Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Spagna: eolico prima fonte. Le rinnovabili coprono il 42% della domanda elettrica

L'eolico in Spagna nel 2013 supera il nucleare, arrivando oltre il 21% della domanda. Gas e carbone crollano. Nonostante l'offensiva del governo contro le fonti rinnovabili queste arrivano a coprire il 42% del mix elettrico, grazie anche a un'eccezionale produzione idroelettrica. Le emissioni di CO2 del parco elettrico si riducono di oltre il 23%.

L'eolico in Spagna nel 2013 è stato la fonte più importante, superando la produzione da nucleare. Mentre il contributo di gas e carbone crolla, le rinnovabili crescono, arrivando a soddisfare oltre il 42% della domanda elettrica e permettendo di ridurre le emissioni del parco elettrico di oltre il 23%. E' quanto emerge dai dati del rapporto consuntivo preliminare per il 2013 (allegato in basso) diffuso da Red Eléctrica de España, il gestore di rete spagnolo.

Il 21,1% dell'energia elettrica consumata dagli spagnoli nel 2013, si scopre (vedi grafico sotto), è venuta dal vento, che nel 2012 era al 18,1% del mix. L'eolico ha così superato per la prima volta, seppur di poco, il nucleare, la cui produzione è scesa di 8 punti percentuali.

Le turbine spagnole alle 4 del pomeriggio del 6 febbraio 2013 hanno raggiunto il record di potenza istantanea, con 17.056 MW e anche quello di produzione oraria, con 16.918 MWh. Nella settimana di Pasqua 2013 un mix di bassa domanda e alta produzione da eolico e idroelettrico ha portato addirittura a dover ridurre l'output – oltre che dal termoelettrico – anche dalle centrali nucleari, notoriamente poco flessibili: un evento che in Spagna non succedeva dal 1997.

A parte questa circostanza, non sembra comunque che un così robusto contributo di una fonte non programmabile come il vento abbia creato problemi al sistema elettrico spagnolo. Qualche preoccupazione in più l'aumento della produzione da fonti pulite l'ha data al termoelettrico. C'è stato infatti un crollo impressionante per carbone e gas: la loro produzione è scesa rispettivamente del 27% e del 34%. Il contributo al fabbisogno elettrico spagnolo del carbone è sceso dal 19,3 del 2012 al 14,6%, quello dei cicli combinati a gas dal 14,1 al 9,6%: per avere un'idea di quanto stiano soffrendo i cicli combinati si pensi che questa tecnologia costituisce quasi un quarto della potenza totale installata in Spagna (nel grafico sotto l'andamento della produzione delle diverse fonti).

Le rinnovabili nel 2013, come anticipato, hanno coperto circa il 42% della domanda elettrica, ben 10 punti percentuali più dell'anno precedente e le emissioni del sistema elettrico sono scese del 23,1% rispetto alle 2012 (vedi grafico sotto).

Oltre a quanto detto sopra, ha pesato molto un'eccezionale produzione dell'idroelettrico (le forti piogge hanno spinto la produzione in su del 75% portando la tecnologia a coprire il 14,4% della domanda contro il 7,7% del 2012) e il calo della domanda stessa, scesa del 2,3% (che diventa il 2% tenendo conto di clima ed effetti di calendario).

Sostanzialmente stabile il contributo in produzione del fotovoltaico e del solare termodinamico, che assieme danno circa il 5% dell'elettricità spagnola. Queste due tecnologie sono comunque le uniche ad aver registrato una crescita in quanto a potenza installata (+15%, cioè 300 MW per il termodinamico e +3,3% cioè 140 MW per il fotovoltaico), nonostante i durissimi colpi inferti dal governo di Madrid a suon di norme anche retroattive per fermare lo sviluppo delle rinnovabili.

Il report (pdf)

Segui QualEnergia.it  anche su e





Commenti

ancora?

beh, noisosissimo ripetitivissimo amico mio, somma i 12 thw di biomasse ai numeri che dicevi prima, e i conti torneranno anche a te, oramai nella leggenda per aver fatto 36 PER UNO UGUALE A......54.
comunque, ciò non sposta il fatto che, al di la di quello che tu dici, ossia che le rinnovabili non producono energia.....il solo eolico in spagna produce più del nucleare..........fonte marginale nello scenario energetico complessivamente considerato, con il suo 2,5% circa.

@orifiz' "TROLL qualcosa

@orifiz'

"TROLL qualcosa non torna ,calo del 3% dei consumi e il termoelettrico invece cala del 12% in piu' calo delle importazioni.....non trovo una logica in quello che dici.....
è LA REALTA', VUOI CONTINUARE A NEGARLA???"

Sei TU che neghi che il FV non produca nulla per 4 mesi all'anno, ciccioooo...

Meno di 2 TWh in 2 mesi interi, novembre e dicembre, quando il paese ne ha consumati 51,7, con una media di 0,85 TWh/giorno...fosse stato per i tuoi pannellini-ini-ini l'italia avrebbe funzionato alume di candela 14 ore al giorn per 2 mesi.... 2/51,7 fa 0.039, il 4% SCARSO!... e a gennaio e febbraio andra' solo marginalmente meglio, se non ci si mette la sfiga e va anche peggio... quindi permettimi di farti una sonora PERNACCHIA.

R.

P.S.: FV e eolico, le fantastiche rinnovabili intermittenti, hanno generato nel 2012 5 TWh in piu'rispetto al 2012... il termoelettrico e' calato di quasi 25 TWh.... occorre essere dei geni per capire che pannellini e vento sono, ben che vada, responsabili di 1/5 del calo del consumo di fossili?... dai, genio, rispondi!

@orifiz' " Patrizio -

@orifiz'

" Patrizio - 10/01/2014 - 11:08

I pannellini che dici inutili hanno permesso ad una signora (una delle tante) di risparmiare 1800€ all'anno con il suo piccolo 6Kwp ,è lei che me lo fà notare e qui si parla di risparmio in bolletta non di incentivi....."

Ottimo!... hai trovato qualcuno che ha l'abitudine di stare in casa a mezzogiorno ad asciugarsi i capelli!... 1800 Euro corrispondono a circa 3600 kWh/anno... non male per lei e per te.

Te ne auguro tante altre, dal punto di vista energetico continuera' ad essere un epsilon infinitesimo di risparmio, comunque...

Ciao bello.

R.

@TROLLnuke

robertok06 - 10/01/2014 - 09:51

@orifiz'
".dove trovi il segno ++ ??? solo RINNOVABILI (FV +18%)"
Anche alla voce "tasso d'occupazione", che e' la PRINCIPALE RAGIONE del calo di consumi industriali...quella cosa che col FV da novembre a febbraio non ci fa nulla, e negli altri 8 mesi ci fa pochissimo comunque.

TROLL qualcosa non torna ,calo del 3% dei consumi e il termoelettrico invece cala del 12% in piu' calo delle importazioni.....non trovo una logica in quello che dici.....
è LA REALTA', VUOI CONTINUARE A NEGARLA???

@troll delle mie scarpe

I pannellini che dici inutili hanno permesso ad una signora (una delle tante) di risparmiare 1800€ all'anno con il suo piccolo 6Kwp ,è lei che me lo fà notare e qui si parla di risparmio in bolletta non di incentivi.....
io non sono come te e la massa che guarda la televisione e si fà ipnotizzare dagli attori politici e lobbisti che la guidano, CLAP CLAP CLAP ,complimenti continua a credere a tutte le notizie pilotate e alla verità nascosta...io seguo le news selezionandole bene dal web e al max se uso la TV è per vedere un film.....comunque Qualenergia è azzecatissimo come nome inoltre è uno dei pochi che documenta le magagne del tuo caro nucleare...aihmè...
guardati l'ultimo articolo 1/3 dell'energia è stata coperta da rinnovabili nell'anno appena concluso....FA MALE ?

@orifiz' ".dove trovi il

@orifiz'

".dove trovi il segno ++ ??? solo RINNOVABILI (FV +18%)"

Anche alla voce "tasso d'occupazione", che e' la PRINCIPALE RAGIONE del calo di consumi industriali...quella cosa che col FV da novembre a febbraio non ci fa nulla, e negli altri 8 mesi ci fa pochissimo comunque.
Sei distaccato dalla realta',non c'e' nulla da fare.

R.

@orifizio "DICEVI QUALCHE

@orifizio

"DICEVI QUALCHE ANNO FA' CHE IL FV POTEVA POTENZIALMENTE COPRIRE SOLO L'1%/2%"

Beh... dato che di messaggi ne scrivo molti, anche qui su QE, ti sara' facile trovarne uno mio in cui dico una cosa del genere!

Non sara' mettendomi in bocca cose che non ho mai detto che coprirai le tue evidenti lacune culturali e cognitive... sostenere, come reiteratamente sostieni tu, che la copertura del 3,6% della domanda elettrica del paese durante un mese intero, dopo aver installato quasi 19 GWp di inutili pannelli sia una cosa da glorificare dimostra solo il tuo distacco dal mondo reale... i miei dati non sono strampalati ne' inventati, sono quelli di Terna... al 3,6% di fattore di capacita' medio un impianto di 3 kWp produce esattamente quanto ho scritto io, una media di 108 W, con un picco di potenza medio nel giorno di massimo consumo indicato sul documento di Terna di 1,3 kW attorno a mezzogiorno, quando nelle case delle famiglie italiane ci sono solo pensionati e disoccupati... in compenso quando i lavoratori tornano a casa si ritrovano con ZERO WATT di potenza fotovoltaica da sfruttare!... una tecnologia farlocca che produce pochissimo a male e vi costa un occhio della testa (ma a te riempie il portafoglio, no?), nulla di piu'.
Tra l'altro,se tu sapessi leggere un grafico e/o una tabella di numeri e interpretarli correttamente, vedresti che non e' solo il mese di dicembre che inchioda il FV nella categoria "tecnologie inutili"... le due tabelle riassuntive in terz'ultima pagina mostrano come i mesi di non produzione siano QUATTRO, da novembre a febbraio...cioe' un terzo della vita della gente.
Ritorna a sQuola e ripassa, ok?

R.

@orifiz' "SEI RIDICOLO ,A

@orifiz'

"SEI RIDICOLO ,A POSTARE NOTIZIE DEL ...WORD NUCLEAR NEWS....chi lo c... quel sito??? in quanti siete?? AHAHHHHHHAHAHAHHAH"

Pochi ma buoni!... come recita quel famoso detto... "millions of flies cannot be wrong, eat shit you too"... non sono i numeri di "utenti" che giustificano una certa cosa!... d altronde se dovessimo aspettare che sia questo sito a darci delle notizie indipendenti e affidabili sul nucleare mondiale campa cavallo!... glie l'ho detto piu' volte che dovrebbero cambiare il nome del sito... "QualEnergia" e' completamente sbagliato... hanno gia'deciso a priori quale DEVE essere.

"( per info il FV migliora l'efficienza al diminuire delle temperature ,ASINO!!)"
L'asino sei tu... per l'episodio di freddo estremo che attanaglia una bella fetta degli USA e del Canada (milioni di km quadrati, ciccio!) non si tratta di 2-3 gradi sotto zero con cieli sereni... possiedi una televisione?... guardi mai le news o ti limiti come enrichetto ai cartoni animati? Ahahaahah...

"(e l'EOLICO lo stesso con il tempo avverso...DOPPIO ASINO)"
Uh!... come no!... le pale delle turbine di 60 metri di lunghezza girano benissimo,senza problemi, con qualche centinaio di kg di ghiaccio e neve attaccati sopra!

Ti sei passato il testimone con enrichetto e alsy? Ti prego, continua...

R.

AHAHAHHAHA

robertok06 - 09/01/2014 - 16:13

@"ambientalisti" del blog...

Come funzionerebbero i pannellini e le ventoline in queste condizioni?... -25C e un bel strato di ghiaccio/neve che si riforma grazie al vento anche se lo si toglie?

http://www.world-nuclear-news.org/C-Cool-running-reactor-fleets-0801141....

SEI RIDICOLO ,A POSTARE NOTIZIE DEL ...WORD NUCLEAR NEWS....chi lo c... quel sito??? in quanti siete?? AHAHHHHHHAHAHAHHAH

( per info il FV migliora l'efficienza al diminuire delle temperature ,ASINO!!)
(e l'EOLICO lo stesso con il tempo avverso...DOPPIO ASINO)

@Troll Robert

@Troll Robert
...ma i tuoi dati strampalati che non significano niente,sei fuori tema !! 3,6% è la perc coperta dal solo FV nel mese peggiore...ti è chiaro?? AMMETTILO UNA VOLTA PER TUTTE CHE SEI UN FARLOCCO,TU DICEVI QUALCHE ANNO FA' CHE IL FV POTEVA POTENZIALMENTE COPRIRE SOLO L'1%/2% !!! è inutile che butti cifre sul fabbisogno del riscaldamento di una famiglia quando comunque l'energia aquistata dalla rete è in realtà scambiata con quella prodotta nei mesi migliori,poi per il risc da noi ora fanno la parte del leone le biomasse e non l'elettrico aquistato dai pentoloni come da voi....l'import dall'estero scende (-2,4)secondo te grazie a chi? il termoelettrico (-12%) sai che significa ? meno CO2...dove trovi il segno ++ ??? solo RINNOVABILI (FV +18%)
TU CONTINUA CON LA STRATEGIA DELLE CAZ..TE ,LA REALTA' PARLA CON I NUMERI
<< 100% RINNOVABILI IS POSSIBLE>>
vai a casa

@"ambientalisti" del blog...

@"ambientalisti" del blog...

Come funzionerebbero i pannellini e le ventoline in queste condizioni?... -25C e un bel strato di ghiaccio/neve che si riforma grazie al vento anche se lo si toglie?

http://www.world-nuclear-news.org/C-Cool-running-reactor-fleets-0801141....

:-)

R.

@orifiz' "... bene il 3,6%

@orifiz'
"...
bene il 3,6% della richiesta totale è stata coperta dal a tuo dire farlocco FV....stiamo parlando del mese di dicembre ,il meno produttivo dell'anno ....bene ora fai bene a sotterrarti perchè i fatti hanno smentito le tue FARLOCCHERIE che hai sparato gli anni scorsi......ricorda la storia non mente.......ROSICA-ROSICA-ROSICA"

ahahaahaha....ahahahaha... sei veramente forte,orifiz'!... con questo tuo intervento diventa una macchietta fra le macchiette "ambientaliste" che infestano questo blog... 3,6% di efficienza media durante il mese vuol dire che l'impianto domestico tipo di 3 kWp (la famosa "democratizzazione dell'energia", non dimentichiamolo) ha generato 108 W medi!... cioe' anche assumendo che si potesse stoccare l'eccesso di produzione senza perdite, la famiglia media di 3 persone che consuma 3000 kWh/anno (cioe' 250/mese) avrebbe potuto coprire 108*24*31=80 kWh, meno di 1/3 dei suoi consumi!... e questo sarebbe un successone per il quale io dovrei rosicare??? ahahaahahah... ahahaahah...
E tralascio il caso in cui la suddetta famiglia dovesse pensare di passare al riscaldamento con pompa di calore, come suggerito nell'articolo di QE a fianco... in quel caso morirebbe di freddo!...

E, dimmi!... dovrei anche ROSICARE per lo SPLENDIDO risultato indicato a pag.12 e 13... relativo al contributo delle fantastiche rinnovabili intermittenti eolico E FV all'ora del consumo piu' alto del mese?... oppsss... il picco di consumo d'inverno arriva DI SERA!... quando l'iperfarlocchissimo (sto finendo i superlativi dispregiativi, scusa) FV produce ZERO WATT??? ahahaahah... pag.13... all'ora di punta geotermico+eolico+FV hanno coperto il DUE VIRGOLA TRE PERCENTO della domanda del paese!... ahahahahaah... addaveni' EDF!...
A proposito di EDF, ...nota che alla stessa ora (18:00), come il resto del giorno, l'import (in larga parte da nucleare made in EDF) e' COSTANTE!... dovreste ringraziare EDF che vi manda quei benedetti GWh!... praticamente 1 giorno alla settimana (48gg/anno, o piu' di 3 ORE di ogni giorno dell'anno, se lo preferisci...), l'Italia INTERA gira grazie all'import!...

E tutto questo disastro di NON produzione del farlocchissimo FV lo pagate e pagherete per 20 ANNI SEI VIRGOLA SETTE MILIARDI DI EURO???
E sarei io a dover ROSICARE???... ahahaahahaah...
Sei semplicemente spudorato.

R.

P.S.: dimmi che non e' vero,che hai fatto apposta a scrivere un messaggio cosi' stupido!... non puoi veramente pensare che una fonte che 4 mesi all'anno (guarda i dati nella tabella in fondo, da novembre a febbraio le differenze sono minime...) lascia il paese senza energia per ben piu'che 12 ore al giorno possa essere una valida alternativa alle centrali dispacciabili baseload?... Ti prego, dimmi che e' cosi'!

X Robertok06

Ecco i dati del mese di dicembre di Terna...
http://www.terna.it/LinkClick.aspx?fileticket=HOAoPL63eWQ%3d&tabid=379&m...
bene il 3,6% della richiesta totale è stata coperta dal a tuo dire farlocco FV....stiamo parlando del mese di dicembre ,il meno produttivo dell'anno ....bene ora fai bene a sotterrarti perchè i fatti hanno smentito le tue FARLOCCHERIE che hai sparato gli anni scorsi......ricorda la storia non mente.......ROSICA-ROSICA-ROSICA

@enri "una domanda, come

@enri

"una domanda, come mai qualche anno fa ci vendevano la balla del nucleare che si sposa bene con le rinnovabili, se tu dici poco sotto che non sono ben conciliabili?corri a dirlo al governo della scozia che è impossibile il 100%rinnovabili....lo raggiungeranno nel 2020, quando già da 4 anni le rinnovabili produrranno il doppio del pentolone (dati iea)"

Rispondo solo alla domanda, dato che la confusione incredibile che hai fatto nel testo precedente mi impedisce di comprendere quello che volevi dire... sempre che tu volessi dire qualcosa... mi domando solo se il neurochirurgo e' riuscito ad estrarti il sassolino dalla scatola cranica... o non era di quel sassolino che parlavi?

La domanda: la risposta e' breve... ed e' un'altra domanda: "chi, esattamente, e quando, ha MAI scritto che nucleare e rinnovabili si sposano bene?
Innanzitutto devi smetterla di utilizzare il termine "rinnovabili", anche l'idro e le biomasse sono rinnovabili, e si sposano BENISSIMO col nucleare, essendo baseload e programmabili.... quello che non si sposa per nulla sono le rinnovabili INTERMITTENTI, bambin mio, e che non si sposino per nulla ne' col nucleare ne' con altre baseload programmabili non intermittenti E' UNA COSA EVIDENTE gia' adesso che la loro penetrazione e' bassa... immaginarsi in un ipotetico delirante futuro nel quale eolico e FV dovessero provvedere la maggior parte dell'elettricita' (per non parlare dell'energia complessiva!).

Ciao piccolino.

R.

P.S.: compitino per casa per enrichetto... leggi questo e poi ripassa che ti interrogo... http://euanmearns.com/correlated-wind-and-incoherent-energy-policy/

Alsarago non essere pessimista!

porta pazienza!
anche lui piano piano sta educando la sua "coscienza ambientale", solo che per lui sono duri colpi....una sofferenza inaudita......ma guardiamo i lati positivi che escono dal pensiero del nostro amico:

1) cita articoli del 2010, dove si parla di fantomatiche 4gen. nuke...ma anche di rinnovabili e risparmio energetico come via per il futuro....

2) cita dati sulla magica riscossa radioattiva (definita niente poco di meno che cosa seria e tangibile) dove si dice The number of operational nuclear reactors remained unchanged in 2013, with four joining the world's grids and four closing permanently...............WOW CHE SUCCESSONE!!!!!!!!!!!PRATICAMENTE ZERO, nulla, tutto immobile.

3) UDITE UDITE: è passato a dire robertok06 - 08/01/2014 - 15:00: 100% rinnovabili non ho alcun problema a crederlo....poi non si capisce come mai odia tanto il fv, però solo poco fa diceva a caratteri maiuscoli E' IMPOSSIBILE, MAIMAIMAIMAIMAI...............un passo avanti....vero, dice che solo per la scozia......che è piccola, ma non dice più che è impossibile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!un successo che pensavo -questo si- IM-POS-SI-BI-LE!!!

4)lasciamolo gioire per impianti che hanno iniziato nella fine del 2013 booom del fotovoltaico...aspettando flamanville....

5)sai, per uno come lui vedere il pentolone superato dal "ridicolo ventolino" è un brutto colpo....pensa nel 2016, quando le rinnovabili produrranno -secondo la iea- il doppio del nucleare....

quindi, piano piano.....

IL SASSOLINO:
ora.....mi tolgo un sassolino: il troll mi risponde, criticando in un paginone di 26 righe sulla scozia....qui sotto quello che avevo scritto, con link sui finanziamenti (da lui negati) e alcuni problemi dei nuovi impianti da lui millantati come "in costruzione"......poi si offende quando si dice che "esce dal seminato", senza rispondere mai...

Enrico - 07/01/2014 - 23:05
sai, tutto questo tuo arrabbiarti solitario....per tentare di mettere in ombra quello che è un innegabile passo avanti dell'energia rinnovabile, non solo è stucchevole, ma inutile.
lo spiegel....miiii e poi se un altro gli posta un articolo di giornale dice che non è peer review....ancora con questo modo di concepire l'energia di (parole di robertroll) decenni e decenni fa (si riferiva al nuke)

troppo forte sei, vederti così indaffarato a denigrare risultati positivi che fino a qualche anno fa erano "impossibili"....parla di incentivi...e ancora si dimentica i miliardi di capitalizzazione bruciata....o questi finanziamenti http://www.world-nuclear-news.org/WR-Funds-on-condition-for-EU-decommiss...

oppure questi "piccoli" problemi.... http://www.world-nuclear-news.org/RS-Korean-reactors-cleared-for-restart...

una domanda, come mai qualche anno fa ci vendevano la balla del nucleare che si sposa bene con le rinnovabili, se tu dici poco sotto che non sono ben conciliabili?corri a dirlo al governo della scozia che è impossibile il 100%rinnovabili....lo raggiungeranno nel 2020, quando già da 4 anni le rinnovabili produrranno il doppio del pentolone (dati iea)

Robetroll, si io sono

Robetroll, si io sono ambientalista, è vero.
Ma è vero anche che tu sei completamente fuso, ragazzo mio...
Sono anni che ti vedo scrivere scemenze di questo genere, fai proprio pena...

@alsy Visto che

@alsy

Visto che misteriosamente sei diventato fan delle fossili, un link dalla stessa pubblicazione da te citata:

http://www.sciencedaily.com/releases/2010/04/100430081731.htm

"May 2, 2010 — The United States could completely stop emissions of carbon dioxide from coal-fired electric power plants -- a crucial step for controlling global warming -- within 20 years by using technology that already exists or could be commercially available within a decade, according to a group of scientists, engineers, and architects.
...
The authors outline strategies to make that phase-out possible. They include elimination of subsidies for fossil fuels; putting rising prices on carbon emissions; major improvements in electricity transmission and the energy efficiency of homes, commercial buildings, and appliances; replacing coal power with biomass, geothermal, wind, solar, and third-generation nuclear power; and after successful demonstration at commercial scales, deployment of advanced (fourth-generation) nuclear power plants; and carbon capture and storage at remaining coal plants."

:-)

R.

@alsarago58 - 08/01/2014 -

@alsarago58 - 08/01/2014 - 15:53

Visto che misteriosamente si è passati al nucleare, potrà interessare questo articolo:

http://www.sciencedaily.com/releases/2013/12/131211185550.htm

Per la concorrenza dello shale gas un terzo circa del nucleare USA rischia di chiudere..."

Eh!... stappa una bottiglia per celebrare,no?
Perche'tu sei "ambientalista", e il nemico principale e' il nucleare, giusto? Sei "ambientalista" a giorni alterni... quando c'e' da sventolare il babau del gas di scisto "mai da noi" allora il gas non va bene, se serve a mandare fuori mercato il MWh nucleare (ma non perche' costi troppo, ovviamente, le ragioni sono altre) allora va benissssssimoooo!... evvai col flip-flop cambiamento di stato...

Di sicuro non smetteranno di installare turbine e pannellini che rendono tanto bene in cassa... pur generando nulla o quasi.

Sempre piu' pena, una pena infinita, mi dispiace veramente per te.

R.

Visto che misteriosamente si

Visto che misteriosamente si è passati al nucleare, potrà interessare questo articolo:

http://www.sciencedaily.com/releases/2013/12/131211185550.htm

Per la concorrenza dello shale gas un terzo circa del nucleare USA rischia di chiudere...

@enri (che se non gli

@enri (che se non gli rispondo mette il broncio...)

"corri a dirlo al governo della scozia che è impossibile il 100%rinnovabili....lo raggiungeranno nel 2020, quando già da 4 anni le rinnovabili produrranno il doppio del pentolone (dati iea)"

"Le rinnovabili" incluso l'idroelettrico baseload che esiste da secoli forse si, non ho alcun problema a crederlo... ma vento e sole saranno ancora ANNI LUCE indietrorispetto ai pentoloni nucleari, non preoccuparti.
Quanto alla Scozia, stai parlando dello 0,07% della popolazione del pianeta, la tua maestra non e' ancora passata alla geografia?... ahahaha...

Ma passiamo alle cose serie, tangibili... basta deliri... toh, un piccolo reality check fresco fresco:

"The number of operational nuclear reactors remained unchanged in 2013, with four joining the world's grids and four closing permanently. Overall nuclear generating capacity showed a slight growth.

The start of construction on Belarus's first reactor at Ostrovets in November 2013>

The year saw new reactors with total capacity of 4077 MWe connected to the grid: Hongyanhe 1 and 2 and Yangjiang 1 in China, and India's Kudankulam 1. Uprates at existing plants saw a further 1635 MWe added. Against the loss of 3576 MWe from the four reactor shutdowns, the world started 2014 with 435 operable reactors and a total nuclear generating capacity of 375.3 GWe.

Construction started on ten nuclear units during the year. As well the first ever nuclear unit for Belarus and the second in the United Arab Emirates, 2013 also saw the first nuclear construction starts in the USA since the mid-1970s with two units each being built at the Vogtle and Summer sites. Work also began on China's Yiangjiang units 5 and 6 and Tianwan 4, bringing the number of reactors under construction to 71, totalling some 75 GWe."

IL resto qui: http://www.world-nuclear-news.org/NP-Steady-state-for-nuclear-in-2013-07...

Ricorda, enri: realta' batte fantasia IL 100% DELLE VOLTE!
Ahahaahha...

Ciao piccolo, dormi bene.

Roberto

robertok06, meno male che

robertok06,
meno male che sono passato dal rango di troll a quello di utente e pure bello, nella tua mente neutronica.Non no cosa voglia dire "mambientalista" o forse è solo un refuso.
Comunque tu supponi troppe cose e una di queste è che io sia appunto un "mambientalista" dall'ignoranza estrema.
Se mi inviti in Francia, terra adottiva di Madame Curie, mi sottopongo al tuo esame.
Ma se anche mi dessi la laurea honoris causa in neutron-logia non credo che l'appenderei in salotto.
A proposito di neuroni, mi pare, ma è solo una mia ipotesi, che dai tuoi commenti trasudi come grasso saturo da uno zampone di maiale, sempre una quantità sovrabbondante di arroganza.
Forse, i suddetti neuroni non sono collegati in modo da fornirti i circuiti dell'ironia e autoironia.

Un Radio-so 2014

Marco Sclarandis

(segue per chiarezza il tuo precedente commento )

robertok06 -
08/01/2014 - 13:13

@marcosclarandis

"Un saluto robertok06.

Hai mangiato del Torio durante le feste? o Solo del volgare torrone?

Marco Sclarandis"

Un saluto anche a te, utente marcosclarandis... visto quello che hai scritto sopra alle due righe che ho riportato qui ti auguro un anno 2014 che ti faccia crescere il numero di neuroni... non ci arrivi neanche tu, purtroppo... io NON ho MAI detto di produrre TUTTA l'elettricita' del pianeta con nucleare, sono fisico e vivo con i piedi per terra, non nel delirio della realta' virtuale vostro che recita un mantra di 100% di energia nel 2050 da sole rinnovabili... ve lo lascio tutto, il delirio.

Quanto alla risibile battutina da bambino sul torio che avrei mangiato, si!... ne ho mangiato un po', come ho anche mangiato molto piu' potassio-40, uranio, polonio-210, e tutti gli altri radioisotopi naturali che si trovano nei cibi, nel terreno e nei materiali da costruzione che ci circondano... e che ANCHE TU hai sicuramente mangiato e continuerai a mangiare finche' vivi!... nei circa 3 anni che ho speso fin'ora sul internet discutendo con voi "mabientalisti" anti-nucleari dei miei 2 la cosa che mi sorprende di piu' e' l'estrema IGNORANZA nelle discipline scientifiche... che ci sia radioattivita' dappertutto lo sa anche il mio pesce rosso, ma voi ancora no!... e fate le battutine come questa tua che ho riportato.
E' deprimente.

Ciao bello, stammi bene.

R.

"L'Italia, comunque, non è

"L'Italia, comunque, non è che sia molto più indietro della Spagna quanto a percentuale di rinnovabili ed emettiamo meno CO2 per abitane di loro. "

Ma strategicamente è messa molto peggio, visto che non ha il nucleare che rende economica l'energia in bolletta e non ha pompaggi adeguati in esercizio ne' previsti. E' in italia che, pur senza quello che definisci "nucleare che blocca le rinnovabili", ci sono meno opportunità che in spagna per ulteriori rinnovabili (in spagna possono ancora sviluppare il FV, mentre in italia non ci sono le condizioni per un eolico su larga scala).

@alsy "L'Italia, comunque,

@alsy

"L'Italia, comunque, non è che sia molto più indietro della Spagna quanto a percentuale di rinnovabili ed emettiamo meno CO2 per abitane di loro. "
Oddio!... aggiungere che la loro energia elettrica costa molto meno della nostra mai, eh?... che non si sappia in giro, potrebbe far sorgere qualche dubbio nella testa della gente pensante...

RIirova.

R.

@alsy "2) Il nucleare rende

@alsy

"2) Il nucleare rende difficile un'ulteriore espansione delle rinnovabili..."
Logica bacata al 100%... sono le rinnovabili che rendono difficile (solo pochi giorni all'anno) l'utilizzo del nucleare che C'E' DA 30 E PIU' ANNI!... come ti ho gia' detto dovreste occuparvene voi "rinnovabilisti" di equilibrare l'offerta per pareggiare la domanda... voi invece avete il mondo alla rovescia... vento e sole devono produrre quando e quanto vogliono loro... e gli utenti elettrici devono adeguarsi, e le altre forme di produzione devono LORO diminuire la produzione e fare salti mortali costosissimi per bilanciare il danno fatto dalle vostre farlocchissime tecnologie intermittenti!...

" ...in certi giorni con molto vento gas e carbone erano praticamente spenti, ma il nucleare andava sempre al massimo o quasi,"
Per forza!... e' la fonte che costa di meno!...

" ...e sono riusciti a bilanciare solo ricorrendo al massimo al pompaggio. Dubito potrebbe aggiungere molto altro nella situazione attuale. "
Certo che si potrebbe aggiungere... nel costo di eolico e FV bisognerebbe includere il costo delle imponenti forme di bilanciamento di cui necessita e necessiteranno sempre piu'...

Sei mica originario dell'australia? Spiegherebbe un paio di cose...

R.

@marcosclarandis "Un saluto

@marcosclarandis

"Un saluto robertok06.

Hai mangiato del Torio durante le feste? o Solo del volgare torrone?

Marco Sclarandis"

Un saluto anche a te, utente marcosclarandis... visto quello che hai scritto sopra alle due righe che ho riportato qui ti auguro un anno 2014 che ti faccia crescere il numero di neuroni... non ci arrivi neanche tu, purtroppo... io NON ho MAI detto di produrre TUTTA l'elettricita' del pianeta con nucleare, sono fisico e vivo con i piedi per terra, non nel delirio della realta' virtuale vostro che recita un mantra di 100% di energia nel 2050 da sole rinnovabili... ve lo lascio tutto, il delirio.

Quanto alla risibile battutina da bambino sul torio che avrei mangiato, si!... ne ho mangiato un po', come ho anche mangiato molto piu' potassio-40, uranio, polonio-210, e tutti gli altri radioisotopi naturali che si trovano nei cibi, nel terreno e nei materiali da costruzione che ci circondano... e che ANCHE TU hai sicuramente mangiato e continuerai a mangiare finche' vivi!... nei circa 3 anni che ho speso fin'ora sul internet discutendo con voi "mabientalisti" anti-nucleari dei miei 2 la cosa che mi sorprende di piu' e' l'estrema IGNORANZA nelle discipline scientifiche... che ci sia radioattivita' dappertutto lo sa anche il mio pesce rosso, ma voi ancora no!... e fate le battutine come questa tua che ho riportato.
E' deprimente.

Ciao bello, stammi bene.

R.

@ alsarago58 , tuttologo che

@ alsarago58 , tuttologo che non ha mai studiato nulla...

Robertroll, ma come, il Fraunhofer Institute che citi sempre come Bibbia quando si tratta di dimostrare l'inefficienza dell'eolico e del FV tedesco, adesso è meno affidabile di una dichiarazione sullo Spiegel?
-----------------------
Forse perche' la dichiarazione del Fraunhofer NON ha un nome?... mentre l'articolo dello Spiegel riporta LE PAROLE VIRGOLETTATE del direttore dell'agenzia federale tedesca che si occupa ANCHE di quantificare le emissioni?

Ahahaahah... che sagoma che sei!... Imbattibile.

---------------
Non ho idea di come siano andate le emissioni complessive tedesche, probabilmente saranno aumentate, con tutto quell'export...
---------------
CLAP! CLAP! CLAP!... e' la prima volta in 3 anni di discussioni con te che ammetti di essere IGNORANTE! CLAP! CLAP!

---------------
Sul libero mercato: il giorno in cui una centrale a carbone esploderà rendendo inabitabile un'area di qualche centinaio di kmq, vedrai che il governo tedesco metterà in mora pure quelle.
---------------
Strano, perche' ci sono dighe e invasi idroelettrici in Germania, eppure l'idroelettrico ha ucciso piu' di 150 mila persone nell-ultimo secolo, ed ha reso inabitabili MILIONI di km quadrati del pianeta...

Gli incidenti catastrofici sono più spettacolari della morte lenta causata dai PM 2,5 e dai danni climatici... Fosse per me si sarebbe già cominciato da tempo a smantellare le centrali a carbone, cosa che, forse, si decideranno a fare seriamente solo dopo il 2015...
-------------
Ma non hai ancora capito che NON POSSONO FARLO? Sei veramente cosi' tardo e lento di comprendonio? La Germania non ha modo di sostituire i 250 e passa TWh da carbone e lignite, e' impossibile.

--------------
Con la tua logica sarebbe illiberale anche che lo Stato vieti di vendere acqua non potabile o cibi adulterati, no?
--------------
Infatti, quando succede, non vietano la vendita di tutti i prodotti simili, ritirano dal mercato solo il lotto prodotto in certe condizioni o da un determinato fabbricante... ripeto, la diga delle 3 Gole in Cina ha fatto sloggiare MILIONI di abitanti, un ordine di grandezza almeno piu' di quelli temporaneamente evacuati da Fukushima, molti dei quali sono gia' tornati a casa... eppure sono sicuro che tu che sei tuttologo pur senza aver mai studiato nulla, NON proponi di smantellare l'idroelettrico di tutto il pianeta... o forse si?*
Riprova.

------------
Se una cosa è dannosa o pericolosa è giusto che la si vieti o, se è troppo importante e diffusa per un bando improvviso, se ne scoraggi progressivamente l'uso.
------------
Opinione tua non suffragata dai fatti. Quando c'e' stata l'epidemia di foot and mouth disease in UK hanno chiuso i confini e (purtroppo) eliminato centinaia di migliaia di ovini, non hanno ammazzato ANCHE gli ovini del Giappone... non si capisce perche' un incidente in Giappone causato da uno tsunami nell'oceano dovrebbe avere come conseguenza la chiusura di centrali in Germania NON piazzate neanche a bordo del mare!... spiegami quale arcana malattia mentale potrebbe spiegare una logica cosi' bacata, per favore...

------------
Comunque credo che in futuro (a meno di nuovi clamorosi incidenti) ci ripenseranno sulla chiusura delle restanti centrali nucleari in Germania, dandogli un po' più di vita, per dare tempo all'eolico offshore e al commercio di combustibili da rinnovabili (bio e syn), di affermarsi.
-------------
... e non dimenticare il kitegen e la fusione fredda!... ahahaahahah...

-------------
Sulla modulabilità del nucleare (tuo vecchio cavallo di battaglia...), ma come, sono anni che ti dico che il nucleare non è abbastanza modulabile per adattarsi alle variazioni delle rinnovabili, come stanno dimostrando di poter fare il gas e persino il carbone. E tu mi accusi di essere un bieco mentitore ignorante e disinformato....E ora mi confermi che, sì, in effetti, il vecchio nucleare non è stato progettato a quello scopo e quindi non si potrà adattare facilmente a un sistema a prevalenza di rinnovabili
-------------
Strano... perche' la Svezia ha una prevalenza di rinnovabili... se non sbaglio ha tantissimo idroelettrico, ma ha anche il 40% di nucleare, e tutto funziona a meraviglia... come lo spieghi?... un momento, dalla regia mi dicono che l'idro NON e' intermittente come l'inutile FV e il leggermente (ma poco) meno inutile e farlocco eolico...
Ahahaahah... non ci arrivi proprio, eh? ahahaah....

------------
(il che fa presagire guai futuri per la Francia, quando avrà tanto eolico in linea...).
-------------
ahahahaahaha.... ahahaahahahahaahahah... ahahaahahahahahah.... ahahaahah... disgraziahaahahtooohohoh... ahahaahah... mi fai morire!... ahahaah....

------------
Sono contento che finalmente hai visto la luce...
------------
Io la vedo SMPRE la luce, al contrario tuo che la vedi solo da alba a tramonto, quando va bene.

R.

Robertroll, ma come, il

Robertroll, ma come, il Fraunhofer Institute che citi sempre come Bibbia quando si tratta di dimostrare l'inefficienza dell'eolico e del FV tedesco, adesso è meno affidabile di una dichiarazione sullo Spiegel?

La riduzione della CO2, ovviamente, si riferiva solo alla lignite, che è il dato su cui vi siete buttati a pesce voi antirinnovabili (stranamente trascurando quello ben più consistente del carbone), facendo un clamoroso autogoal...
Non ho idea di come siano andate le emissioni complessive tedesche, probabilmente saranno aumentate, con tutto quell'export...

Sul libero mercato: il giorno in cui una centrale a carbone esploderà rendendo inabitabile un'area di qualche centinaio di kmq, vedrai che il governo tedesco metterà in mora pure quelle. Gli incidenti catastrofici sono più spettacolari della morte lenta causata dai PM 2,5 e dai danni climatici... Fosse per me si sarebbe già cominciato da tempo a smantellare le centrali a carbone, cosa che, forse, si decideranno a fare seriamente solo dopo il 2015...
Con la tua logica sarebbe illiberale anche che lo Stato vieti di vendere acqua non potabile o cibi adulterati, no? Se una cosa è dannosa o pericolosa è giusto che la si vieti o, se è troppo importante e diffusa per un bando improvviso, se ne scoraggi progressivamente l'uso.
Comunque credo che in futuro (a meno di nuovi clamorosi incidenti) ci ripenseranno sulla chiusura delle restanti centrali nucleari in Germania, dandogli un po' più di vita, per dare tempo all'eolico offshore e al commercio di combustibili da rinnovabili (bio e syn), di affermarsi.

Sulla modulabilità del nucleare (tuo vecchio cavallo di battaglia...), ma come, sono anni che ti dico che il nucleare non è abbastanza modulabile per adattarsi alle variazioni delle rinnovabili, come stanno dimostrando di poter fare il gas e persino il carbone. E tu mi accusi di essere un bieco mentitore ignorante e disinformato....E ora mi confermi che, sì, in effetti, il vecchio nucleare non è stato progettato a quello scopo e quindi non si potrà adattare facilmente a un sistema a prevalenza di rinnovabili (il che fa presagire guai futuri per la Francia, quando avrà tanto eolico in linea...).
Sono contento che finalmente hai visto la luce...

Questo robetok06 deve avere

Questo robetok06 deve avere un cerebro-reattore-neuronale al posto di un ordinario cervello biochimico.Se così è allora si spiega la foga dei suoi commenti a favore dell'energia nucleare civile.

Settant'anni fa si poteva essere entusiasti di questa forma d'energia, ma oggi non so proprio come lo si possa essere.
Non per sè stessa ma per il fatto che noi esseri umani siamo troppo irrazionali per gestire a lungo impianti nucleari.Immaginiamoci un mondo che ne ospiti almeno decina di migliaia.
In modo da fornire un chilowatt abbondante di potenza elettrica pro capite terrestre, senza sosta giorno e notte.E di energia, ovviamente, che la potenza da sola non serve a niente.
Non sarebbe meraviglioso?
Via miniere di carbone, antracice, lignite, litantrace, via pozzi di petrolio, e via anche miniere d'ogni risma che già abbiamo scavato tanti di quegli elementi chimici, che con l'energia nucleare sovrabbondante basterebbe farne il riciclaggio integrale per avere metalli e metalloidi a volontà.
E sopratutto via antiestetiche pale eoliche e pannelli fotovoltaici ed eliotermici che stanno deturpando i meravigliosi paesaggi terrestri con quelle oscene piastrellature bruno-bluastre.
Per non dire poi dei fuochi delle biomasse, che se non ardono con tutti gli accorgimenti del caso, sono, e lo dico senza alcuna ironia delle fabbriche di veleni.
Ripeto la domanda:
Non sarebbe meraviglioso?
Io la risposta me la sto dando con fatica da tempo, ma siccome amo lo scambio ma molto meno il commercio, per ora sta qui nel mio barattolo cranico.

Un saluto robertok06.

Hai mangiato del Torio durante le feste? o Solo del volgare torrone?

Marco Sclarandis

Evagalois, probabilmente un

Evagalois, probabilmente un mix FV+pompaggi+nucleare(+export), avrebbe funzionato altrettanto bene (forse persino meglio, per la produzione più prevedibile e sempre nelle ore di punta).
Ci sono però due problemi:
1) Il nucleare spagnolo è economico perchè particolarmente vecchio (l'ultimo dei 7 reattori è del 1989 e gli altri sono stati aperti fra il 1972 e il 1987), presto dovranno pensare a come chiuderli e sostituirli
2) Il nucleare rende difficile un'ulteriore espansione delle rinnovabili in certi giorni con molto vento gas e carbone erano praticamente spenti, ma il nucleare andava sempre al massimo o quasi, e sono riusciti a bilanciare solo ricorrendo al massimo al pompaggio. Dubito potrebbe aggiungere molto altro nella situazione attuale.

L'Italia, comunque, non è che sia molto più indietro della Spagna quanto a percentuale di rinnovabili ed emettiamo meno CO2 per abitane di loro.

Stando ai risultati citati

Stando ai risultati citati dall'articolo pare proprio che il successo della soluzione spagnola sia grazie al mix nucleare+eolico+pompaggi.

sai, tutto questo tuo

sai, tutto questo tuo arrabbiarti solitario....per tentare di mettere in ombra quello che è un innegabile passo avanti dell'energia rinnovabile, non solo è stucchevole, ma inutile.
lo spiegel....miiii e poi se un altro gli posta un articolo di giornale dice che non è peer review....ancora con questo modo di concepire l'energia di (parole di robertroll) decenni e decenni fa (si riferiva al nuke)

troppo forte sei, vederti così indaffarato a denigrare risultati positivi che fino a qualche anno fa erano "impossibili"....parla di incentivi...e ancora si dimentica i miliardi di capitalizzazione bruciata....o questi finanziamenti http://www.world-nuclear-news.org/WR-Funds-on-condition-for-EU-decommiss...

oppure questi "piccoli" problemi.... http://www.world-nuclear-news.org/RS-Korean-reactors-cleared-for-restart...

una domanda, come mai qualche anno fa ci vendevano la balla del nucleare che si sposa bene con le rinnovabili, se tu dici poco sotto che non sono ben conciliabili?corri a dirlo al governo della scozia che è impossibile il 100%rinnovabili....lo raggiungeranno nel 2020, quando già da 4 anni le rinnovabili produrranno il doppio del pentolone (dati iea)

@alsy " il che vuol dire

@alsy

" il che vuol dire che l'entrata in funzione della famigerata megacentrale tedesca a lignite, lo spauracchio preferito degli antirinnovabili, ha in realtà aumentato l'efficienza complessiva nell'uso di quel combustibile, facendo ottenere più energia con meno emissioni. "

.... mmmh... mi sa che hai cannato una volta di piu'... perche' sullo Spiegel in inglese dicono questo...

"Electricity output from brown coal plants rose 0.8 percent in 2013, said Jochen Diekmann of the German Institute for Economic Research. As a result, Germany's CO2 output is expected to have risen in 2013, even as power from renewable sources has reached 25 percent of the energy mix.

Part of the reason, said Diekmann, is the low price of CO2 emissions permits in EU trading scheme. Another reason is that new brown coal plants, with a capacity of 2,743 megawatts, came on line in 2012, far exceeding the 1,321 megawatts from old plants shut down that year."

E' impossibile che 1422 MW elettrici IN PIU' di lignite possano far diminuire le emissioni.

Ciao, sognatore!

R.

@alsy "... il che vuol dire

@alsy

"... il che vuol dire che l'entrata in funzione della famigerata megacentrale tedesca a lignite, lo spauracchio preferito degli antirinnovabili, ha in realtà aumentato l'efficienza complessiva nell'uso di quel combustibile, facendo ottenere più energia con meno emissioni."

Mmmh... prima di dire una cosa del genere io aspetterei i dati dell'agenzia federale che si occupa di quantificare le emissioni complessive e per settore di produzione... dubito che UNA centrale possa fare tale differenza...
... comunque, quello che salta agli occhi dai dati del Fraunhofer (ma per vederli bisogna togliere il prosciutto, ti avverto...) e' che nel 2013 in Germania hanno messo in funzione 5,8 GIGAWATT di eolico e FV in piu' rispetto al 2012... ed il misero risultato sono stati 3,1 TWh elettrici in piu'!... cioe' un'efficienza media del farlocchissimo "Watt rinnovabile", del 6,1 percentoooo!!!!... fantastico, no? ahahaahaha...
Guarda, pur essendo filo nucleare non vedo l'ora che venga il giorno che l'ultimo reattore tedesco verra' spento!... voglio proprio vedere come li sostituiranno... al ritmo del 2013 per rimpiazzare i 92,4 TWh del nucleare, dovranno installare 92,4/3,1x5,8=173 GW di eolico e FV combinati, una vera mission impossible... anche perche' per il motivo che ho citato prima (il diminuire del capacity credit al crescere della penetrazione) questa mia stima e' destinata ad essere in forte difetto... ce ne vorranno 200 e piu'!... cosa che non avverra' mai, ma proprio mai... se non altro perche' le capacita' di stoccaggio idro in Germania sono aneddotiche, sono gia' adesso una frazione infinitesima di quello che dovrebbero essere.
E una volta rimpiazzati i 92,4 TWh del nucleare, dovranno rimpiazzare piu' di 280 TWh di gas-carbone-lignite... ahahaaha... tu che sogni ad occhi aperti (ma hai sopra il prosciutto) mi dirai sicuramente che "non c'e' problema, installeranno altri 280/3,1x5,8=530 GW di eolico+FV", giusto genio?
Guarda, anche se si trattasse di una fluttuazione annuale di vento e/o sole (cosa che in effetti e'), i GW da installare sono comunque CENTINAIA, perche' i siti migliori sono stati utilizzati, soprattutto per il ben piu' efficiente eolico.

Riprova dopo esserti fatto regalare una calcolatrice.

R.

@ alsarago58 - 07/01/2014 -

@ alsarago58 - 07/01/2014 - 17:11
Sulla Germania: quel paese è una economia liberale, per cui se i produttori a lignite/carbone decidono di forzare al massimo la produzione dalle centrali, prima che le future regole su costo della CO2 e riduzione emissioni li stronchino, nessuno glielo può impedire.
---------------
Mmmh... strano, perche' se non ricordo male stai parlando della stessa "economia liberale" che il 15/3/2011 ha BLOCCATO D'UFFICIO SEI REATTORI PERFETTAMENTE FUNZIONANTI!... come al solito mostri i tuoi doppi standard per i quali stai diventando una figura leggendaria nel mondo dei troll d'internet!...
Riprova con logica meno bacata, occhei ciccio? Ahahaah... e ci credi pure alla stupidaggine dell'economia liberale? ahahah...
Hanno fermato 6 reattori su pretesto di pericolo di tsunami nel bel mezzo della Germania, a seguito di un incidente nucleare dalla'altra parte del pianeta che ha prodotto ZERO morti, mentre (a tuoi delirare) per non infrangere la liberta' del mercato hanno AUMENTATO la produzione delle forme di generazione di energia elettrica che piu' inquinano e ammazzano la gente!... quanto grosso ce l'hai il prosciutto sugli occhi per non riuscire a vedere e renderti conto di questa realta' lapalissiana??... ahahaah...

-------------
Solo rendendo antieconomico l'uso dei combustibili fossili, cosa che si spera l'Europa prima o poi si decida a fare, si scoraggerà l'impiego di lignite e carbone.
-------------
Quindi auspichi un comportamento ILLIBERALE a livello continentale?
Complimenti vivissimi. E ti permetti di dare leazioni alla gente? ahahaah...

--------------
Una cosa molto interessante che si trova scritta nel rapporto Fraunhofer, è che a fronte dell'aumento del 2,3% della produzione elettrica da lignite, si è avuto un lieve calo del consumo di lignite stessa, il che vuol dire che l'entrata in funzione della famigerata megacentrale tedesca a lignite, lo spauracchio preferito degli antirinnovabili, ha in realtà aumentato l'efficienza complessiva nell'uso di quel combustibile, facendo ottenere più energia con meno emissioni.
---------------
Purtroppo nella tua lista ti sei "dimenticato" che c'e' stato un calo di idroelettrico, e di nucleare, per cui dubito che le emissioni finali saranno inferiori a quelle del 2012... e se anche lo saranno si trattera' di quantita' percentuali RISIBILI!... non c'e' nulla da fare, amico mio, che le rinnovabili intermittenti eolico e FV abbiano dei limiti e saturino in quello che si chiamqa capacity credit al crescere della loro penetrazione E' COSA NOTA DA ALMENO 10 ANNI, e ben studiata e documentata, in moltissimi paesi.

se vai su qualunque sito di

se vai su qualunque sito di gestori di rete, come terna, vedi bene le previsioni...dai susu, calmati, il futuro arriva ...mica non arriva maimaimai come pensavi tu.

@alsy "(e il nucleare

@alsy

"(e il nucleare mostrerebbe finalmente quanto sia modulabile e compatibile con rinnovabili intermittenti...)"

E perche' mai il nucleare, costruito decenni e decenni fa, dovrebbe essere compatibile con le rinnovabili intermittenti?
Il nucleare, in qualsiasi paese, e' progettato per modulare e riuscire a seguire LA DOMANDA del paese nel quale e' installato, non certo le fluttuazioni improvvise, aleatorie, imprevedibili delle rinnovabili!... a quelle devono provvedere i produttori di rinnovabili, mi sembra logico... chi introduce il problema nel sistema deve darsi da fare per minimizzarne l'impatto sul resto del sistema... ti/vi piace tanto il FV e l'eolico?... datevi da fare per installare una quantita' sufficiente di stoccaggio... le tecnologie, a sentire te, non mancano, quindi aprite la borsa, tirate fuori un po' di soldi dalla montagna di SCANDALOSI "INCENTIVI" che vi metterete in tasca per VENTI ANNI, e bilanciatevi l'intermittenza su breve periodo... che a quelle dalla giornaliera in su ci pensano senza problemi le centrali baseload.

Scalando dal 21% di produzione annuale dell'eolico attuale, e immaginando che il 45% di fossili+nucleare sia sostituito da altro eolico, dovrebbero riuscire a stoccare 3x i 2 GW di cui tu parli, che e' una mission impossible persino per la Spagna con le sue capacita' di idro da pompaggio.

La Spagna, quando c'e' tanto vento, fa come la Germania quando c'e' tanto vento o sole... esporta verso il Portogallo e via la Francia verso altri paesi... e tralasciamo le perdite di trasmissione... guarda i dati del Fraunhofer... il profilo di export e la produzione delle rinnovabili... esportano quello che producono in piu' con queste ultime... cioe' esportano a 50 Euro/MWh quello che ai cittadini di quei paesi costa 300 Euro/MWh in "incentivi"... ovviamente a te sembrera' tutto normale perche' sei uno di quelli che gli "incentivi" li instascano sonanti.

Disegnino?

R.

Sulla Germania: quel paese è

Sulla Germania: quel paese è una economia liberale, per cui se i produttori a lignite/carbone decidono di forzare al massimo la produzione dalle centrali, prima che le future regole su costo della CO2 e riduzione emissioni li stronchino, nessuno glielo può impedire. Solo rendendo antieconomico l'uso dei combustibili fossili, cosa che si spera l'Europa prima o poi si decida a fare, si scoraggerà l'impiego di lignite e carbone.

Una cosa molto interessante che si trova scritta nel rapporto Fraunhofer, è che a fronte dell'aumento del 2,3% della produzione elettrica da lignite, si è avuto un lieve calo del consumo di lignite stessa, il che vuol dire che l'entrata in funzione della famigerata megacentrale tedesca a lignite, lo spauracchio preferito degli antirinnovabili, ha in realtà aumentato l'efficienza complessiva nell'uso di quel combustibile, facendo ottenere più energia con meno emissioni.

Una cosa interessante

Una cosa interessante riguardo alla Spagna è che conferma che una grande nazione moderna può funzionare con altissime percentuali di energie rinnovabili non programmabili, senza straordinari adattamenti tecnologici, senza creare black out e senza costi insostenibili per l'economia. Così facendo non solo riduce grandemente l'uso dei combustibili fossili, ma alla lunga, una volta finita la fase degli incentivi, si troveranno con una energia molto economica e indipendente dall'estero, che li aiuterà nella competitività.
Per farlo la Spagna ha anche messo in campo una notevole potenza di accumulo per pompaggio (probabilmente anche per le loro ridotte possibilità di export), oltre 2 GW in certe giornate, una strategia che aspettiamo a gloria si realizzi anche in Italia.

Insomma sono un bell'esempio per il resto del mondo e anche la tomba della scusa "Eh, ma con tante rinnovabili il sistema non può funzionare..."

Unico rammarico, che abbiano gestito così malamente l'incentivazione per il loro FV (addirittura peggio che in Italia), da aver praticamente bloccato la sua installazione. Se oggi insieme a un potente eolico avessero sul campo anche un potente solare, due fonti che largamente si compensano a vicenda, probabilmente gran parte della loro elettricità sarebbe già da rinnovabili e l'uso di gas e carbone sarebbe ai minimi (e il nucleare mostrerebbe finalmente quanto sia modulabile e compatibile con rinnovabili intermittenti...)

@orifizio Non mi rode per

@orifizio

Non mi rode per nulla, non preoccuparti... piuttosto la cosa che dovrebbe preoccupare te e', dato che sei "ambientalista", che nelle fonti baseload sia il nucleare a diminuire piuttosto che altre centrali a carbone.

Ovviamente non ci arrivi, ma non fa nulla, minus sei e minus resteraiad vitam aeternam.

Ad majora.

R.

buonanno Robertroll

come ti rode vedere rosicate le percentuali del nucleare in discesa...in Spagna e in Germania....chissà quando ti convincerai che il cambiamento è ormai in atto..forse in un'altra vita ?

Parlando di rapporti

Parlando di rapporti annuali... hanno appena messo in linea quello del Fraunhofer Institute ISE sulle rinnovabili tedesche, molto dettagliato come al solito, con dettagli della produzione giornaliera, settimanale, mensile e complessiva nel 2013 da ogni fonte...

http://www.ise.fraunhofer.de/en/downloads-englisch/pdf-files-englisch/ne...

Geniale... record di export a colpi di carbone/lignite!... e questi sarebbero il faro dell'ambientalismo europeo??? Mah...

R.

Il documento di RED da voi

Il documento di RED da voi linkato e' interessante ma contiene alcune inesattezze o singolarita' da spiegare (probabilmente per via della velocita' con la quale han voluto pubblicarlo... la versione finale sara' spero corretta):

1)il grafico a torta di pag.13 mostra, come da voi scritto, la produzione eolica al primo posto con il 21,1% del totale consumato dal paese... davanti al nucleare con 21,0%... ma...
2) ... nella prima tabella a pag.9, indicano una produzione da nucleare di 56378 GWh, e da eolico di 54301 GWh, corrispondenti rispettivamente al 21,6% e al 20,8% del totale consumato di 260870 GWh...
3) La seconda tabella di pag.9, "potenza installata", ha le unita' sbagliate... dovrebbe essere in MW, non in GWh...
4) il calo del nucleare e' dovuto principalmente al fatto che un reattore e' stato fermato nel corso dell'anno, per quanto ne so io.
5) Il commento "...anche dalle centrali nucleari, notoriamente poco flessibili: un evento che in Spagna non succedeva dal 1997" e'fuori luogo... le centrali nucleari spagnole possono modulare, come fanno ogni giorno le centrali nucleari francesi, per esempio... evitano di farlo a meno di eventi eccezionali solo perche' il nucleare e' la fonte che produce elettricita' al costo minore, quindi lo si taglia per ultimo...non perche' non sia modulabile, quella e' una leggenda metropolitana bella e buona, che sarebbe ora che si smettesse di raccontare.

R.