

@enri Aveco scritto poco

@enri

Aveco scritto poco sotto, "risponditori del menga astenersi"... perche' mi rispondi comunque?

Ad ogni modo... per carita' cristiana...

"ora io ti chiedo: cosa intendi per grossa fetta? e che altra idea avresti?"
L'ho detto ESATTAMENTE? ho citato pure QUANTI TERAWATTORA... cosa devo fare di piu'?

"insomma, esiste un solo paese al mondo in cui il nucleare produce più della metà dell'elettricità (per ora, fra un po scenderà....) col nucleare."
A parte che non ce n'e' solo uno, ma anche se fosse... dove vuoi arrivare? Boh...

"La media mondiale, ed europea in particolare, è molto più bassa."
Casomai e' il contrario... la media mondiale e' piu' bassa di quella europea. Non ne azzecchi una... fai apposta a mancarle tutte? Boh...
Ad ogni modo, e' tanto "molto piu' bassa" che il nucleare e' la prima fonte in europa... ahaahahaahah....

"In spagna, scopriamo l'altro giorno, il solo eolico supera il nucleare,"
Eh!... se fermano ancora un paio di reattori lo metteranno a zero... e quindi? Boh...

"le rinnovabili spagnole sono quasi la metà della produzione, in italia oltre 1/3."
Eh!... vedremo l'altra meta' e gli altri 2/3, che ti devo dire? Io sostengo che NON riusciranno mai a sostituire le centrali baseload al 100%, o anche all'80%, tu dici di si. Io so chi fra noi due ha letto decine, centinaia di articoli scientifici seri e sa maneggiare le 4 operazioni, quindi non mi pongo neanche la domanda "chi fra noi due ha ragione", e' auto-evidente.

"Cosa intendi per grossa fetta?"
Che fai?... mi prendi in giro? L'ho scritto a chiare lettere e numeri!... sparisci, zanzara noiosa.

"perchè a questo punto, neppure il nuke produce una "grossa fetta di elettricità", attestandosi intorno al 15-20% a livello europeo."
A parte la stima spannometrica, +/- 33%... complimenti per la precisione... vorrei solo farti notare che si tratta di piu' del 25%, 1 W su 4, mentre eolico e FV assieme sono anni luce indietro, pur avendo speso piu' soldi, molti di piu'.

"DUNQUE, neppure il nuke in 60 anni è riuscito ad ottenere il risultato che tu dici impossibile per le rinnovabili,"
L'unica differenza, che ti sfugge perche' sei minus habens, e' che i fautori del nucleare MAI hanno detto in passato che avrebbero sostituito tutte le centrali a fossili, mentre voi pro(FV e pro-eolico continuate a dire che lo farete, anche quando e' evidente che e' una mission impossible.
Disegnino?

" e non sembra che nel futuro potrà farlo."
Ma certo... infatti saranno carbone e lignite che diventeranno presto i primi della lista.

"Dunque, evidentemente, se non bisogna installare rinnovabili (anche se dicevi di volerle su tutti i tetti) e non aumenterà il nuke"
... non resta che continuare con carbone, lignite e, sa va bene, gas... toh!... mi dicono dalla regia che e' proprio quello che sta succedendo!... che caso no? ahahaahah....

"......non resta che andare avanti cosi, secondo te? bravo, bravo, bis."
No, secondo me, e te l'ho gia' detto non so quante volte, un altra strada da seguire ci sarebbe, e' alla nostra portata (non parlo dell'italia, dormi tranquillo)... SE non vogliono seguirla O se vogliono abbandonarla, ALLORA vorra' dire che si continueranno ad utilizzare le centrali a fossili su larga scala, perche', e anche questo te l'ho detto mille volte... E' FISICAMENTE IMPOSSIBILE MANDARE AVANTI IL CONTINENTE EUROPEO CON VENTO E SOLE.

"Capisci?"
Io si, certo. Sei tu che non capisci una beneamata fava di nulla.

" non solo il discorso che fai e ribattere allo stesso è necessariamente frammentario su un simile strumento come un sito, e costringe chi vuole risponderti ad inseguire il tuo saltare di palo in frasca, ma è evidente quanto fine a se stessa la tua inutile critica sia, perchè non presenti MAI nessuna alternativa."
Ma come no? L'ho fatto mille volte... se tu sei indietro con le carte e non ci arrivi non e' colpa mia.

" senza proposte ed idee, solo con l'attacco, puntualmente smentito, non fai onore alla tua intelligenza, che peraltro umili continuamente, abbassandoti ad insultare tutti, per l'evidente mancanza di argomenti validi."
Ma vai a farti uno shampo, vai!

"ps ti sei guardato il documento di db che ti ho postato sull'lcoe del fv?"
Tu non hai postato alcun documento, QE l'ha fatto.
Dice che il costo LCOE del FV italiano sarebbe di piu' di 10 cEuro/kWh... e quindi?
Il costo LCOE vuol dire, se tu ne sapessi piu' del ragno che mi sta facendo una tela nell'angolo del soffitto, che vendendo il kWh che produce solo di giorno e quasi mai da novembre a febbraio a quella cifra ripaghero' il costo del suo acquisto vendendo la corrente che produce a quel prezzo. E quindi?

Ripeto: che il FV "incentivato" sia un ottimo strumento finanziario per rubare soldi (legalmente) dalle tasche degli abbonati elettrici che non possono permetterselo (circa 49 ogni 50 famiglie) l'ho sempre detto... ma a me di fare soldi in questo modo NON interessa, la mia etica del lavoro e' un'altra, se vuoi essere pagato devi FARE qualcosa di piu' di spazzolare una volta alla settimana i pannelli che ho sul tetto o in giardino.
Oguno ha la sua etica, vero "enri"?
Vai, pascola.

R.

Roberto, ogni settimana che

Roberto, ogni settimana che passa, diventi più estremista, finenendo (scusa la franchezza) per risultare patetico.

TU SCRIVI:robertok06 - 11/01/2014 - 23:46
dico solo che le rinnovabili FV e eolico non potranno mai coprire la grossa fetta della domanda elettrica di paesi industrializzati, essendo fisicamente impossibile farlo

--------------------------------------
ora io ti chiedo: cosa intendi per grossa fetta? e che altra idea avresti?
insomma, esiste un solo paese al mondo in cui il nucleare produce più della metà dell'elettricità (per ora, fra un po scenderà....) col nucleare.
La media mondiale, ed europea in particolare, è molto più bassa.
In spagna, scopriamo l'altro giorno, il solo eolico supera il nucleare, le rinnovabili spagnole sono quasi la metà della produzione, in italia oltre 1/3.
Cosa intendi per grossa fetta?
perchè a questo punto, neppure il nuke produce una "grossa fetta di elettricità", attestandosi intorno al 15-20% a livello europeo.
DUNQUE, neppure il nuke in 60 anni è riuscito ad ottenere il risultato che tu dici impossibile per le rinnovabili, e non sembra che nel futuro potrà farlo. Dunque, evidentemente, se non bisogna installare rinnovabili (anche se dicevi di volerle su tutti i tetti) e non aumenterà il nuke.......non resta che andare avanti cosi, secondo te? bravo, bravo, bis.
Capisci? non solo il discorso che fai e ribattere allo stesso è necessariamente frammentario su un simile strumento come un sito, e costringe chi vuole risponderti ad inseguire il tuo saltare di palo in frasca, ma è evidente quanto fine a se stessa la tua inutile critica sia, perchè non presenti MAI nessuna alternativa. senza proposte ed idee, solo con l'attacco, puntualmente smentito, non fai onore alla tua intelligenza, che peraltro umili continuamente, abbassandoti ad insultare tutti, per l'evidente mancanza di argomenti validi.

ps ti sei guardato il documento di db che ti ho postato sull'lcoe del fv?

@enri " Enrico - 12/01/2014

@enri

" Enrico - 12/01/2014 - 11:32

ha giusto, la frase dopo diceva che la potenza, i famosi p, è LEGGERMENTE CRESCIUTA......peccato che se 1000MWp funzionano a 50MWe......mizzica che grande risultato."

Vedo che l'effetto psicotropo continua... deve essere roba buona... comunque giusto per far notare che la frase dopo a

"... supplying 50 MWe of its full rated capacity of 1020 MWe."

... in realta' dice questo:

"Next will come a series of online operational exercises before the unit begins full-power generation on full-time basis for operator China General Nuclear Power Corporation (CGN)."

"Next" vuol dire fra poche settimane, il tempo di salire in potenza col reattore, lo hanno appena acceso!

Oltre che in evidente ritardo sei anche falso... felicitazioni vivissime!

Vergognati.

R.

@alsy Grazie del rinfresco,

@alsy

Grazie del rinfresco, e' sempre bello leggere il nulla ma in una prosa piacevole... il contenuto e' nullo ma se ti fa sentire bene e utile per l'umanita' non saro' certo io a fermarti.

La storiella delle "rinnovabili" al 38, 42, 33 o altra percentuale fantascientifica e' il solito giochetto delle 3 carte... tutti i piani di sviluppo futuro a livello continentale o anche di singoli paesi, parlano di 100% o 80% di elettricita' generata dalle rinnovabili al 2050, dove EOLICO E FOTOVOLTAICO si prendono la parte maggiore della produzione.

Basta guardare i dati di Terna... da novembre a febbraio eolico+FV+geotermico coprono una media del 10,9%... il geotermico NON aumentera' proprio, l'idroelettrico ha margini di aumento potenziale di 3 GW (studio di qualche anno fa, utilizzando tutti i fiumi e torrenti che non sono ancora sfruttati)... cioe' una ventina di TWh/anno, un altro 8-9%.... dal quale e' evidente anche ai minus habens che il rimanente termoelettrico (57%) non potra' MAI essere rimpiazzato da vento e sole!... e' fisicamente impossibile farlo.... altri 160 TWh/anno conn l'eolico e il FV non li genererete mai.

Idem per altri paesi, in primo luogo il "faro" Germania... il flop e' gia' evidente, basta guardare (e capire!) i dati del Fraunhofer.

R.

P.S.: risposte del menga e risponditori annessi astenersi dal rispondere, grazie.