Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Direttiva europea sull'efficienza energetica, il testo in Gazzetta

Ieri è stata pubblicata in Gazzetta la direttiva 2012/27/UE, cioè la direttiva europea sull'efficienza. Qui il testo della normativa, frutto di un compromesso: l'obiettivo indicativo porterà a una riduzione dei consumi energetici del 15% al 2020, inferiore a quel 20% richiesto nel 2007.

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea di ieri, 14 novembre 2012, la direttiva 2012/27/UE, quella sull'efficienza energetica, approvata dal Parlamento lo scorso 11 settembre. In allegato il testo (pdf). 

La direttiva indica ai Paesi membri come raggiungere l’obiettivo di efficienza energetica del 20% al 2020, target che dovrà incastrarsi con quello per le rinnovabili e la riduzione della CO2, il famoso '20-20-20'. Dunque, dalle dichiarazioni di intenti della politica europea e dei Capi di Stato, in questo ambito si passa finalmente a un quadro legislativo formale che richiederà a ciascuno Stato membro di fissare un proprio obiettivo nazionale che verrà poi monitorato dalla Commissione Europea che, se necessario, interverrà con misure e aggiustamenti vincolanti per le nazioni che rischieranno di mancarlo.

In realtà questa direttiva è frutto di un compromesso visto che gli Stati membri si sono sempre opposti con decisione a un target vincolante. Per questo motivo l’obiettivo diventa in un certo senso ‘indicativo’, tanto che il risultato atteso è di un'effettiva riduzione dei consumi energetici del 15% al 2020, ben al di sotto di quanto stabilito nel 2007. Per compensare questo gap la Direttiva prevede di integrare nei prossimi mesi questo obiettivo con un regolamento per l’efficienza dei carburanti per le auto e definendo nuovi standard per alcuni prodotti come i boiler, collegati alla Direttiva europea Ecodesign. Ciò dovrebbe innalzare il risparmio di energia al 17%.

In questo articolo, scritto a ridosso dell'approvazione, avevamo illustrato e commentato i tratti fondamentali della direttiva.

Qui il testo pubblicato in Gazzetta (pdf)