Skip to Content
| Segui QualEnergia.it su Facebook Twitter LinkedIn

Il parco elettrico che cambia nella vecchia Europa

La nuova potenza elettrica installata nell’UE da fonti rinnovabili nel 2013 è stata pari al 72%, in particolare eolico e fotovoltaico. In 14 anni la nuova potenza elettrica da rinnovabili è stata il 55%. Saldi negativi per gas, carbone e olio combustibile. Oggi le energie pulite sono al 39,6% del mix elettrico europeo. I dati EWEA.

Nel 2013 il 72% della nuova potenza elettrica installata nell’Unione Europea è da fonti rinnovabili: 25,4 GW su un totale di circa 35 GW (in calo la nuova potenza totale installata: 10 GW rispetto al 2012). È il sesto anno consecutivo che le nuove installazioni rinnovabili superano il 55% di tutta la nuova potenza elettrica installata nell’UE. I dati sono forniti nel report dell’EWEA “Wind in power 2013. European statistics” (pdf).

Nel 2013, in sintesi, il 32% delle nuove installazioni annuali sono eoliche (11,2 GW), il 31% sono impianti fotovoltaici (11 GW) e il 22% centrali a gas (7,5 GW), ma in questo caso con una potenza dismessa di 10,1 GW. Come si può vedere dal grafico a torta, le altre fonti danno molto meno; ad esempio il carbone solo il 5% con 1,9 GW (senza contare le dismissioni annuali pari a 7,7 GW, vedi sotto).

Interessante anche l’altro grafico che illustra la nuova potenza e le dismissioni nel corso del 2013: saldi negativi per gas, carbone e olio combustibile.

Ma quello che va visto, come diciamo spesso, non è tanto e solo, la fotografia, ma il film di questa rivoluzione (silenziosa?) energetica. Nel 2000 la nuova potenza da rinnovabili era stata appena di 3,6 GW, il 22,4% del totale; ma dal 2010 questa capacità addizionale di fonti pulite ha oscillato tra 24,7 e 35,2 GW, da 8 a 10 volte di più rispetto al 2000.

Se consideriamo che dal 2000 la nuova potenza installata nell’UE è stata di 385 GW, scopriamo come finora il 55% sia relativa a impianti alimentati a fonti di energia rinnovabili. Insieme, gas e rinnovabili, coprono il 92% del nuovo totale installato per il periodo 2000-2013.

Ma per questi 14 anni andrebbe fatto un altro esercizio al fine di valutare il livello della transizione in atto: la nuova potenza netta per ciascuna fonte. A questo riguardo quella relativa a impianti a gas è stata di 131,7 GW, per l’eolico di 115,4 GW, per il fotovoltaico di 80 GW. Altri 16-17 GW vanno divisi tra le altre rinnovabili, come biomasse e idroelettrico. Saldo negativo invece per olio combustibile (meno 28,7 GW di potenza), per il carbone (meno 19 GW) e per il nucleare (meno 9,5 GW).

Ecco come era nell’UE il mix energetico del 2000 e come invece è diventato nel 2013. La potenza elettrica da rinnovabili era il 24,5% del totale nel 2000 (il 21% idroelettrico); nel 2013 diventa il 39,6%, con eolico e FV che si prendono una bella fetta sul totale, rispettivamente del 13 e del 9%. La quota delle rinnovabili in termini di potenza in 14 anni è aumentata del 61%.

Fin qui si è detto di potenza. EWEA ci fornisce anche il dato della produzione dell’eolico dell’UE, stimato in 257 TWh: il 7,8% dei consumi elettrici europei (3.280 TWh).





Commenti

Stretta è la via dello specchio....su cui arrampicarsi

Mi sembra veramente una argomentazione farlocca la tua, oltre che banale e veramente poco arguta.

Scindendo le rinnovabili dall'idroelettrico dovresti prima dimostrare che l'energia idroelettrica non sia rinnovabile.
Invece PROVA onestamente a vedere le rinnovabili nell'insieme: d'inverno più idroelettrico...d'estate più sole....

La tua arbitraria divisione, oltre che del tutto illogica e "innervosente", dimostra a mio avviso la pochezza del tuo ragionamento.

Intanto dimentichi l'aumento del geotermico, glissi sulle biomasse, e scordi che ad esempio l'eolico, nel gennaio 2012, produceva 462 GWh in meno del 2014, quindi, il trend è evidente e si mangia la tua piccola polemica.

Limitandoti a guardare in modo così tendenzioso i dati, fai come quello che dice: ho vinto 1 euro al gratta e vinci.....dopo aver comprato un biglietto da 5 euro.

Quindi, inizia ad imparare a vedere le cose in un ottica di "sistema di rinnovabili", la cui produzione è in continuo aumento, e non fare questi giochini....

Pensa che nel 2010 eolico e fotovoltaico venivano conteggiati insieme...e INSIEME producevano 842GWh.......quindi, io eviterei queste tue argomentazioni, lasciano veramente il tempo che trovano.

http://www.terna.it/LinkClick.aspx?fileticket=duGDq4t8p54%3d&tabid=379&m...

@enrihihihhihih "per

@enrihihihhihih

"per concludere, mentre tu dai i numeri...da una semplice somma dei dati terna di gennaio le rinnovabili hanno prodotto 1267GWh in più rispetto all'anno scorso!!!!hihihihi"

Sbagliato: il rapporto di TERNA mostra come l'idroelettrico BASELOAD abbia prodotto molto di piu' del gennaio 2013 (+1199 GWh), mentre il farlocco eolico e il farlocchissimo fotovoltaico ASSIEME hanno prodotto MENO del 2013 (-41 GWh), nonostante svariati GWp di potenza nominale/di picco in piu'.

Riprova dopo aver preso il diploma di scuola elementare.

hohhohohhoho

@enri "Vogliamo dire che

@enri

"Vogliamo dire che non è prevedibile una giornata molto afosa...con molta richiesta di elettricità?? bah."

Esatto, ne hai azzeccata una. Le previsioni di produzione da FV fatte con i migliori strumenti di calcolo esistenti, applicati su larga scala (non il tuo impianto di 20 m@ che hai sul tetto) a livello di una nazione, CANNANO alla grande piu'spesso che non... basta dare un'occhiata al sito di Tennett, per esempio, che mostra la previsione a -24h e la produzione ottenuta su una bella fetta della Germania:

http://www.tennettso.de/site/en/Transparency/publications/network-figure...

In questo momento che guardo il sito (13:00 del 12/2/2014) stanno producendo 2683 MW di potenza, mentre IERI (non un mese fa) ne hanno previsti per oggi 3639... un errore di previsione di "soli" 956 MW,pari al 26,3% della previsione.
Sull'analogo sito di Tennett che tratta di produzione eolica lo scarto previsioni/produzione ottenuta e' spesso e volentieri anche maggiore,puo' arrivare al 100% di errore. Controlla pure.

Ovviamente dal punto di vista delle societa' che gestiscono gli impianti FV, con i MWh che vanno sul mercato (se non sono incentivati), l'unica cosa che possono fare e' di SOTTOSTIMARE la produzione, cioe' avere un comportamento prudente, perche' se la sovrastimano e promettono di mettere sul mercato il giorno dopo una quantita' di MWh che non sono in grado di produrre, si ritrovano con l'obbligo di garantire la promessa di produzione e quindi devono comprare i MWh mancanti sul mercato del giorno stesso (prodotti in maggioranza con centrali termoelettriche locali, ovviamente)... MWh che costano molto, moooolto di piu'.
Questo accade non molto spesso adesso perche' la produzione del FV e' ancora marginale, ma se dai un'occhiata al sito del Fraunhofer vedi l'analisi dei pochi giorni in cui una tale cosa e' successa... lacrime e sangue con prezzi negativi sul mercato e danni persino ai mercati confinanti (Olanda, Svezia, Polonia, Rep. Ceka,...).

Ricorda: non c'e' sostituto allo studio, se vuoi evitare di dire baggianate.... le opinioni personali basate sul nulla e le leggende metropolitane servono solo a fare la figura del piccione. Devi studiare, non c'e' alternativa, e SOLO DOPO aprire l'orifizioper dire la tua.

Bambino avvisato bambino mezzo salvato.

R.

oppure se non mettevi quei

oppure se non mettevi quei pannelli...chiedevi molta + energia alla rete, si sarebbe emessa molta co2in più, e sarebbe aumentato il rischio back out.....del resto è tutto prevedibile; in rete si trovano ad esempio video sul bilanciamento della rete britannica ove ci si prepara ad un'impennata di consumi guardando la tv....alla fine di una soap opera, tutti accendono la piastra elettrica per cucinare. Vogliamo dire che non è prevedibile una giornata molto afosa...con molta richiesta di elettricità?? bah.

@Patrizio: " Allora spiegami

@Patrizio:
" Allora spiegami scienziato che costi di sbilanciamneto dovrebbe pagare un impianto su un supermercato che ha consumi abbastanza costanti e un impianto fv che autoconsuma....se questo è ben dimensionato l'immissione in rete sarà praticamente molto bassa (quindi che sbilancia?),al massimo si saranno più prelievi nei mesi invernali (che non dispiacciono affatto al distributore)........ "

Premetto che a me i grandi impianti largamente in autoconsumo piacciono particolarmente, se approcciati in un certo modo (dopo lo spiego).

Ti faccio un esempio pratico: prendiamo i 30000mq del parcheggio dell'azienda dove lavoro e copriamoli con FV. Supponiamo di ricavarci 3MWp (un numero a caso) e diciamo di volerli usare per alimentare il condizionamento aziendale per 2000 persone.

In condizioni ideali 100% autoconsumo, va tutto bene. Accade però che un giorno particolarmente afoso è anche nuvoloso a sprazzi durante la giornata, per cui i pannelli non riescono ad alimentare l'impianto. Cosa facciamo?

Abbiamo due possibilità, o facciamo a meno del condizionamento e quindi non sbilanciamo niente. Oppure assorbiamo dalla rete, ed ecco che all'improvviso cominci ad assorbire 1MW dalla rete elettrica, senza preavviso, per continuare a tenere attivo il condizionamento. In questo secondo caso devi comunque "acquistare" la connessione di rete da 1MW e "pagare" la possibilità di accedervi quando ti pare.

Quindi per riassumere: i grandi impianti largamente in autoconsumo della cui potenza puoi fare a meno sono eccellenti soluzioni, se però devi garantire continuità di potenza sono del tutto identici (come problematiche) agli grandi impianti che rivendono tutta l'energia.

@Robertroll

@Robertroll
sono favorevole pure all'installazione sui tetti di industrie e commerci... purche' paghino gli inevitabili costi di bilanciamento e del resto.
************
Allora spiegami scienziato che costi di sbilanciamneto dovrebbe pagare un impianto su un supermercato che ha consumi abbastanza costanti e un impianto fv che autoconsuma....se questo è ben dimensionato l'immissione in rete sarà praticamente molto bassa (quindi che sbilancia?),al massimo si saranno più prelievi nei mesi invernali (che non dispiacciono affatto al distributore)........
riprova appena sarai più competente in materia (mai)

per concludere, mentre tu dai

per concludere, mentre tu dai i numeri...da una semplice somma dei dati terna di gennaio le rinnovabili hanno prodotto 1267GWh in più rispetto all'anno scorso!!!!hihihihi

bene! produzione 10% di fv ed

bene! produzione 10% di fv ed eolico...fantastico, pensa che nemmeno 5 anni fa erano a circa il 2% nello stesso periodo! tu per criticarle le vorresti già mature, quando a livello economico è un mercato neonato, che muove i primi passi. Quando ci sarà la stessa potenza installata di fv ed eolico rispetto al fossile, potrai avanzare quelle critiche, e goditi sti mesi, che tra poco arriva la primavera...ps. Patrizio ti ha anche sbugiardato giustamente sulla "balla della crisi".

@orifiz' "ooooohhhh...udite

@orifiz'

"ooooohhhh...udite udite....il nostro caro amico filolobbinucleare...ha ammesso una cosa...aspetta che prendo il martello e un chiodo.....
però qualcosa non torna...perchè per i privati si e per le aziende no ?"

A parte che non e' una novita' che io sia favorevole al FV sui tetti delle abitazioni... non a caso il tuo sodale enri mi prende in giro anche per quello (si sa, i bambini hanno spesso difficolta' a inquadrare logicamente le cose)... e posso dirti che se lo fanno IN ASSENZA DI INCENTIVI sono favorevole pure all'installazione sui tetti di industrie e commerci... purche' paghino gli inevitabili costi di bilanciamento e del resto.

Se tu sapessi fare due conti vedresti che anche il giorno che questo succedera' (nel giorno di mai dell'anno di poi) la penetrazione del FV sara' al massimo del 20-25%...

Ciao bello.

R.

@enri ... rivolto al sodale

@enri

... rivolto al sodale orifiz
'...
"indovina, stiamo apprendendo che a gennaio il fv produce poco,"

Eh!... fosse solo quello che dovreste apprendere, tu e orifiz'!... sarebbe facile... purtroppo la limitatezza culturale nella quale sguazzate non vi permette di vedere piu' in la del vostro naso!...
Infatti basta dare un'occhiata al rapporto di Terna relativo al 2013 (la tabella in basso nella stessa pagina del gennaio 2014)... per rendersi conto che il FV e l'eolico COMBINATI assieme hanno generato durante3 mesi di novembre, dicembre e gennaio la pochezza di 7123 GWh su un consumo complessivo negli stessi 3 mesi di 78626 GWh, cioe' 19 GWp e 8 e passa GW di eolico hanno coperto il 9% della domanda... hanno avuto un fattore di capacita' medio dell'11,9%... con il FV ad un INCREDIBILE (per tanto fa schifo) fattore di capacita' medio del... rullio di tamburi... (2713/92/24)/19=1.23/19=0.065... SEI VIRGOLA CINQUE PERCENTOoooo!!...
Gli inutili 19 GWp sono stati equivalenti a 1,23 GW elettrici!... decine di miliardi di investimento foraggiati da 130 e passa miliardi di Euro nei prossimi 20 anni per produrre durante UN QUARTO di tutto un anno solare la MISERIA di 1,23 GW??? Ahahaahahaah... ahahaahah... ahahaahah...

Controanalisi numeriche benvenute... simil-storditi incapaci di farle astenersi, grazie.

R.

e ma Patrizio...sappiamo bene

e ma Patrizio...sappiamo bene quanto sia difficile convincere l'uomo dell'IMPOSSIBILE...adesso per dire che le rinnovabili producono meno inizia a scorporare le varie fonti...indovina, stiamo apprendendo che a gennaio il fv produce poco, ma non dobbiamo considerare l'idroelettrico per dire che le rinnovabili producono più dell'anno scorso...bah, specchio specchio delle mie brame, chi è che arrampica in verticale?

@Rob

@Robertok06
ove ci si puo' mettere il FV su scala industriale (quello sulle case dei privati va bene)
*******
ooooohhhh...udite udite....il nostro caro amico filolobbinucleare...ha ammesso una cosa...aspetta che prendo il martello e un chiodo.....
però qualcosa non torna...perchè per i privati si e per le aziende no ? spesso è il contrario in termini di convenienza ,ti cito un esempio...nella mia zona ha appena aperto un nuovo discount....ha l'impianto FV (a occhio viste le dimensioni dovrebbe essere di almeno 100kWp)e tutti i banchi frigo con le porte chiuse per diminuire gli sprechi di kWh.....visto che i discount vanno molto a risparmio con il personale e anche la sicurezza....che senso aveva fare un impianto senza incentivi se questo sarebbe stato un investimento a perdere....oppure è stato fato perchè calcoli alla mano con l'autoconsumo giornaliero i conti tornano.....bah....

Mitica Green Economy!

@economist'enri

Questa non la sapevo!... appena visto un trafiletto sullo schermo del TG del mattino...

http://mattinopadova.gelocal.it/cronaca/2014/01/03/news/fatture-fasulle-...

"La Helios era leader nella produzione di pannelli fotovoltaici ed è fallita nella primavera del 2013.
...
Poche settimane prima del tracollo della Helios la stessa sorte era capitata ai 109 lavoratori Ecoware. La situazione era precipitata dopo il fallimento della Aion Renewables, dichiarato dal tribunale di Reggio Emilia. Al colosso emiliano infatti facevano capo entrambe le aziende padovane. Il sogno della Silicon Valley dell’Alta Padovana è svanito e ora c’è pure l’inchiesta della Finanza che darà uno strascico giudiziario agli ex vertici della Helios. "

Come mai non se ne e' sentito parlare su questo blog? Mmmmh....

R.

@ Enrico - 11/02/2014 -

@ Enrico - 11/02/2014 - 00:07

dimenticavo...citavi il bilancio mensile terna....giustamente in un gennaio piovoso dici poco sole....praticamente uguale all'anno scorso....però l'idro +40,5% e termoelettrico -13%...
-----------
Eh!... e quindi?... l'idro non ha nulla a che fare con il farlocco FV che ti riempie il portafoglio (a scapito degli altri italiani), quanto al calo del termoelettrico se fosse stato per l'apporto del FV e dell'eolico avrebbe dovuto aumentare, dato che la somma delle due tecnologie farlocche nel gennaio 2014 e' stata INFERIORE a quella del 2013, nonostante svariati GWp di potenza in piu'.
Riprova.

--------------
impressionante il grafico a pag. 11 sul giorno di punta: nel gennaio 2012 Fv+eolico erano all'1,8% nel 2013 al 10,1% e nel 2014....19,3%.........guardacaso fra 2013 e 2014 è calato in misura praticamente analoga all'aumento di rinnovabili il fossile.
--------------
Ma neanche per idea!... ovviamente non sei capace di leggere un grafico da cima a fondo e capirlo, e spari minchiate come questa!... guarda l'ora!... quest'anno il picco di consumo e' avvvenuto alle 11 di mattina, negli anni precedenti alle 6 del tardo pomeriggio... a gennaio il FV alle 18 genera solo MILLIWATT di potenza, cicciooooo!!!!... ripeto, nel corso del mese di gennaio 2014 la somma eolico + FV ha generato MENO dell'analoga somma nel 2013.
Il FV ha generato 779 GWh rispetto ai 776 del 2013, nonostante un paio di GWp in piu', il Conto Energia si e' chiuso (per fortuna!) nel luglio 2013.
Riprova.

------------
mediamente le rinnovabili nel gennaio 2014 hanno coperto il 26,5%, ossia circa il 5% in più rispetto ad un'anno fa...non male il 5% all'anno direi.....o no?
------------
MMalissimo, invece!... te l'ho gia' detto... il giochetto delle 3 carte di mescolare l'idro baseload con le intermittenti farlocche serve siolo a nascondere la scarsita' di produzione di queste ultime!... sei capace di sommare due numeri interi?... quanto fa (779+1717) e quanto fa (776+1761)?... quale delle due somme e' piu' grande, enrichetto? Dai, stupiscimi una volta... mostrami di che pasta sei fatto!

L'aumento diella percentuale delle rinnovabili complessive e' dovuto in larghissima parte al calo del termoelettrico, e delle temperature medie piu' alte della media. FV e eolico hanno prodotto DI MENO... te lo vuoi far entrare in zucca? Punto.
Stai godendo degli effetti della crisi economica che attanaglia il paese e l'industria italiana, te ne rendi conto? Hip, Hip!... Hurra!... evviva la crisi e la disoccupazione che fa aumentare la percentuale delle rinnovabili! CLAP! CLAP! CLAP!

Ciao bello, salutami la maestra... chiedile di spiegarti il concetto di "provare vergogna", che pare che tu non l'abbia ancora capito.

R.

-------------
buona arrampicata, mister ventosaman.
----
Ha parlato il Messner degli Specchi, al secolo enrichetto. Vai, pascola... calcola le due somme che almeno impari qualcosa.

dimenticavo...citavi il

dimenticavo...citavi il bilancio mensile terna....giustamente in un gennaio piovoso dici poco sole....praticamente uguale all'anno scorso....però l'idro +40,5% e termoelettrico -13%......................
impressionante il grafico a pag. 11 sul giorno di punta: nel gennaio 2012 Fv+eolico erano all'1,8% nel 2013 al 10,1% e nel 2014....19,3%.........guardacaso fra 2013 e 2014 è calato in misura praticamente analoga all'aumento di rinnovabili il fossile.

mediamente le rinnovabili nel gennaio 2014 hanno coperto il 26,5%, ossia circa il 5% in più rispetto ad un'anno fa...non male il 5% all'anno direi.....o no?

buona arrampicata, mister ventosaman.

beh, caro mio, sarà per tutte

beh, caro mio, sarà per tutte le ragioni che dici tu che le rinnovabili rappresentano gran parte della potenza installata in questi anni.....o forse per tua stessa ammissione è proprio che tu non ci capisci nulla di rinnovabili? Inizia a guardarle in un'ottica di sistema, perchè è abbastanza ovvio che in gennaio c'è meno sole che luglio ma più pioggia che in agosto! Quanto sei ridicolo...riesci a dire nessuno dice che le rinnovabili siano inutili e rinnovabili inutili a prescindere in una unica frase.....una volta dissero: certe persone sono gli utili idioti delle lobby fossili...

Ricorda: spagna 50% rinnovabili....riesci a vedere il trend? dove soffia il vento.....non ci sono problemi tecnici privi di soluzione ad un progressivo espandersi delle fonti rinnovabili, da considerare in ogni loro forma. 10 anni fa erano una inizia rispetto all'installato, oggi sono una buona percentuale, un risultato incredibile....chi vivrà vedrà, io ho le mie buone ragioni nel credere che non si arresterà l'avanzata rinnovabile. Tu libero di credere in modelli energetici preguerra fredda.

@evgalois Parole sante la

@evgalois

Parole sante la tue... e l'esempio migliore sono I DATI di Terna.... per esempio, mese di gennaio appena concluso... i fan-ta-sti-ci 19 GWp di (inutile) FV hanno generato in un mese intero 779 GWh, sui 19x31x24=14136 GWh che avrebbero dovuto generare se il FV fosse baseload come fonte... ma non lo e', e dividendo 779 per 14136 si ottiene il PA-TE-TI-CO valore del fattore di capacita' medio di UN MESE INTERO!... 779/14136=0,0551 ... cioe' il 5,5 percentooooo... siori e siore, "enri"!... "orifizio"!... "alsarago58"!... i vostri 19 GWp hanno prodotto come UN MISERO GIGAWATT elettrico baseload!... il resto per fortuna che c'e' stato tanto idroelettrico che ha sopperito... perche' guarda caso anche di eolico ce n'e' stato poco, MENO del gennaio 2013... e "Santa Crisi" vi aiuta sempre, facendo crollare la domanda.

Parafrasando quello slogan di pubblicita' progresso di qualche anno fa... "Rinnovabili intermittenti: se le conosci le eviti, se le conosci non ti uccidono".

R.

@enri, enric, enrico...

@enri, enric, enrico... 'mazza ne ha di nick il ragazzo!

"Su questo concordiamo. Da qui a dire che il contributo delle rinnovabili è inutile, ne passa..."

Infatti NESSUNO dice che "le rinnovabili" siano inutili... l'idro e' molto utile per esempio... chi e' POCO utile e' l'eolico, a causa della sua intermittenza mal prevedibile e l'impatto paesaggistico (fra altre cose), poi c'e' la categoria di "INUTILI A PRESCINDERE" dove ci si puo' mettere il FV su scala industriale (quello sulle case dei privati va bene), il mini e micro-eolico, il mareomotrice... meglio perderli che trovarli quelli... oh!... non sto esprimendo un'opinione, ragiono dati alla mano.

R.

Evgalois...difficoltà forse,

Evgalois...difficoltà forse, ma non impossibilità.
Su questo concordiamo. Da qui a dire che il contributo delle rinnovabili è inutile, ne passa...

A prescindere dai numeri

A prescindere dai numeri esatti, il fatto è che per ogni GWp intermittente ci deve essere un GW programmabile (sia esso nucleare, termoelettrico, idroelettrico, accumulo, reattori materia-antimateria) pronto a sopperire in caso di intermittenza. E' per questo che le fonti intermittenti saranno sempre più difficili da integrare nel sistema energetico.

@enri "Mentre la iea è

@enri

"Mentre la iea è chiara: nel 2016 ogni Kwh di nuke ci saranno 2 Kwh di rinnovabili..........
http://www.qualenergia.it/sites/default/files/articolo-doc/MTrenew2013SU..."

Eh!... peccato che si tratta del solito giochetto delle 3 carte di voi "ambientalisti" anti-nucleari... se tu potessi anche capire quello che leggi (se lo hai letto... che e' tutto da vedere), fig.8 del documento IEA da te linkato... nel 2016 le rinnovabili pensano che produrranno un po' piu' di 6000 TWh di cui, per quel che riguarda le rinnovabili INTERMITTENTI (che sono quelle con le quali smarroni mane e sera, il farlocco eolico e il farlocchissimo FV) si deve zoomare bene sul grafico per leggere il contributo delle due assieme... a occhio direi da 4700 a 6000 TWh sulla scala verticale... quindi 1300 TWh complessivi (solare PV+eolico on e eolico off-shore)... il nucleare nel 2013 ha generato circa 2600 TWh... e nel 2016 ne generera' altrettanti almeno... quindi direi che UNA VOLTA DI PIU' hai detto una sonora caxxata... nel 2016 le rinnovabili intermittenti genereranno circa LA META' di quanto generera' il nucleare... e lo faranno in maniera intermittente e mal prevedibile, dovendo far ricorrere all'ausilio di centrali termoelettriche per coprire l'intermittenza... con annesse emissioni che si dovrebbero contabilizzare e non far finta che non ci siano.

Te ga' capi', picinin mio?

Riprova!

R.

Sai, quello che non capisci è

Sai, quello che non capisci è che le fossili producono purtroppo molto ma molto più del nuke, che in decenni non è riuscito a invertire questo dato di fatto sul quale anche tu dovrai concordare.
Ne consegue che per decarbonizzare l'energia con "un mix di generazione a bassa co2" come dici tu....è necessario installare rinnovabili, e viene fatto...mentre come vedi sopra la potenza di carbone, olio combustibile ecc....arretra.

Per la cronaca, i miei pannellini ini ini da 3 Kwp producono al momento ben più della centrale nucleare di flamanville in costruzione....e di notte epr e pannelli dell'Enrico producono uguale! ma lo dici tu che non ci capisci nulla.....

Mentre la iea è chiara: nel 2016 ogni Kwh di nuke ci saranno 2 Kwh di rinnovabili..........
http://www.qualenergia.it/sites/default/files/articolo-doc/MTrenew2013SU...

@enri "cmq adesso finchè

@enri

"cmq adesso finchè non finisce il decommissing, paga pantalone... "
Neanche per idea!... pantalon ha gia' pagato!... il decommissioning e'compreso in bolletta in gran parte, e la parte restante e' a carico della societa' proprietaria dell'impianto, in spagna como altrove.
Informati!

".tu mi hai chiesto dei link, te ne ho dati 4 o 5...."
Me ne hai dati 4, di cui 3 erano praticamente identici e sbagliati, a partire dal nome della societa' che gestisce Garona.
L'unico link serio, quello di WNN non l'hai neanche letto o se l'hai fatto non l'hai capito, dato che dice cose completamente diverse da quelle che sostieni tu.
Riprova.

"cmq i 50 gwp di rinnovabili produrranno molto più di flamanville..."

E grazie al C....!... 50 GWp contro 1,620 GWe... ci mancherebbe altro.
Di notte, ad ogni modo, ogni notte di ogni anno del loro funzionamento, i 50 GWp produrranno ESATTAMENTE ZERO Wh!...mentre l'EPR di Flamanville produrra' 1620 MWh ogni ora, il 90% del tempo su media annuale.

"e nel 2016 produrranno il DOPPIO del nucleare!"
Ma neanche per idea! 50 GWp al fattore di capacita' medio del 15% producono SOLO DI GIORNO una media annuale di 65,7 TWh... "il nucleare" mondiale produce molto, ma molto di piu'!... solo il nucleare francese produce 410 TWh/anno... ma cosa dici? Ma cosa ti fumi? Ma da dove tiri fuori queste affermazioni DEMENZIALI?

Ma non ti vergogni proprio mai? 'mazza, che ribrezzo!

R.

non c'è peggior cieco...

ti confermo che conta il trend: copio e incollo da sopra: "ad esempio il carbone solo il 5% con 1,9 GW (senza contare le dismissioni annuali pari a 7,7 GW"..............come fai a dire che si installa carbone a gogo???la direzione è + rinnovabili...dal mio punto di vista ci vorrebbe ancora + convinzione, ma la strada è questa.

si, hanno sbagliato...perdeva

si, hanno sbagliato...perdeva solo 153 milioni di euro, non miliardi...cmq adesso finchè non finisce il decommissing, paga pantalone....tu mi hai chiesto dei link, te ne ho dati 4 o 5....
cmq i 50 gwp di rinnovabili produrranno molto più di flamanville....e nel 2016 produrranno il DOPPIO del nucleare!

@enri "La potenza

@enri

"La potenza installata è il parco elettrico, diverso dalla produzione..."

Ma dai!... grazie della rivelazione!... non l'avevo capito.
Quindi mi confermi che quello che conta e' la potenza installata, i GWp, non l'energia generata, i GWh?

Di notte, tutte le notti di tutti i giorni di tutti gli anni... quanto genereranno i 50GWp che verranno installati, a tuo dire, quest'anno?
Pascola, che e' meglio.

R.

@enri, esperto nucleare..

@enri, esperto nucleare..

"chiedevi la fonte del fallimento di garona....quante ne vuoi, "

Eh!... poco sotto hai scritto che la societa' fallita si chiamava "nuclear"... e si chiama "nuclenor"... e quanto al "fallimento" non si tratta di fallimento, ma di rinuncia a investire la cifra necessaria a far continuare la produzione per soli 6 anni.

Riprova dopo aver imparato a leggere.

R.

P.S.:tanto per dire... il tuo secondo link, al "solito" blog "ambientalista" anti-nucleare dei miei due, riporta questa accuratissima affermazione:

"la centrale di Garona si sarebbe ritrovata a pagare tasse pari a circa 153 miliardi di euro nel 2013, portando al fallimento la Nuclenor che l’ha gestita fino a oggi."

153 MILIARDI di Euro di tasse??? Confermi tu che di economia te ne intendi? Ahahaahahah....
E la foto?... e' quella del reattore di Garona, no? Me lo confermi, tu che di nucleare ne capisci molto piu' di me? E' un reattore a piscina, a cielo aperto, giusto? Ahahahaahahah....
Vai,pascola... anzi, vai a pascolare con gli amici di rinnovabili.it, che siete allo stesso livello... vai!

P.S.2: Come puoi leggere (ma non capire, perche' sei tardo) sul sito di WNN...

"Garoña's reliable operation over the last five years saw it achieve an average capacity factor of 93%; replacing its production with equally reliable fossil fuels will cause Spain to emit 10-18 million tonnes more carbon dioxide in the next six years."

I 446 MWe di Garona hanno generato al 93% di fattore di capacita'...solo negli ultimi 5 anni hanno evitato di bruciare carbone o gas per l'equivalente di 18,1 TWh di corrente... cioe' 18 milioni di tonnellate di CO2... adesso il baseload che manca, i 3,6 TWh/anno, se li generera' il carbone... sei contento?

hahaha ma pensi che quattro

hahaha ma pensi che quattro insulti ti aiutano in un confronto dialettico?sinceramente mi offendo solo per le persone per cui ne vale la pena...ad ogni modo:
La potenza installata è il parco elettrico, diverso dalla produzione...però se aumenta la quota rinnovabile e diminuisce quella fossile, si sta avverando quello che vuoi anche tu, un mix a minori emissioni...quindi non agitarti, anche se per tua ammissione non ne capisci nulla....o spiegami come mai la iea dice che nel 2016 le rinnovabili produrranno il doppio, dico il doppio del nucleare. Secondo me la strada va verso un incremento di rinnovabili....persino chicco testa vede maluccio il nuke....

http://www.qualenergia.it/sites/default/files/articolo-doc/MTrenew2013SU...

Mentre ti stavi arrampicando a forza di insulti sul tuo verticalissimo specchio, chiedevi la fonte del fallimento di garona....quante ne vuoi, mi stupisce che un sapientino come te non lo sapesse e si incaponisse in una cosa che rende evidente la scarsa convenienza e la fragilità economica di questa tecnologia:

http://www.e-gazette.it/sezione/elettricita/nucleare-fallimento-spagna-c...

http://www.rinnovabili.it/ambiente/spagna-chiusa-la-centrale-nucleare-di...

http://www.worldnuclearreport.org/Spain-Shuts-Down-Garona-Reactor.html

http://www.world-nuclear-news.org/NP_Garona_officially_closes_0806131.html

la motivazione è questa: the 446 MW plant would not be economic....i debiti a el pantalon, il pantalone spagnolo....buon inizio di rosicsettimana....pensa un po, si prevedono 50 GWp di FV nel mondo.....in un mese ne abbiamo già installati 4 circa....ciapa!

@enri "Non riesci nemmeno a

@enri

"Non riesci nemmeno a capire il significato di parco elettrico...."

Ma dai!... spiegamela tu, allora.
Spiegami cos'e' che non avrei capito!
Ahahaahh... guarda che il parco elettrico non e' mica il parco giochi con i tricicli elettrici dove ti porta mamma tua a giocare!... ahahaahh...

... questa me la segno!... "Non riesci nemmeno a capire il significato di parco elettrico...."

Grazie di esistere.

R.

In ordine SCARSO, volevi dire?

@enri

"rispondo in ordine sparso alle cose per cui ne vale la pena...quel reattore in spagna l'han fermato perchè è fallita la società che lo gestiva, la nuclear...:)"

???
Neanche per idea!... ahahaahah!... ma chi te le racconta certe baggianate?

Cita la fonte.

La centrale di Garoña ha chiuso ai primi di luglio scorso (contribuendo quindi solo per 6 mesi dell'anno) con 6 anni d'anticipo per altri motivi.

Riprova.

R.

e per la cronaca l'articolo

e per la cronaca l'articolo del NY l'ho commentato....ti ho già detto di salutare il buon signore che voleva la commessa e si arrabbia perchè le aziende europee sono + competitive....lo spiegel non ne valeva la pena, come voler discutere di politica prendendo spunto da buonadomenica.

rispondo in ordine sparso

rispondo in ordine sparso alle cose per cui ne vale la pena...quel reattore in spagna l'han fermato perchè è fallita la società che lo gestiva, la nuclear...:)

ciccio, se 50%rinovabile in spagna...1/3 in italia ecc ecc ti sembrano frazioni minime...sei tu che sbagli. Non riesci nemmeno a capire il significato di parco elettrico....la tua difesa è solo "1GWp nuke è più di 1 GWp FV..." va bene, ma non risponde all'idea sul come questo decarbonizzerà l'energia....la tua soluzione è dunque lasciare tutto così!!!

La verità è che non vale la pena perdere tempo con te, l'hai detto tu stesso
robertok06 scrive:
29/09/2012 alle 16:45
Una domanda per gli esperti energetici di rinnovabili (io, come e’ noto, non ne capisco nulla)…

visto che non ne capisci nulla....un bel tacer non fu mai scritto!!!

A me non dai ascolto, ti lascio con le parole di chicco testa a proposito del nerissimo futuro del nucleare ... magari a lui, che si è affaticato tanto nel volerne la rinascita, dai ascolto:

Chicco testa
Ma vi è da considerare un messaggio più profondo. Il fatto è che l’energia nucleare non può più contare su un clima di investimenti stabile in un paese democratico. La stessa cosa accaduta in Germania e in Giappone, può accadere negli Stati Uniti, Regno Unito e anche in Francia. Chiaramente questo tipo di “incertezza normativa” avrà un impatto fortemente negativo sugli investitori, ingegneri, decisori politici, strateghi dei piani energetici. Soprattutto invierà ai giovani il messaggio che l’energia nucleare non è l’onda del futuro. Questo è un settore in declino. Questo può facilmente portare all’autoavverarsi della profezia negativa.
In un simile contesto, l’unico futuro che l’energia nucleare ha è nelle economie pianificate, in cui i leader politici non sono tenuti a prendere in considerazione l’opinione pubblica, almeno non direttamente. Che tipo di futuro è mai questo?”

Quanto a me, i dati che vedi sopra mi fanno dire che il parco fossile e nucleare è diminuito in europa, a favore delle rinnovabili (tu che vaneggi sul carbone, in 14 anni -19 GW di centrali installate, tu vaneggi sull'olio combustibile), ed il trend per il futuro è e resterà questo, fine della storia.

@ Enrico - 08/02/2014 -

@ Enrico - 08/02/2014 - 15:47

ha, già flamanville....quello che doveva essere pronto nel 2009...
-----------
Si quello.

------------
Ragazzo non svicolare:
------------
E chi svicola? Continuo a postare dati e studi, tu casomai svicoli... di quello che c'e' scritto nei due articoli del NYT e di Der Spiegel non dici nulla? Non li commenti?

------------
se la quota delle rinnovabili non fosse crescuta di 10 volte rispetto a 14 anni fa, con cosa avremmo coperto quelle quote? sentiamo!
------------
10 volte poco piu' di zero continua a fare quasi zero... e' matematica elementare, quella cosa che tu non conosci.
Riprova.

-----------
E cosa avresti fatto tu? con quel piccolo 14% di potenza installata, cosa ottieni?
-----------
Ma proprio non riesci a capirlo, eh? Il 14% di nucleare genera MOLTO di piu' del 21% combinato di eolico e FV!... la potenza installata non conta nulla, devi pesarla col fattore di cvapacita', che per il FV e' ridicolmente basso... ogni Wp FV equivale a una frazione di W nucleare, 9 Wp tedeschi equivalgono a 1 W nucleare tedesco... te lo vuoi far entrare in quella zucca vuota o no?

---------
Con l'eolico in spagna 1 fonte, come ti rapporti?
---------
Cosa significa "come ti rapporti"?
E' stato la prima fonte solo perche' hanno fermato un reattore durante il 2013... e comunque il nucleare ha generato piu' potenza lorda di quella dell'eolico...
Oh!... ciccio!... io contro eolico e FV non ho assolutamente nulla, in che lingua devo dirtelo?... ce l'ho con i beoti che credono che si possano sostituire tutte le centrali baseload con FV e eolico, quello si.

---------
hai già 4 domande a cui rispondere,
---------
Ma neanche per idea!... ti ho risposto mille volte, sei tu che non ci arrivi.

----------
oltre a queste: quale sarebbe allora la tua idea per decarbonizzare l'energia?
----------
Installare un mix equilibrato di fonti a basse emissioni, possibilmente emissioni nulle... te l'ho gia' detto 100 volte.

----------
se il nucleare in molti decenni non è riuscito a decarbonizzare l'energia, perchè dovrebbe farlo adesso?
----------
Ma tu deliri!... nel solo 2013 e nella sola Europa il nucleare ha evitato di generare piu' di 900 TWh utilizzando altre centrali baseload... con il mix di generazione medio europeo il nucleare ha evitato di emettere circa 600 milioni di tonnellate di CO2, ciccio!... per non parlare dei milioni di tonnellate di mercurio, arsenico, piombo, particolato di vario tipo, ossidi di zolfo e azoto e ozono, etc... ma cosa dici§... ma ti vuoi fare un minimo di cultura prima di aprire l'orifizio per nulla?
Inoltre: il nucleare NON ha MAI ipotizzato di poter decarbionizzare la produzione di energia, i deliri del genere sono peculiarita' delle rinnovabili intermittenti.

-------------
Hai visto come il parco elettrico è cambiato, diminuendo centrali più inquinanti, perchè ti ostini a dire che non è vero?
-------------
Perche' NON E' VERO!... le installazioni di rinnovabili, specialmente FV e eolico sono aumentate enormemente, su quello non ci piove, ma poco o nulla hanno fatto per far diminuire l'egemonia del carbone... ti ho linkato il documento di BP, ma ce ne sono altri equivalenti... il peso dei fossili AUMENTA, non diminuisce, nella produzione elettrica mondiale... fattene una ragione. IL carbone e' previsto che diminuisca in futuro, ma fin'ora non lo ha fatto.

------------
In cina aumenta il carbone ma fanno nucleare, allora il nucleare ha fallito anche li???
------------
E che c'entra? Ma perche' mi fai questa domanda scema? Boh...

-----------
ma la domanda che più mi incuriosisce è: perchè hai postato un articolo su un disastro di una centrale a carbone in america, gestita dalla futura proprietaria di votgle (auguri...sarà affidabile?), per dire che le rinnovabili in germania non vanno bene?
------------
Perche' il messaggio era nel testo dell'articolo... un piccolo esempio di quello che succede con le scorie del carbone, scorie che esistono anche nella sola germania su scale delle decine di milioni di tonnellate... e la fantastica Energiewende sta sostituendo il nucleare a zero emissioni dei reattori tedeschi con record di produzione da carbone e lignite... che ammazzano al rtmo di una decina di vite per ogni TWh elettrico prodotto... e di TWh ne hanno generati 250.

Informati una volta per tutte!

R.

ha, già flamanville....quello

ha, già flamanville....quello che doveva essere pronto nel 2009...

Ragazzo non svicolare: se la quota delle rinnovabili non fosse crescuta di 10 volte rispetto a 14 anni fa, con cosa avremmo coperto quelle quote? sentiamo!
E cosa avresti fatto tu? con quel piccolo 14% di potenza installata, cosa ottieni? Con l'eolico in spagna 1 fonte, come ti rapporti?

hai già 4 domande a cui rispondere, oltre a queste: quale sarebbe allora la tua idea per decarbonizzare l'energia? se il nucleare in molti decenni non è riuscito a decarbonizzare l'energia, perchè dovrebbe farlo adesso?Hai visto come il parco elettrico è cambiato, diminuendo centrali più inquinanti, perchè ti ostini a dire che non è vero?
In cina aumenta il carbone ma fanno nucleare, allora il nucleare ha fallito anche li???

ma la domanda che più mi incuriosisce è: perchè hai postato un articolo su un disastro di una centrale a carbone in america, gestita dalla futura proprietaria di votgle (auguri...sarà affidabile?), per dire che le rinnovabili in germania non vanno bene?

Per l'economista enri:

Per l'economista enri:

http://www.spiegel.de/international/business/wind-power-investments-in-g...

"Gone With the Wind: Weak Returns Cripple German Renewables"

"Investments in renewable energy were supposed to be a sure thing, with wind park operators promising annual returns of up to 20 percent. More often than not, however, such pledges have been illusory -- and many investors have lost their principal to boot."

Buona lettura.

R.

@enri "sempre aspettando

@enri

"sempre aspettando flaman "2009" ville e Hinkley"chissà se e quando" point, detta anche Hinkley "oltre 100€/MWh" point....."

E mentre aspetti pagando (e nel tuo caso incassando!) gli "incentivi" al FV italiano al costo medio di 300 Euro/MWh (per i prossimi 19 anni!) l'EPR di Flamanville si avvicina al completamento...

http://www.world-nuclear-news.org/NN-Vessel-installed-at-French-EPR-2701...

Quello'oggettino di pochi metri di grandezza e' quello che produce l'equivalente di 10 GWp di FV, o 3300 turbine eoliche da 2 MW... a costi incommensurabilmente minori.

Have a nice rosication, baby! :-)

R.

@enri "... dove vedresti

@enri

"... dove vedresti tutto questo fiorire di centrali a fossili di grazia?indicamelo qui sotto, grazie."

Ciccio!... il consumo di carbone a livello mondiale E' in aumento costante e INEVITABILE da decenni!... questo lo sa anche il mio pesce rosso, che ti batte a briscola quando vuole:

http://www.bp.com/content/dam/bp/pdf/Energy-economics/Energy-Outlook/Ene...

... pagina 68.

Nell'unico grande paese industrializzato europeo dove l'economia non e' alla canna del gas e l'industria gira ancora (ti lascio immaginare quale sia) il consumo di carbone/lignite E' in aumento, nonostante ci siano quasi 70 (SETTANTA) GW di inutili impianti rinnovabili intermittenti: quest'anno hanno battuto il recordi di produzione di energia elettrica da carbone/lignite, era dai tempi delle riunificazione delle due Germanie che non accadeva!... prova migliore non c'e'.
Che in altri paesi il consumo di carbone stia diminuendo e' principalmente dovuto a cause contingenti come l'elevata piovosita' degli ultimi 2 anni che ha fatto esplodere il contributo dell'idroelettrico da bacino e acqua corrente, e la diminuzione dei consumi industriali... prova a dare un'occhiata al CROLLO dei consumi in Sardegna... chiediti perche', quale grande industria energivora sia stata chiusa e abbia delocalizzato all'estero. Il contributo delle rinnovabili intermittenti e' aneddotico.

Il consumo di carbone aumenta persino qui in Francia, paese che ' gia' da anni a piu' del 90% di produzione elettrica CO2-free... grazie al fatto che le rinnovabili intermittenti "incentivate" e scaricate sul mercato europeo perche' non sanno che farsene nei paesi dove vengono prodotte hanno mandato fuori mercato la versione meno nociva dei combustibili fossili, le centrali a gas.

Questo e' quanto, il resto sono solo tuoi deliri di bambino ingnorante. Cresci e studia!

R.

@enri "Non hai del resto

@enri

"Non hai del resto risposto manco ad una delle questioni che ti ho proposto.."

E quali sarebbero le questioni?... le due domandine idiota 1) e 2) qui sotto?.... l'ho gia' fatto, mille volte... se i due-neuroni-due che hai nella scatola cranica non riescono a ricordare non e' colpa mia.
Parlando di tempi di costruzione e di costi in aumento e a carico del contribuente, ti RIPROPONGO questo recentissimo caso che parla di una delle alternative CO2-free al nucleare, e parla degli USA:

http://en.wikipedia.org/wiki/Cape_Wind

Progetto "rivoluzionario" iniziato nel 2001, costi astronomici, costo del kWh astronomico, 780 MILIONI DI DOLLARI, il 30% dei costi del progetto, a carico del contribuente.
Vogtle in confronto e' "a piece of cake".

Riprova.

R.

P.S.: oltre a Vogtle c'e' anche questo... aggiorna il disco rotto, ciccio!

http://www.world-nuclear-news.org/C-Summer-ownership-decided-2801147.html

@alsarago58 Sicuramente il

@alsarago58

Sicuramente il nucleare USA diminuira nei prossimi decenni... largo all'alternativa a basso costo!... il gas da fracking!

Di che gioire, no?

R.

P.S.: alsy... non ci sono alternative, sono anni che te lo dico... se non fai nucleare bruci fossili, ben che ti vada e' gas naturale non da fracking, le rinnovabili intermittenti non potranno mai sostituire le centrali baseload, non c'e' nulla da fare, e' fisicamente impossibile, fattene una ragione.

e tu studia geografia, prima

e tu studia geografia, prima di parlare della germania postando articoli sulla florida.

Non hai del resto risposto manco ad una delle questioni che ti ho proposto...da buon troll potevi prenderne una, una sola, e fare il tuo panegirico...nemmeno quello. Complimenti, deve essere l'aria rarefatta lassù in cima allo specchio su cui ti arrampichi.

Alsarago, quanto alla tua paura sono d'accordo con te, però è una grande occasione.

@Enrico - 08/02/2014 -

@Enrico - 08/02/2014 - 00:54
ecco, non mi ero spiegato bene"

Deve essere per via dell'ora tarda... cosa fa un bambino in piedi quasi all'una di mattina?
Lo sanno i tuoi genitori che sei davanti al computer?

Vai a nanna, che e' meglio.

R.

Sul nucleare Usa c'era anche

Sul nucleare Usa c'era anche quest'altro articolo nello stesso link:

http://www.businessweek.com/articles/2013-07-18/the-u-dot-s-dot-nuclear-...

I 104 reattori Usa del 2012, sono diventati 100 nel 2014 e rischiano di chiuderne decine di altri nei prossimi anni.

http://www.sciencedaily.com/releases/2013/12/131211185550.htm

Se verranno sostituiti da gas di scisto e carbone, però, non credo ci sia molto da festeggiare....

ecco, non mi ero spiegato

ecco, non mi ero spiegato bene....volevo dire: in due anni si installerà tanta potenza di fv quanto il nuke installato in america in 50 anni, mai aumentati da 20 anni a questa parte.
Del resto.... se parli di america per criticare la germania in un link che parla di europa, è facile innervosirsi e scrivere senza rileggere.
Buona arrampicata piccolo troll.

giocando al

giocando al confondicontinente, dimenticavo di aggiungere questo: nuke USA è si a 100 gw, e produce il 19% dell'elettricità usa, ma è così da almeno 20 anni. Dunque...cosa proponi, aspetti (e speri) votgle, continuando nel frattempo a carbone ... o trovi una alternativa? capisci, tu non sai dare l'alternativa...dici inutili rinnovabili, benissimo.....e poi, che fai? capisci quello che voglio dirti? sul serio, siccome non hai proposte, la tua sembra due cose: 1) ami le fonti fossili e vorresti restasse tutto così....2)... Secondo me la seconda ipotesi. Del resto tranquillo, in 2 anni il solo fv installato nel mondo sarà il doppio del già installato nuke Yenkee.....e fra quattro anni il quadruplo....aspettando la riscossa di votgle, doveva partire nel 2016, c'è chi inizia a parlare di 2023....................hahahahaha

no caro genietto!Anzi, sei tu

no caro genietto!Anzi, sei tu che o non capisci o fingi di non farlo: citi un avvenimento in AMERICA, per criticare la germania....fa un continente di differenza. E nemmeno te ne accorgi mentre continui ad insultare. Come sempre tentando di svicolare.

pensavo sapessi fare di meglio, anche perchè citi un disastro dovuto a malagestione da parte dell'azienda che (forse) costruirà parte di votgle........dunque sorge anche una altra domanda: i link che citi come oro colato sono sempre buttati li in modo così tendenzioso, o è stata una svista di proporzioni mondial-continentali???

Del resto, la tua affermazione si dimostra per quella che è...dici "tirare su centrali a carbone"...ma che occhiali usi?

hai visto i grafici sopra? ti cito una frase dell'articolo che non avrai letto per darti una idea: "Saldo negativo invece per olio combustibile (meno 28,7 GW di potenza), per il carbone (meno 19 GW) e per il nucleare (meno 9,5 GW).".....dove vedresti tutto questo fiorire di centrali a fossili di grazia?indicamelo qui sotto, grazie.....poi se come ti ha fatto notare patrizio per te il 2011 boom del fv è stato un flop...mah, contento tu....dove vedi un incremento di carbone? nel 50% da rinnovabili spagnole o nel +61% di potenza rinnovabile installata in poco più di un decennio? sei riscivolato dallo specchio.riparti dal via...

@enri Quella

@enri

Quella sull'Energiewende ero sicuro che non l'avresti capita, ed infatti...
Mentre godi sul Nucleare usa non costruito (ma hanno 'solo' 100 GW di reattori) al loro posto tirano su centrali termoelettriche a gas di scisto... clap!... ciao!... sei il perfetto 'ambientalista' de noantri.
R'

discutendo di arrampicate....

parli della Energiewende...(GERMANIA) con un articolo riferito ad una centrale nel north carolina....(STATI UNITI

INTELLIGENTE, NO?????????????????

di più: lo dici a gente come me, che pensa sia doveroso cambiare modo di produrre energia...quindi meno carbone, fonti fossili e rischi annessi, più rinnovabili. Cosa vorresti dimostrare? Sei riscivolato dallo specchio. Buona arrampicata.

et voila.

ps.
per la cronaca...la compagnia che proprietaria della centrale a carbone del tuo articolo è la stessa che dovrebbe (forse) costruire Votgle....dunque...come direbbero gli americani, safety first........hahaha dai, arrampica!!!!!!!!!!!!!

a proposito di Votgle, hai visto che hanno già previsto un ritardo di almeno un anno e passa? hai visto che sono raddoppiati i costi rispetto a qualche tempo fa? hai visto che hanno chiesto nuovi finanziamenti statali?? dai, ARRAMPICA!!!!!
http://www.businessweek.com/articles/2013-08-05/duke-kills-florida-nucle...

Parlando di cambiamento...

Parlando di cambiamento...
.... http://mobile.nytimes.com/2014/02/07/us/huge-leak-of-coal-ash-slows-at-n...

... un piccolo esempio di applicazione della Energiewende, la farlocca teoria 'ambientalista' che ferma nucleare per sostituirlo con carbone.

Intelligente, no?

R.

chi si toglie dalle b..è proprio Robertroll

@Robertroll
penultimo grafico, le installazioni di FV e eolico SONO IN CALO dal 2011
******
Questa farloccheria è degna del miglior Robertroll il 2011 è stato l'anno del BOOM del Fv sopratutto in Italia....ma di cosa stai parlando? era fisiologico che non si poteva continuare con quell'incremento...ma si continua a sarile in maniera più normale...è questo che ti fà male ,anche se continui a nominare i 125 GW di nucleare...sono destinati a scendere e presto verranno superati come produzione dal solo EOLICO,poi dal FV...,l'importante è continuare a diminuire le quote di carbone come nella REALTA' accade........questo è il presente e il prossimo futuro...tu 6 il passato....a toglierti dalle p..sarai tu che piano piano scomparirai quando ti renderai conto della (tua) triste realtà...
Voilà

@enri "La cosa bella è che

@enri

"La cosa bella è che ogni mese...le tue possibilità di critica si assottigliano, lo specchio si verticalizza.......buona scalata."

Eh!... come no!... infatti nell'ultimo mese per il quale esistono DATI (e non i sogni delle favole che ti piacciono tanto) a proposito del paese Europeo con la maggior quota di eolico E fotovoltaico installati i dati sono questi...
Produzione eolico gennaio 2014: 6,4 TWh, con 32.5 GW installati al 16 ottobre 2013... fattore di capacita' effettivo pari al 26,4%;
Produzione FV gennaio 2014: 0,75 TWh (non e' un errore di battitura... sono proprio... ahahaah... non riesco neanche a scriverlo senza ridere... ahahaha...) ZERO VIRGOLA SETTANTACINQUE TWh, con 35,7 GWp installati, pari ad un fattore di capacita' medio del 2,8% (DUE VIRGOLA OTTO percento!)... ahahaahah... pa-te-ti-co!

E sarei io quello che ha le capacita' di critica che si assottigliano?

Vai, pascola...torna a giocare a nascondino con i tuoi amichetti.

R.